Come funziona Spotify Web: guida completa

Ti piacerebbe sapere come funziona Spotify Web? Ecco una guida completa sul Player Web di Spotify con trucchi e suggerimenti per usarlo al meglio.

La musica ci accompagna quotidianamente nei momenti di gioia, rabbia o amore, cambiandoci l’umore e la giornata. Tra le tantissime piattaforme di streaming online, da Deezer e Tidal, passando per YouTube Music e Amazon Music, non c’è alcun dubbio sul fatto che il servizio più amato e utilizzato al mondo sia Spotify.

Forse non conosci Spotify Web, cioè la versione web di Spotify con cui puoi ascoltare podcast e musica senza dover necessariamente scaricare l’applicazione ufficiale per Android e iOS. Ti consigliamo di leggere anche le nostre guide su come si usa Spotify e come vedere Spotify Wrapped, se desideri usare il software dal tuo smartphone.

Indice

Come funziona e come si usa Spotify Web

Affinché tu possa utilizzare Spotify web player avresti bisogno di un profilo utente e di un browser web. Il servizio si avvia direttamente dalla pagina web e una volta che avrai effettuato il Login con i tuoi dati potrai ascoltare, podcast e musica. Puoi usare Spotify Web però solo se hai uno dei quattro piani in abbonamento Premium o un account Free limitato, vediamo quali sono, cosa offrono e quanto costano al mese.

  • Individual: questo piano in abbonamento ti dà la possibilità di accedere alla musica senza pubblicità e di ascoltarla dove desideri, anche quando non c’è connessione a Internet, considerando sempre l’App però. Puoi attivare la modalità offline e la riproduzione on-demand. In questo caso la musica si interromperà se avvierai contemporaneamente il tuo profilo da due dispositivi nello stesso momento. Il costo è di 10.99 euro al mese e puoi registrare un solo account. In questo momento è attiva l’offerta con il primo mese gratis.
  • Duo: se vuoi condividere il tuo Spotify con un membro della famiglia, con tua moglie, tuo marito, la fidanzata o il fidanzato, puoi optare per il piano Duo. Nello specifico potrai registrare due account, ma dello stesso nucleo familiare. Anche in questo caso avrai accesso alla musica senza pubblicità, alla riproduzione on-demand e alla modalità offline. Potrai, quindi, connetterti al tuo PC web Spotify e allo stesso tempo un’altra persona può farlo da tablet, smartphone o da un secondo browser web. Il costo mensile è di 14.99 euro.
  • Family: se i membri della tua famiglia o gli amici sono veramente tanti e desiderate dividere i costi dell’abbonamento mensile, questo piano in abbonamento potrebbe fare al caso vostro. Avrai la possibilità di collegare fino a 6 account Premium, ma anche in questo caso è necessario che i membri facciano parte dello stesso nucleo familiare e vivano insieme. Le funzioni accessibili sono identiche ai piani precedenti, con musica senza pubblicità, modalità offline e riproduzione on-demand dei contenuti audio.
  • Student: se stai frequentando l’università e periodicamente hai la necessità di spostarti in treno, pullman o auto, il piano in abbonamento per chi studia potrebbe farti risparmiare sui costi mensili. Il requisito minimo però è l’iscrizione all’università, poiché dovrai utilizzare l’e-mail dell’ateneo. In questo caso il piano ti permette di collegare un solo account e di ascoltare musica senza pubblicità con riproduzione on-demand e offline. Al momento è ancora attiva la promozione con due mesi gratis. Il costo mensile è di 5.99 euro.

Tutti i piani in abbonamento appena elencati possono essere utilizzati con tablet, smartphone e PC compatibili con un browser web. Infatti, Spotify online si avvia direttamente da Google Chrome, Firefox, Edge, DuckDuckGo e qualsiasi altro browser per la navigazione online. Se il tuo dispositivo Android, iOS, Windows, ChromeOS o macOS ti consente di installare un browser web, allora sarà compatibile con il servizio e tutti i piani annessi.

Se vuoi risparmiare con gli abbonamenti condivisi, ti consigliamo di dare un’occhiata alla nostra guida sui Siti per condividere abbonamenti digitali e risparmiare.

Come accedere a Spotify Web Player

spotify web player

Se non hai mai utilizzato Spotify o Spotify Web avrai bisogno di registrarti alla piattaforma. I metodi per accedervi sono principalmente due: browser web e Microsoft Store. Ti consigliamo di effettuare la registrazione da browser web per non riscontrare errori tecnici.

Apri il browser web, Chrome o simili, e recati su Spotify.com. Inserisci la tua e-mail se vuoi creare un nuovo profilo con un provider specifico oppure clicca su Iscriviti con Google, Iscriviti con Facebook o Iscriviti con Apple. Se hai già un profilo Free, puoi cliccare, in basso, su Accedi qui, inserendo i tuoi dati, per poi scegliere uno dei piani in abbonamento. Con Spotify browser puoi anche successivamente accedere con altri metodi, per esempio, se hai effettuato il login con Facebook, potrai poi aggiungere Google o Apple. Per farlo accedi con le tue credenziali e recati in Metodi di accesso disponibili.

Se invece hai installato sul tuo PC Windows 11, allora puoi beneficiare del Microsoft Store e scaricare direttamente Spotify all’interno del negozio digitale di casa Microsoft. Per farlo clicca su questa pagina per essere indirizzato al link diretto. Cliccando su Get it from Microsoft il browser web predefinito ti chiederà di avviare il Microsoft Store e di scaricare l’App Spotify. In questo caso però, dovrai eseguire l’accesso allo Store con le credenziali con cui hai registrato Windows 11 o hai creato il profilo Microsoft. Grazie al negozio digitale preinstallato su Windows 11 potrai ascoltare la musica come sull’App Spotify.

Scaricare musica da Spotify Web

web spotify

Uno dei vantaggi più significatici dell’App Spotify è il download diretto sullo smartphone non credi? Sfortunatamente non puoi scaricare i brani musicali e i podcast anche con Spotify Web, tranne nel caso in cui utilizzassi l’applicazione ufficiale del servizio su macOS e Windows.

Avvia l’app, inserisci le tue credenziali, l’annesso piano in abbonamento e utilizzando la lente d’ingrandimento avvia la ricerca del brano o dell’album che desideri scaricare. Se hai già realizzato una playlist con le canzoni preferite, puoi avviare il download senza alcun problema.

Ricerca il contenuto che ti interessa e crea una nuova playlist per inserirlo al suo interno, purtroppo, non è possibile scaricare un file alla volta, dovrai generare una playlist. Una volta creata clicca su La tua Libreria, all’interno del menu a cui puoi accedere premendo i tre puntini. A questo punto clicca su Scarica per procedere. In questo modo potrai ascoltarli quando sei offline.

Spotify Web si aggiorna costantemente, quindi, nei prossimi giorni potresti anche scaricare i singoli file con l’opzione aggiuntiva.

Come rimuovere la pubblicità da Spotify Web su PC

web player spotify

Grazie a Spotify Web puoi ancora accedere alla versione Free se ti sei registrato senza costi aggiuntivi della versione Premium. Purtroppo, le pubblicità in questo caso sono particolarmente invadenti e potresti sentire l’esigenza di limitarle. Il web player Spotify può eliminare i banner pubblicitari tra una canzone e l’altra se utilizzi alcuni metodi. Vediamo quali.

Spotify AdBlocker/Blockify

La soluzione più concreta è AD Block Blockify, che una volta scaricata sul tuo PC, e installata su Google Chrome, si integrerà con Spotify Web e ti consentirà di usare la versione gratuita senza pubblicità. Più che un programma vero e proprio è un’estensione per il browser web. Per approfondimenti e valide alternative puoi leggere la nostra guida dettagliata su come bloccare la pubblicità su Spotify.

Modificare file host Windows e Mac

Alternativa per il player web di Spotify è cambiare alcuni file host di macOS o Windows.

Windows: scarica l’editor di testo Notepad++ oppure utilizza Blocco Note. Recati in questo percorso per aprire il file hosts “C:\Windows\System32\Drivers\etc\hosts“. Individuato il file, cliccaci sopra con il tasto sinistro del mouse e poi con il testo per selezionare la voce Apri Con e specificare Blocco Note o Notepad++.

Copia la lista dei siti Web da aggiungere e salva il file:

0.0.0.0 adclick.g.doublecklick.net
0.0.0.0 adeventtracker.spotify.com
0.0.0.0 ads-fa.spotify.com
0.0.0.0 analytics.spotify.com
0.0.0.0 audio2.spotify.com
0.0.0.0 pagead46.l.doubleclick.net
0.0.0.0 pagead2.googlesyndication.com
0.0.0.0 partner.googleadservices.com
0.0.0.0 pubads.g.doubleclick.net
0.0.0.0 redirector.gvt1.com
0.0.0.0 s0.2mdn.net
0.0.0.0 securepubads.g.doubleclick.net
0.0.0.0 spclient.wg.spotify.com
0.0.0.0 tpc.googlesyndication.com
0.0.0.0 v.jwpcdn.com
0.0.0.0 video-ad-stats.googlesyndication.com
0.0.0.0 weblb-wg.gslb.spotify.com
0.0.0.0 www.googleadservices.com
0.0.0.0 www.googletagservices.com
0.0.0.0 b.scorecardresearch.com
0.0.0.0 bounceexchange.com
0.0.0.0 bs.serving-sys.com
0.0.0.0 content.bitsontherun.com
0.0.0.0 core.insightexpressai.com
0.0.0.0 crashdump.spotify.com
0.0.0.0 d2gi7ultltnc2u.cloudfront.net
0.0.0.0 d3rt1990lpmkn.cloudfront.net
0.0.0.0 desktop.spotify.com
0.0.0.0 doubleclick.net
0.0.0.0 ds.serving-sys.com
0.0.0.0 googleadservices.com
0.0.0.0 googleads.g.doubleclick.net
0.0.0.0 gtssl2-ocsp.geotrust.com
0.0.0.0 js.moatads.com
0.0.0.0 log.spotify.com
0.0.0.0 media-match.com
0.0.0.0 omaze.com
0.0.0.0 open.spotify.com
0.0.0.0 www.omaze.com

macOS: avvia il Terminale e premi Invio. Digita il comando “sudo nano /etc/hosts” per ottenere i permessi root e subito dopo inserisci la password del tuo account. Riscrivi il comando e successivamente premi Command+X, Y e Invio. A questo punto digita “cat /etc/hosts“.

Copia la lista dei siti Web da aggiungere alla fine salva il file:

127.0.0.1 adclick.g.doublecklick.net
127.0.0.1 adeventtracker.spotify.com
127.0.0.1 ads-fa.spotify.com
127.0.0.1 analytics.spotify.com
127.0.0.1 audio2.spotify.com
127.0.0.1 b.scorecardresearch.com
127.0.0.1 bounceexchange.com
127.0.0.1 bs.serving-sys.com
127.0.0.1 media-match.com
127.0.0.1 omaze.com
127.0.0.1 open.spotify.com
127.0.0.1 pagead46.l.doubleclick.net
127.0.0.1 pagead2.googlesyndication.com
127.0.0.1 partner.googleadservices.com
127.0.0.1 pubads.g.doubleclick.net
127.0.0.1 redirector.gvt1.com
127.0.0.1 s0.2mdn.net
127.0.0.1 securepubads.g.doubleclick.net
127.0.0.1 spclient.wg.spotify.com
127.0.0.1 tpc.googlesyndication.com
127.0.0.1 v.jwpcdn.com
127.0.0.1 video-ad-stats.googlesyndication.com
127.0.0.1 weblb-wg.gslb.spotify.com
127.0.0.1 www.googleadservices.com
127.0.0.1 www.googletagservices.com
127.0.0.1 content.bitsontherun.com
127.0.0.1 core.insightexpressai.com
127.0.0.1 crashdump.spotify.com
127.0.0.1 d2gi7ultltnc2u.cloudfront.net
127.0.0.1 d3rt1990lpmkn.cloudfront.net
127.0.0.1 desktop.spotify.com
127.0.0.1 doubleclick.net
127.0.0.1 ds.serving-sys.com
127.0.0.1 googleadservices.com
127.0.0.1 googleads.g.doubleclick.net
127.0.0.1 gtssl2-ocsp.geotrust.com
127.0.0.1 js.moatads.com
127.0.0.1 log.spotify.com
127.0.0.0 www.omaze.com

NordVPN

Anche con il servizio NordVPN puoi evitare le pubblicità su Spotify. Per utilizzarlo devi scaricare NordVPN e installarlo sul tuo dispositivo. Avvia l’applicazione e accedi all’account. Da qui abilita il blocco degli annunci o la protezione dalle minacce. A questo punto apri Spotify e riproduci i brani che ami senza pubblicità. Anche in tale caso è attivabile su Spotify App e Spotify Web. Per maggiori info puoi leggere la nostra recensione completa di NordVPN.

Aggiungere un collegamento sul desktop del PC di Spotify Web

online spotify player

Per quanto sia funzionale Spotify Web, non è sicuramente pratico; infatti, devi collegarti con il browser web al sito ufficiale, eseguire il Login e scegliere la musica. Per ridurre il numero di passaggi possiamo creare un collegamento diretto sul desktop del PC.

Avvia il browser web con il tuo account Spotify Web aperto, meglio se Google Chrome, e clicca in alto a destra sui tre puntini. Tra le opzioni seleziona Salva e Condividi. A questo punto puoi scegliere Installa Spotify oppure Crea una scorciatoia; nel primo caso verrà salvato un file e un’icona sul desktop, nel secondo caso solo l’icona. Per Mozilla Firefox, invece, devi premere sulle tre lineette orizzontali e, nel menu che appare, selezionare Salva pagina con nome… e specificare un percorso in cui salvare la pagina nel formato html.

Differenze tra Spotify Web e App Spotify

spotify browser

Tanti utenti utilizzano contemporaneamente Spotify Web player e l’App Spotify, ma in cosa differiscono realmente? Tecnicamente se hai sottoscritto un piano in abbonamento Premium, la vera differenza è nella qualità audio. Con il webplayer Spotify hai una qualità inferiore rispetto all’App, con una velocità di 320 kbps per l’applicazione e 256 kbps per il player online.

Spotify Web non funziona: come risolvere

spotify web

Il lettore web Spotify è particolarmente affidabile, ma se riscontrassi dei problemi potresti provare alcune tecniche risolutive. Prima di tutto controlla la connessione a internet, svuota la cache del browser ed elimina i cookie. Verifica che il PC, tablet o altro dispositivo sia connesso e che il tuo browser web sia aggiornato all’ultima versione disponibile.

Se ancora non funziona, prova ad aprire il lettore Web in modalità privata/in incognito dal browser e considera le restrizioni di reti pubbliche. Se si riceve questo messaggio di errore “La riproduzione di contenuti protetti non è abilitata“, devi attivare il plug-in Widevine e abilitare DRM. Ecco come fare:

  • Su Google Chrome: digita nella barra degli indirizzi chrome://settings/content ed in Contenuti protetti, abilita Consenti ai siti di riprodurre i contenuti protetti.
  • Su Firefox: digita nella barra degli indirizzi about:preferences#content e in Contenuti DRM, attiva Riproduci contenuti DRM.
  • Per Edge: se disponi di Windows 10 in edizione N devi scaricare Media Feature Pack recandoti nel centro download di Microsoft. Scegli la tua lingua e clicca su Download. Specifica la tua piattaforma e premi su Avanti.

Non ci sono miglioramenti? Allora puoi provare ad accedere con un altro browser web tenendo conto che Spotify Web funziona solo con le seguenti versioni di browser.

  • Chrome 80 o versioni successive
  • Firefox 74 o versioni successive
  • Edge 80 o versioni successive
  • Opera 67 o versioni successive
  • Safari 14 o versioni successive

Altri articoli utili

Fabrizio Cannatelli

Autore e Founder di Informarea, sono un appassionato di informatica e tecnologia da sempre. La voglia di comunicare e di condividere sul Web le mie curiosità e le mie conoscenze, mi ha spinto a lanciarmi nel progetto di questo sito. Nato un po' per gioco e un po' per passione, oggi è diventato una grande realtà.

Fabrizio Cannatelli