Come Installare Play Store su Android: guida completa

Google Play Store è uno dei servizi di distribuzione digitale più celebri del mondo e ti consente di scaricare diverse applicazioni sviluppate per funzionare al meglio sul sistema operativo Android (SDK). Possiamo definirlo come un negozio di media digitali in cui puoi scaricare musica, libri, film, programmi e tutto ciò che è compatibile con il tuo smartphone o tablet Android.

Sebbene la gran parte degli dispositivi Android abbia installato Play Store di default, potresti averlo eliminato o per qualche altra ragione non compare nel draw delle App. Oggi vedremo come installare Play Store non solo sul tuo smartphone, ma anche su altri dispositivi, come le smart TV.

Indice

Tutte le modalità per installare il Play Store su Android manualmente

Come Installare Play Store

Scaricare Play Store non è assolutamente difficile, come vedremo nelle prossime righe il processo di download e installazione è veloce e pratico da qualsiasi dispositivo tu preferisca utilizzare il negozio digitale di Google.

Prima di analizzare nello specifico come scaricare Play Store è indispensabile sottolineare che puoi installare questo negozio digitale sfruttando due modalità: manualmente e automaticamente. In realtà, solo se hai una versione datata del programma puoi installarlo automaticamente, infatti, il sistema operativo provvederà da solo ad aggiornare lo Store di Google. Mentre se sul tuo dispositivo è completamente assente Play Store, allora dovrai necessariamente scaricare e installare l’APK dei servizi Google Play da un sito di terze parti.

Cosa occorre per installare Play Store

Affinché tu possa scaricare e installare il file APK del servizio Play Store devi prima di tutto abilitare le Fonti sconosciute sul tuo smartphone. Questa funzione permette al tuo smartphone di accedere ai programmi di terze parti che non sono stati verificati da Google Play.

Per abilitare questa funzione apri le Impostazioni del tuo smartphone Android e tappa sulla voce Sicurezza. Da qui seleziona l’opzione denominata Installa app sconosciute. Ora quando avvierai il file di installazione del Play Store nel formato APK il processo avverrà senza alcun blocco.

Se però il file APK Play Store puoi scaricarlo su qualsiasi dispositivo, sia esso Android o con un altro sistema operativo, devi anche verificare che il tuo smartphone abbia i requisiti minimi per installarlo. Affinché tu possa installare il servizio devi controllare che il tuo smartphone abbia un’architettura armv8, armv71 oppure x86_64. I dispositivi mobili prodotti dopo il 2010 sono quasi tutti compatibili. Ma come verificare se il tuo smartphone dispone o meno di un’architettura di questo genere?

Puoi scaricare un programma come My Device – Info, CPU-Z o HWMonitor: ovviamente utilizzando uno store di media differente da Play Store, come per esempio Aptoide, Fdroid, Uptodown, Amazon App Store o AppGallery.

Come scaricare Play Store

Una volta verificato che Play Store sia compatibile con il tuo smartphone e che la funzione Fonti sconosciute sia attiva, puoi scaricare Play Store nel formato APK per installarlo. Ti starai chiedendo: ma dove si scarica Play Store se non ho un negozio digitale sul mio dispositivo mobile?

Tra i portali più celebri per il download dei file APK c’è APKMirror.com, ma puoi scaricare il file anche da altre fonti, anche se in quel caso potresti imbatterti in sorgenti non verificate e più esposte a virus e malware.

Oltre a Play Store puoi scaricare anche servizi correlati alla piattaforma Google, come Google Account Manager, Google Services Framework e Google Play Services. Eccoti i link diretti per avviare il download da APKMirror:

Dovrai scegliere l’ultima versione disponibile e cliccare o tappare sull’icona della freccia verso il basso per avviare il download. Se hai difficoltà ad usare APKMirror, puoi leggere la nostra guida completa su come scaricare da APKMirror senza Google Play.

Come installare Play Store – Android, Huawei, PC, iPhone e Smart TV

Scaricare Google Play non basta però per utilizzare il servizio, infatti, dovremo analizzare anche come installare Google Play Store per averlo poi a disposizione. Magari hai l’esigenza di installare questo servizio Google non solo sul tuo smartphone Android, ma anche su altri dispositivi; vediamo come e se è possibile farlo.

Android

Come ti abbiamo anticipato, per installare Play Store sui dispositivi Android devi prima di tutto scaricare il file APK dal link che ti abbiamo fornito, una volta terminato il download tappa due volte sul file e attendi che si completi l’installazione. Devi fare attenzione solo ad attivare la funzione per le fonti sconosciute, altrimenti non si avvierà il processo di installazione. Il file APK viene salvato nella cartella Download. Tutti i telefoni che hanno un sistema operativo Android necessitano di questo tipo di procedimento; quindi, ci impiegherai veramente molto poco per scaricare e installare i servizi annessi. Anche i tablet Android necessitano della stessa modalità, quindi, puoi replicare i passaggi anche sul tuo tablet Chuwi, Teclast, Lenovo e simili.

Huawei e iPhone

Discorso diverso invece se possiedi un telefono Huawei o tablet Huawei o ancora un iPhone. La nota azienda cinese dal 2019 non dispone delle licenze per utilizzare e installare i servizi Google sui suoi dispositivi, ciò si traduce nell’impossibilità di installare anche il file APK. Huawei nello specifico ha sostituito Play Store con AppGallery e HMS. Anche iPhone non ha alcuna compatibilità con Play Store, infatti, Apple ha sviluppato un negozio digitale tutto suo denominato App Store, in cui le applicazioni hanno un formato completamente diverso dagli APK. Quindi, se scaricassi un file APK sul tuo iPhone, non verrebbe riconosciuto e non potresti avviarlo in nessun modo.

Smart TV

Vuoi scaricare e installare Play Store sulla tua smart TV? Proprio come per lo smartphone devi considerare la compatibilità. Infatti, solo le Android TV ti consentono di scaricare le applicazioni da Play Store, mentre altri marchi, come Samsung, LG, Hisense e Sony utilizzano un sistema proprietario completamente diverso da quello sviluppato da Google.

Se disponessi di una smart TV con Android TV oppure un TV box con Android, per installare Play Store dovresti necessariamente scaricare un file APK. In questo caso ti consigliamo di scaricare il file APK sul tuo PC o sul tuo smartphone e di copiarlo su una chiavetta USB, formattata exFAT, e inserirla nella porta USB del televisore, per poi avviare l’installazione dal file manager interno. Anche in questo caso devi attivare la funzione per le Fonti sconosciute.

Alternativa è invece accedere al browser web della tua smart TV e scaricare il file APK direttamente dal sito ufficiale di APKMirror. Attendi qualche secondo che il download si completi e avvia l’installazione. Se questi passaggi possono sembrarti un po’ macchinosi da effettuare con telecomando e TV, allora potresti optare per store di terze parti, come Amazon Appstore.

PC

Windows negli ultimi anni ha introdotto diversi programmi per migliorare l’integrazione tra sistema operativo Microsoft e Android, non è un caso che puoi sfruttare al meglio anche Microsoft Store per scaricare diversi programmi interessanti e sincronizzarli con i dispositivi mobili. Purtroppo però, non esiste Play Store per Windows oppure per macOS, infatti, per installarlo sul tuo PC desktop dovrai utilizzare un emulatore Android, come BlueStacks. Installa questo programma e ricerca Play Store all’interno delle applicazioni disponibili, poi procedi al download e all’installazione.

Se il tuo PC è munito di Windows 11 però ti consigliamo di utilizzare Microsoft Store per scaricare le applicazioni. L’emulatore, sebbene sia affidabile, ti garantisce meno prestazioni rispetto a un’applicazione nativa. BlueStacks necessita di una registrazione per poter funzionare, mentre con Microsoft Store ti basterà inserire le tue credenziali Microsoft per avere già tutto pronto all’uso.

Anche se tu disponessi di un macOS potresti utilizzare l’emulatore, in questo caso però non avresti l’alternativa di uno store proprietario Apple, ma dovresti accontentarti del solo BlueStacks. Per approfondimenti puoi leggere il nostro tutorial su come installare Android su PC.

Come ripristinare Play Store dopo averlo cancellato

Non è difficile capire come scaricare Play Store o come installarlo, ma a volte potresti incorrere in una schermata bianca o in un continuo riavvio del servizio senza alcun motivo.

Se desideri ripristinare Google Play Store puoi eseguire diverse azioni per farlo funzionare di nuovo. Prima di tutto riavvia il tuo dispositivo Android e una volta che si sarà riacceso verifica che la data e l’ora siano esatte, infatti, una sincronizzazione sbagliata di data e ora potrebbe non consentire l’avvio del servizio. Se notassi una data diversa recati in Impostazioni, Impostazioni aggiuntive, Data e ora e tappa su ON per impostare l’orario automatico: attiva la connessione a internet.

Se anche questo non basta potresti eliminare cache e dati del file APK installato. Puoi farlo avviando Impostazioni, App e Gestione app. Da qui seleziona Google Play Store ed elimina la cache e i file temporanei tappando su Svuota.

Alternativa è scaricare un file APK più aggiornato oppure di avviare l’aggiornamento automatico dal Play Store stesso, se ti permette di accederci.

Come riattivare il Play Store

Se hai inavvertitamente disattivato il Play Store, non scarica App oppure proprio non sembra volerne sapere di funzionare, devi necessariamente riattivarlo. Prima di tutto prova con: installa Play Store da un altro APK. Non ha sortito effetto? Allora cancella la cache, disinstalla Play Store e riavvia lo smartphone. Riaccendilo e scarica di nuovo l’APK, installalo e tutto si ripristinerà. Puoi scaricare Play Store APK gratis clicca su questa pagina.

Fabrizio Cannatelli

Autore e Founder di Informarea, sono un appassionato di informatica e tecnologia da sempre. La voglia di comunicare e di condividere sul Web le mie curiosità e le mie conoscenze, mi ha spinto a lanciarmi nel progetto di questo sito. Nato un po' per gioco e un po' per passione, oggi è diventato una grande realtà.

Fabrizio Cannatelli