Come collegare telefono a PC

Non sai proprio come collegare il telefono al PC? Ecco una guida completa di tutte le soluzioni per collegare uno smartphone Android al PC.

Le fotografie scattate con il tuo smartphone, tanto quanto i file scaricati e i documenti, si accumulano velocemente e ti costringono a trovare una soluzione per ottimizzare lo spazio di archiviazione. Sebbene tantissime immagini e documenti possano risultare datati e con molta probabilità sarebbe opportuno cancellarli dalla memoria interna del telefono, nella gran parte dei casi potresti avere l’esigenza di salvarli su un dispositivo esterno, come il PC.

Sin dagli albori della nascita dei telefoni cellulari, in un modo o nell’altro gli utenti cercano un sistema per collegare il telefono al PC in modo rapido e sicuro. Oggi vedremo quali sono i diversi metodi con cavo e senza cavo per collegare Android al computer, ma ti consigliamo di leggere anche la guida su come trasmettere schermo Android su TV se possedessi questo sistema operativo.

Indice

Tutti i modi per collegare Android al PC con cavo

come collegare telefono a pc

Ti abbiamo anticipato che puoi collegare il telefono al PC sia utilizzando un cavo che nella modalità senza fili, vediamo prima come fare con un cavetto dedicato.

Windows

Prima di tutto devi munirti di un cavo USB compatibile per il trasferimento dei dati, un cavetto sviluppato solo per la ricarica non ti permetterebbe di scambiare dati tra il cellulare e il PC. Il cavo USB originale del tuo smartphone andrà più che bene, dato che le aziende inseriscono all’interno della confezione un prodotto indicato sia per la ricarica che per lo scambio dati.

Prendi il cavo e collegalo prima al tuo dispositivo Android, successivamente inserisci l’altra estremità, usualmente USB-A oppure USB-C, alla porta USB del tuo PC. A questo unto scrolla verso il basso la schermata del tuo telefono e premi su Utilizza come spazio di archiviazione, di default il sistema imposterà la ricarica quando collegherai i due dispositivi.

Ora accedi al tuo PC, clicca su Start > Esplora File e poi su Questo PC. Comparirà, oltre all’unità di archiviazione C in cui è installato il sistema operativo, anche un’altra unità, che sarà quella del tuo smartphone.

Se nel telefono disponi oltre che della memoria interna anche di una micro SD, quando collegherai il telefono al PC tramite USB, dovresti poter vedere l’unità MicroSD per leggere i file o i dati memorizzati nella scheda di memoria.

macOS

Il procedimento per il collegamento tra il tuo computer Apple basato su macOS è molto simile, infatti, dovrai collegare il cavo sia al tuo telefono che al PC e successivamente avviare il programma Android File Transfer, che dovrai scaricare dallo Store di Apple nel caso in cui non lo avessi già fatto. Quando collegherai i due dispositivi dovrai anche in questo caso cliccare su Trasferimento di file per visualizzarli all’interno del tuo macOS.

Altre soluzioni

I telefoni Android possono essere collegati non solo a un sistema operativo basato su Windows o macOS, ma anche a soluzioni alternative sviluppate dai marchi più importanti. Samsung, Huawei, Lenovo, LG e Sony distribuiscono software dedicati per il trasferimento dei dati tramite cavo. In questo caso dovrai scaricare il programma fornito dal brand del tuo smartphone e seguire le linee guida a schermo. Se disponi di uno smartphone Samsung, Smart Switch è un ottimo software per il trasferimento dati. Per maggiori dettagli puoi dare un’occhiata alla nostra guida dedicata.

Tutti i modi per collegare Android al PC senza cavo

collegare smartphone al pc

Magari non possiedi il cavo originale del tuo telefono e non hai intenzione di acquistarne uno che possa permetterti di trasferire anche i dati. In questo caso la soluzione ideale è da ricercare nelle soluzioni wireless, vediamo quelle più efficaci che possono aiutarti.

AirDroid

Il sistema più semplice da utilizzare che può consentirti di collegare il telefono al PC è AirDroid, questo software non è altro che una piattaforma in cui verranno indirizzate le notifiche, i contatti, gli SMS ed anche foto, video e chiamate. AirDroid viene gestito completamente dal browser web, oppure dall’applicazione scaricabile su PC o dispositivi mobili Android o iOS.

Effettuando il download gratuito potrai sincronizzare fino a 2 dispositivi e un massimo di 30 MB per ogni file, per un totale di 200 MB. Per uno spazio di archiviazione maggiore dovrai sottoscrivere un abbonamento mensile o annuale.

App per E-mail

Un altro metodo per connettere smartphone a PC senza fili è attraverso l’utilizzo di mail app. Utilizzando Gmail, Yahoo!, Outlook, Hotmail o tantissimi altri software per la gestione delle e-mail, potrai inviare dal tuo smartphone al PC i file che desideri.

In questo caso le dimensioni dei file dipendono dal provider che sceglierai, in molti casi le limitazioni sono di 25 MB per singolo file. Avvia l’App di posta elettronica dal tuo telefono e scrivi un’e-mail a te stesso, inserendo come allegato i file che intendi trasferire sul PC. Terminato l’upload, invia l’e-mail e accedi alla stessa posta elettronica dal computer. In questo caso dovrai solo scaricare gli allegati dalla posta in arrivo. Per maggiori info leggi anche la nostra guida su come salvare un’email su PC.

Send Anywhere/WeTransfer

Se hai bisogno di un programma capace di velocizzare il trasferimento dei file da Android a PC, allora potresti considerare Send Anywhere, scaricabile come applicazione del Play Store e compatibile sia con Windows che macOS.

Attualmente puoi utilizzarlo gratuitamente, ma non puoi superare i 4 GB di trasferimento, con un tempo di 10 minuti. Quindi, se non hai una connessione veloce, non è la soluzione migliore per te. Recati sul sito ufficiale di Send Anywhere e carica i file cliccando su (+), poi inviali premendo su Send. Ora dovrai solo installare l’applicazione Android e scaricarli nella sezione History.

Valida alternativa a Send Anywhere è WeTransfer. Mentre Send Anywhere offre trasferimenti di file peer-to-peer senza conservare i file sui suoi server, WeTransfer carica i file suoi suoi server per una distribuzione più veloce, ma con un limite di conservazione temporanea.

Nella versione gratuita di WeTransfer, è possibile inviare fino a 2 GB di dati per ogni trasferimento. Offre anche un servizio premium chiamato WeTransfer Pro, che aumenta il limite a 20 GB per trasferimento. Trovi maggiori info nella nostra guida su come inviare file di grandi dimensioni gratis.

Servizi Cloud

Se non ti convince l’idea di utilizzare Send Anywhere poiché ha un tempo limitato per il trasferimento, allora ti consigliamo di optare per i servizi cloud, come Google Drive, OneDrive o Dropbox.

Tutti questi servizi dispongono sia della versione online che quella installabile su PC e Android. Ti basterà caricare i file sul dispositivo che desideri e scaricarli con lo stesso programma in cloud sull’altro. Avrai bisogno però necessariamente di una connessione a internet, premurati di utilizzare il Wi-Fi.

Google Foto

Desideri trasferire foto e video soltanto? In questo caso Google Foto potrebbe aiutarti a velocizzare di molto il processo di trasferimento. Oltre ad essere un servizio veloce e attivo anche in background, ti consente di utilizzare la versione Android e PC contemporaneamente, scambiando i file senza alcun problema. Purtroppo, Google Foto ha un limite di gigabyte utilizzabili, quindi, non superare i 15GB totali a disposizione. Leggi anche il nostro tutorial su come scaricare le foto dal cellulare al PC.

Tecnologia Bluetooth

Nel caso in cui il tuo PC possedesse una scheda di rete con Bluetooth oppure tu avessi a disposizione una chiavetta USB Bluetooth potresti utilizzare tale tecnologia per trasferire i file da Android a PC.

Se utilizzi Windows non dovrai fare altro che accedere alle Impostazioni e cliccare sulla voce Bluetooth e dispositivi, impostando su ON l’opzione Bluetooth. A questo punto attiva il BT anche sul tuo smartphone e sincronizza i due dispositivi effettuando una ricerca veloce. Quando il PC e il telefono saranno collegati tra loro potrai inviare i file da uno all’altro. Per problemi di connessione, puoi dare un’occhiata alla nostra guida: come fare quando il Bluetooth non si connette.

Tutti i modi per collegare Android al PC come modem

come collegare il cellulare al pc

Alternativa meno semplice da attuare, ma che potrebbe comunque tornarti utile quando non puoi utilizzare le soluzioni precedenti è il collegamento tra Android e PC come modem. Con questa espressione si identifica quel sistema che prevede la condivisione della connessione a internet del cellulare, sfruttando i gigabyte del tuo provider telefonico. In questo caso puoi optare per tre strade: hotspot Wi-Fi, Tethering con cavo USB e Tethering Bluetooth.

Hotspot Wi-Fi

Una delle metodologie più utilizzate per velocizzare il processo su come collegare Android al PC è l’Hotspot Wi-Fi. Dovrai attivarlo accedendo alle Impostazioni > Connessioni > Router Wi-Fi e tethering > Router Wi-Fi (ON) del tuo telefono oppure scorri verso il basso dalla parte superiore dello schermo per accedere alle Impostazioni rapide e tappare su Router Wi-Fi per attivarlo e disattivare il Wi-Fi se attivo.

Tenendo premuto accederai alle impostazioni avanzate in cui potrai scegliere la banda di connessione, 2.4GHz o 5GHz, e la password da utilizzare. Ora clicca, in basso a destra, sull’icona del Wi-Fi del tuo PC, seleziona la rete generata dal telefono e inserisci la password scelta precedentemente sul telefono. In questo modo potrai utilizzare il computer con la rete internet dello smartphone.

Tethering con cavo USB

In questa casistica dovrai collegare prima di tutto il tuo telefono al computer tramite cavo USB e attivare la funzione Tethering USB, che trovi in Impostazioni > Connessioni > Router Wi-Fi e tethering. Una volta avvenuto il collegamento, il PC navigherà utilizzando la rete internet dello smartphone. Non avrai bisogno di configurazioni, Windows e macOS rilevano automaticamente la presenza di una rete a internet in tethering.

Tethering Bluetooth

Soluzione che ti sconsigliamo per la velocità, ma che può collegare il tuo Android al PC è il Tethering Bluetooth. Attiva il BT sul tuo computer (Impostazioni > Bluetooth e dispositivi > Bluetooth) e sul tuo smartphone (Impostazioni > Connessioni > Router Wi-Fi e tethering > Tethering Bluetooth), poi avvia la procedura di abbinamento dei dispositivi. Una volta che questa terminerà comparirà, in basso a destra nella barra delle applicazioni, una cartella in cui saranno presenti i file trasferiti dal telefono.

Fabrizio Cannatelli

Autore e Founder di Informarea, sono un appassionato di informatica e tecnologia da sempre. La voglia di comunicare e di condividere sul Web le mie curiosità e le mie conoscenze, mi ha spinto a lanciarmi nel progetto di questo sito. Nato un po' per gioco e un po' per passione, oggi è diventato una grande realtà.

Fabrizio Cannatelli