Come proteggere il tuo IP su Twitter (X)

Sempre più persone utilizzano il social network X, ex Twitter, per comunicare con amici, informarsi sulle notizie più importanti nel mondo e veicolare il proprio messaggio in modo rapido ed efficace. Il 28 febbraio 2024, gli sviluppatori hanno introdotto la funzionalità di chiamata su Twitter, consentendo agli iscritti di effettuare chiamate video/audio con grande semplicità.

Grazie a questa funzione, abilitata per tutti, puoi ricevere chiamate dai contatti in rubrica o da quelli che segui, purtroppo tale caratteristica espone gli indirizzi IP e può compromettere la privacy dei dati mentre sei su Twitter. Fortunatamente esistono diverse VPN per Twitter che arginano tale problema. Per maggiori informazioni su come funziona Twitter ti invitiamo a leggere la nostra guida.

Indice

Le cause dell’esposizione dell’indirizzo IP su Twitter (X)

vpn per twitter x

La nuova funzione di chiamata su X, oltre a infastidirti per la possibilità di ricevere telefonate anche da chi non desideri, non è il massimo nemmeno per la privacy. I responsabili di Twitter affermano che la tecnologia utilizzata è peer-to-peer, che sebbene sia una buona soluzione per i messaggi istantanei, non è l’opzione migliore per nascondere gli indirizzi IP di chi chiama o riceve la chiamata.

Nella gran parte dei casi sono le piattaforme stesse a nascondere l’indirizzo IP, ma con applicazioni di terze parti non è difficile identificare l’indirizzo digitale di chi chiama. Twitter ha dichiarato oltremodo che la funzione peer-to-peer non è disattivabile, condizione che non garantisce la massima tranquillità a chi desidera il grado massimo di anonimato. Molti utenti, quindi, si stanno affidando a VPN per Twitter (X) al fine di inoltrare o ricevere chiamate crittografate e sicure.

A cosa serve un indirizzo IP

Ti abbiamo anticipato che l’esposizione dell’indirizzo IP può incidere negativamente sulla privacy di un utente, ma di cosa si tratta? Ogni ISP (Internet Service Provider), cioè il servizio che ti offre la linea a Internet, ti assegna un indirizzo digitale univoco ogni qualvolta ti colleghi online. Ogni provider dispone di un determinato codice identificativo che permette di localizzare il server su cui il dispositivo elettronico è collegato. Collegandoti dall’Italia con un determinato provider otterrai un indirizzo IP differente da un collegamento dalla Francia o da un altro Paese.

Se il tuo indirizzo IP venisse utilizzato da malintenzionati potrebbero circoscrivere un’area vicina a dove abiti realmente, con conseguenze annesse. Fortunatamente l’indirizzo IP non determina un luogo preciso sulla mappa, ma molti provider forniscono indirizzi IP statici, molto più semplici da localizzare.

Purtroppo, anche gli attacchi DDoS sfruttano le vulnerabilità dell’indirizzo IP per corrompere i file del tuo dispositivo elettronico o del server a cui è collegato. L’indirizzo digitale ha anche lo scopo di fornire alle piattaforme le informazioni su dove stai effettuando un collegamento, dall’Italia oppure dall’estero, così come se stai usufruendo del servizio su più dispositivi contemporaneamente.

Moltissimi hacker vendono l’indirizzo IP sul dark web, con conseguenze spesso legate alle pubblicità indesiderate o al phishing. Per qualsiasi dubbio ti invitiamo a leggere la nostra guida su come vedere chi è connesso al WiFi.

Come proteggere l’indirizzo IP su X

Affinché tu possa avere una maggiore privacy e chiamate su Twitter (X) affidabili puoi applicare alcuni accorgimenti. Prima di tutto dovresti evitare di usufruire di servizi o applicazioni di terze parti di cui non hai mai sentito parlare, ad esempio, tutti i siti web che non hanno un protocollo https://.

Ulteriore accorgimento che puoi applicare è impostare la privacy delle chiamate, disattivando le funzioni potenzialmente pericolose. Come puoi immaginare, ciò si traduce nella disattivazione della funzione chiamata su Twitter. Cerca anche di evitare di cliccare su banner pubblicitari e link sospetti, svincolandoti da piattaforme di terze parti che non conosci.

Tra le soluzioni migliori per proteggere il tuo indirizzo IP c’è sicuramente la VPN, ciò è dovuto alla possibilità di sfruttare server offuscati in grado di nascondere il vero indirizzo IP e ottenere una navigazione anonima.

Le caratteristiche migliori di una VPN per Twitter (X)

Purtroppo o per fortuna, non tutte le Virtual Private Network sono uguali tra loro, alcune sono più indicate per nascondere l’indirizzo IP, altre per funzioni alternative. Se vuoi evitare la perdita dell’IP con la funzionalità di chiamata su Twitter (X) dovresti optare per una VPN con funzionalità di sicurezza dedicate, come server Multihop e Kill-Switch.

Tra le funzioni che potrebbero aiutarti c’è anche il No-Logs, molto utile se desideri cancellare ogni tracciamento dei tuoi movimenti sul web. Ti sconsigliamo di provare VPN gratuite poiché non solo non dispongono di tanti server ottimizzati, ma anche perché non garantiscono la massima protezione. Otterresti una scarsa velocità di navigazione e disconnessioni continue durante lo streaming web.

Le chiamate online necessitano di un’ottima velocità nello streaming audio/video, quindi, verifica che sia presente il protocollo WireGuard, indispensabile per limitare il buffering e lo stattering. Le VPN migliori ti consentono di accedere a tantissimi server in più Paesi, quindi, potresti potenzialmente sfruttare i cataloghi esteri di Netflix e simili comodamente dal divano.

Da non dimenticare nemmeno un servizio di assistenza clienti efficace, che possa risponderti in qualsiasi momento in caso di malfunzionamenti o di errori di accesso al software.

NordVPN e la protezione dell’IP su Twitter (X)

Twitter (X) VPN

Quando effettui la Twitter (X) call potresti accedere prima a una VPN, ciò ti consente di creare un tunnel criptato dove poter nascondere il tuo reale indirizzo IP. Tra le reti private virtuali migliori per proteggere il tuo IP c’è NordVPN, software che utilizza uno standard crittografico avanzato (AES) che non solo ti protegge quando navighi sul web, ma anche quando inoltri o ricevi una chiamata su X.

La presenza dei protocolli WireGuard e OpenVPN ti garantiscono la massima velocità durante le chiamate, così come gli oltre 6 mila server ti offrono una scelta molto varia in 61 Paesi diversi.

NordVPN nello specifico ha un ottimo sistema per aggirare le restrizioni, come il Kill-Switch, l’IP dedicato, il Double VPN, il P2P e i server offuscati. Tra le tante funzioni si aggiungono anche il Threat Protection e il Meshnet, rispettivamente utili per incrementare i livelli di sicurezza e creare un tunnel privato crittografato per far accedere altri utenti.

Scopri l’offerta di NordVPN

Altri articoli utili

Fabrizio Cannatelli

Autore e Founder di Informarea, sono un appassionato di informatica e tecnologia da sempre. La voglia di comunicare e di condividere sul Web le mie curiosità e le mie conoscenze, mi ha spinto a lanciarmi nel progetto di questo sito. Nato un po' per gioco e un po' per passione, oggi è diventato una grande realtà.

Fabrizio Cannatelli