Come aprire un negozio online e iniziare a guadagnare

Nell’attuale situazione di crisi economica l’e-commerce, la vendita online, cresce di anno in anno in tutto il mondo.

Secondo alcune stime i mercati più importanti per gli acquisti online sono Regno Unito, Germania e Francia. L’Italia, nonostante il difficile periodo che sta attraversando, sta cominciando a registrare buoni risultati e oramai sempre più clienti si affidano ad Internet per i loro acquisti.

Da un paio d’anni l’e-commerce sta crescendo e i fattori che ne alimentano la diffusione sono: divertimento, soddisfazione personale nell’acquisto, sicurezza e fiducia, affidabilità e sicurezza dei pagamenti, facilità d’uso dei siti, possibilità di acquisto anche negli orari di chiusura.

e-commerce

Questi aspetti sono solo alcuni dei parametri da tener conto quando si desidera aprire un negozio online, occorre considerare che la prima cosa da fare è quella di affidarsi a servizi affidabili come l’arcinoto eBay e Gooutlet.

Aprire un negozio nel Web è certamente più semplice e meno dispendioso (i costi inziali sono sotto i 200€), ma occorre rispettare un iter burocratico obbligatorio che prevede l’apertura della partita IVA e l’iscrizione alla Camera di Commercio e la presentazione della S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inzio Attività). I costi più elevati si avranno ad attività avviata, quando bisognerà pagare l’INPS e l’IRPEF in base al reddito. Per iniziare poi la vendita vera e propria bisogna dotarsi di un sito di e-commerce. eBay rappresenta il marketplace per eccellenza ed offre ai propri utenti la possibilità di vendere e comprare oggetti, sia nuovi che usati, da qualsiasi PC o dispositivo mobile collegato ad internet. 

Con i prerequisiti esposti in precedenza chiunque può aprire un negozio online ed avere il primo mese gratuito. Due sono le tipologie di negozio attivabili su eBay:

Tipologia Base:

  • Sottoscrizione 19,95€ al mese
  • Tariffa per inserzione Compralo Subito 0,15€ per tutte le categorie eccetto Media e Motori (0,10€).
  • Conmmissione sul valore finale: normale.
  • Servizio assistenza clienti: standard
  • Commissioni finali per la vendita di oggetti Hi-tech: normali.
  • 200 newsletter gratuite.
  • Protezione venditori PayPal.
  • Analisi delle vendite: gratuito.

Tipologia Premium:

  • Sottoscrizione 39,00€ al mese
  • Tariffa per inserzione Compralo Subito 0,01€ (3, 5, 7 e 10 giorni); 0,00€ (30 giorni/inserzioni senza scadenza).
  • Nuova Conmmissione sul valore finale per il formato Aste Online.
  • Servizio assistenza clienti: telefonico
  • Commissioni finali agevolate per la vendita di oggetti Hi-tech: normali.
  • 5000 newsletter gratuite.
  • Protezione venditori PayPal.
  • Gestione delle vendite Plus e Gestore delle foto (50MB di spazio) gratuito.

creare un negozio online su eBay

Colleghiamoci con www.ebay.it e clicchiamo su Accedi se abbiamo già un account oppure clicchiamo su Registrati. Una volta entrati clicchiamo su Vendi/Apri un negozio eBay in alto. Scorriamo la pagina e clicchiamo su Apri un Negozio. Effettuiamo la verifica del venditore. Scegliamo la tipologia di verifica, associando un conto paypal, una carta di credito o scegliendo la via telefonica. Tornando all’area di apertura del negozio, scegliamo la tipologia de negozio preferita, ad esempio Negozio Base. Nella stessa pagina, indichiamo il nome del negozio e clicchiamo su Continua per confermare. Se vengono proposti degli strumenti gratuiti, aggiungiamoli con un clic su Continua.

In ultima pagina, verifichiamo l’elenco dei costi affinchè sia corretto. Clicchiamo poi su Accetto l’Accordo per gli utenti di eBay e indichiamo come siamo venuti a conoscenza del prodotto. Per procedere all’attivazione del negozio, clicchiamo su Iscrizione. Il negozio è ora pronto per la vendita.

Una volta attivato il negozio possiamo personalizzare il logo, inserire un modulo di ricerca, diminuire l’intestazione di eBay per dare maggiore risalto al nostro negozio, configurare uno spazio promozionale, migliorare la grafica con una galleria e tanto altro ancora dal menu Gestisci il negozio.

Per mettere in vendita gli oggetti possiamo ricorrere a Vendi il tuo oggetto o a Turbo Lister. Nel primo caso seguiamo un wizard che ci porta alla messa online del prodotto. Inseriamo alcune parole chiavi e clicchiamo su Comincia a vendere. Creiamo l’inserzione, rivediamola ed abbiamo finito.

turbo lister - Come aprire un negozio online e iniziare a guadagnare

Per personalizzare al meglio le proprie pagine web su eBay esiste uno strumento chiamato Free eBay HTML Generator, che serve proprio a generare un template multi immagine da aggiungere ad eBay gratuitamente. Template Generator vi permette di personalizzare i pulsanti, le modalità di pagamento, lo sfondo, i banner e tanto altro.

Su Web esistono comunque diversi prodotti e siti che offrono template gratuitamente e a pagamento, oltre ad appositi software in grado di realizzarne di personalizzati. I template sono disponibili in diversi formati: Photoshop, HTML, Flash, ecc. Per chi desiderasse ricorrere a template gratuiti può dare uno sguardo al sito Auctiva che offre il 100% dei propri template per eBay gratuitamente oppure Share Your Design all’interno del quale è possibile sfruttare il lavoro di altri designer e condividere i propri con altre persone. Se invece vogliamo crearne uno per conto nostro possiamo andare nel sito di ezAuction Templates.  

Froo! Cross Selling è l’App eBay più popolare tra gli utenti del Marketplace e permette gratuitamente di aggiungere una galleria a scorrimento dei propri prodotti mostrata all’interno del negozio virtuale. Attraverso questa App possiamo promuovere fino a 50 oggetti eBay posti all’interno di un banner a scorrimento.

I vantaggi offerti attraverso una vetrina online sono molti e possono essere sintetizzati in comodità e convenienza. Una volta deciso il luogo dove incontrare i compratori bisogna scegliere cosa vendere. E’ possibile non soltanto pensare di vendere prodotti costruiti da sè il cui valore è la manifattura, ma anche acquistare beni e poi rivenderli ricorrendo alla famosa pratica del dropshipping.

Attraverso il dropshipping si diventa rivenditori di un distributore o grossista, che mette a propria disposizione il proprio catalogo. Il rivenditore vende il bene presente nel magazzino del distributore ed incassa il pagamento. A questo punto, il rivenditore contatta il grossista e ordina a sua volta il prodotto, pagando con una parte degli ingressi giunti dal cliente finale. Il grossista si fa caricao di recapitare al cliente il bene, come se fosse il rivenditore stesso a spedirlo. Insomma. il venditore propone merce presente nel magazzino di un altro.

Fabrizio Cannatelli

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.