Come risalire al chiamante di una telefonata anonima

Ricevi spesso telefonate moleste da numeri anonimi? Vuoi risalire al chiamante di una telefonata anonima ma non sai come fare? E’ possibile che qualcuno ti abbia preso di mira con scherzi o minacce verbali oppure che qualche call center voglia propinarti qualche abbonamento.

Tranquillo se non lo sai puoi bloccare qualsiasi stalker e registrare persino le loro chiamate risalendo al Caller ID attraverso un’applicazione chiamata Whooming, un servizio che può essere utilizzato gratuitamente e che, se attivato, ti consente di risalire alla numerazione nascosta per scoprire chi si cela dietro il telefono.

Usare Whooming e risalire al chiamante di una telefonata anonima, è semplicissimo: quando ricevi una chiamata anonima devi rifiutarla e andare poi sul sito del servizio dove potrai visualizzare il numero in chiaro. Utilizzando la versione free di Whooming il numero privato sarà completamente visibile solo dopo 24 ore.

 Come risalire al chiamante di una telefonata anonima

Ecco come risalire al chiamante di una telefonata anonima attraverso Whooming.

Il primo passo da compire per capire come risalire al chiamante di una telefonata anonima è quello di registrarsi al servizio di Whooming andando sul sito ufficiale. Clicca sul tasto Registrati e scegli se registrarti con il tuo account Facebook o con la tua email.

Riceverai per posta elettronica la password temporanea con cui accedere al servizio. Dopo aver ricevuto l’email, devi ritornare sul sito e accedere con user e password temporanea per poi cliccare sul tasto Accedi.

Whooming

Premi quindi il pulsante Aggiungi numero e seguendo la procedura guidata inserisci il tuo numero di telefonino.

Premi Continua, seleziona Deviazione su occupato e vai sul tuo telefonino. Digita il numero mostrato sul PC e tocca il tasto verde di chiamata in modo da attivare la deviazione verso il numero di servizio Whooming quando occupato.

Dopo aver fatto questo passaggio, avrai 30 secondi per verificare il tuo numero di telefono e completare la procedura di attivazione. Per farlo, da un altro telefono, chiama il tuo numero e rifiuta la telefonata. Se l’operazione è stata eseguita correttamente, sul PC verrà visualizzato un messaggio che ti confermerà che la verifica è andata a buon fine.

Ora quando riceverai una chiamata da un numero anonimo, non devi fare altro che rifiutarla e recarti sul sito di Whooming nella sezione Elenco chiamate per visualizzare dopo 24 ore, per la versione Free, il numero dello stalker.

 

Registrare la chiamata dello stalker

Se oltre a scoprire il numero di una chiamata anonima hai anche la necessità di registrare tale chiamata, non devi fare altro effettuare una ricarica per avere attivi i servizi Parla con lo stalker e Registra la chiamata con lo stalker.

Servizi aggiuntivi Whooming

Il servizio Parla con lo stalker ha un costo di 20 centesimi al minuto e permette di scoprire subito il chiamante, ti basta rifiutare la chiamata e il cellulare squillerà di nuovo per visualizzare il numero in chiaro.

Il servizio Registra la chiamata con lo stalker, permette di registrare la chiamata e di scaricarla in formato MP3 ad un costo di 10 centesimi al minuto, e può essere utilizzato solo se hai attivato anche Parla con lo stalker.

Entrambi i servizi possono essere abilitati nell’area Configurazione del proprio account, come anche il servizio SMS anonimi, che permette di ricevere il numero dello stalker via SMS ad un costo di 20 centesimi ad SMS.

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

Fabrizio Cannatelli

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *