Come inviare email che si autodistruggono

0 Condivisioni

Vuoi inviare email che si autodistruggono come nei film di 007? Vuoi sapere come inviare email o messaggi senza lasciare tracce? Se non lo sai esistono degli strumenti capaci di mantenere segrete le informazioni contenute e inviate via email.

Se vuoi scoprire quali sono le applicazioni che ti permettono di inviare email che si autodistruggono senza lasciare tracce, tutto quello che devi fare è continuare a leggere questa guida.

email che si autodistruggono

Le migliori app per inviare email che si autodistruggono

PrivNote consente di inviare un messaggio testuale a qualsiasi destinatario generandone un link. Quando il messaggio verrà visualizzato questo si autodistrugge. I messaggi vengono conservati per un massimo di 30 giorni. Inserendo il proprio indirizzo email è possibile ottenere la notifica di lettura.

DestructingMessage, è un servizio che permette di inviare un messaggio che si autodistrugge dopo essere stato letto. Usarlo è semplice e inoltre è completamente anonimo. Basta   andare nella Home del sito digitare il testo e scegliere come mandarlo, se generare un link al messaggio che potrai inviare o attraverso un programma di messaggistica o attraverso un’email che conterrà appunto il link al messaggio. Puoi infine impostare il tempo di autodistruzione che parte non appena il link verrà cliccato. I messaggi devono essere letti entro 90 giorni.

Cloakmy, è un’applicazione che rispetto alle altre consente di creare messaggi elaborati scegliendo formattazione,colori e allegando immagini. Si può anche aggiungere una password e impostare la modalità per tutelare la privacy: è possibile decidere se fare in modo che il messaggio si autodistrugga dopo la visualizzazione oppure dopo un certo periodo di tempo.

Burn Note, può essere utilizzato sia attraverso il Web che attraverso l’app per Android e iOS. Dopo aver creato un account, puoi digitare il messaggio e inserire l’email del destinatario o generare un link al messaggio.  E’ possibile impostare il tempo di autodistruzione tra 1 e 120 secondi, aggiungere una password e attivare la funzione che previene la copia del messaggio impedendo la cattura di uno screenshot.

TMWSD, è usato per creare messaggi che si autodistruggono dopo la lettura ed impostare una password di protezione. Puoi decidere anche di creare più URL allo stesso messaggio e, registrando un account, visualizzare i messaggi creati e gestire gli URL in un secondo momento.

OneShar.es, consente di inviare messaggi criptati di 1.000 caratteri che si autodistruggono. Non appena il destinatario clicca sul link per leggerlo, il messaggio si autodistrugge. E’ possibile come per tutti gli altri servizi del genere, impostare un tempo trascorso il quale il messaggio viene cancellato, anche se non è stato letto. E’ disponibile l’app per Android e iOS.

Crypt-A-Byte, oltre alla condivisione dei messaggi, permette anche di allegare file della dimensione massima di 100 MB in modo criptato. Si può anche impostare una notifica per la ricezione dei messaggi, generare password sicure e utilizzare l’app portatile per desktop.

QuickForget, non occorre nessuna registrazione e per ogni invio si può impostare il numero di volte che può essere visualizzato prima della cancellazione o il tempo di vita specificato in ore o frazioni di ore.

Due.Im, il destinatario ha solo 24 ore per leggere il messaggio, trascorse le quali si autodistruggerà. E’ possibile aggiungere un ulteriore livello di protezione con una password e, se non ne avete in mente nessuna, il sito offre un servizio di generazione password automatico.

Enigmail, è un’estensione compatibile con il client di posta Mozilla Thunderbird che può quindi essere utilizzata con qualsiasi indirizzo email configurato nel programma. I messaggi vengono firmati digitalmente e possono essere crittografati in modo che solo il ricevente possa leggerli.

Sbwave Email Encryption, è un altro servizio online che consente di inviare messaggi di posta elettronica protetti a chiunque. Quando compili il messaggio devi digitare la chiave necessaria per la crittografia dello stesso, che deve essere comunicata al ricevente, altrimenti non potrà decifrarlo.

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.