I migliori Smartband per il fitness: guida all’acquisto

In questo articolo ti svelerò i migliori smartband per il fitness in offerta sul mercato. Si tratta di activity tracker o device indossabili, che stanno prendendo sempre più piede tra gli amanti del fitness con aziende come Jawbone e FitBit sempre più all’avanguardia.

Gli smartband detti anche braccialetti sono dei piccoli device che consentono a chi li indossa di monitorare funzioni rivolte agli sportivi, attraverso dei sensori presenti nei cinturini da polso dalle tante colorazioni.

smartband migliori

In comunicazione con i dispositivi mobili Android e iOS, gli smartband, attraverso il Bluetooth Low Energy, scaricano le informazioni acquisite grazie all’utilizzo di un’applicazione ad hoc installata sullo smartphone compatibile. Lo smartband consente di monitorare le calorie consumate, il conteggio dei passi, la qualità del sonno, del battito cardiaco e tante altre funzionalità.

La scelta tra i migliori smartband proposti in questo post deve ricadere sulla capacità di riepilogare le informazioni raccolte sul display, sulla impermeabilità e leggerezza fino alla interazione con applicazioni di terze parti.

Continua a leggere per scoprire i migliori smartband per il fitness in offerta ed i più utilizzati dagli utenti, e quali sono le loro caratteristiche.

Withings Activité Pop

Withings Activitè Pop

Capace di monitorare passeggiate, corse e nuoto con una batteria che consente un’autonomia di otto mesi, il Withings Activité Pop integra una normale batteria da orologio ed è la fascia fitness del test con il minor costo d’esercizio oltre la spesa iniziale d’acquisto. Opera su una scala da 0 a 100 mostrando chiaramente la percentuale raggiunta, la lettura dei dati sull’attività fitness e la possibilità di impostare obiettivi avviene tramite l’app abbinata. Attraverso grafici colorati, fornisce una lettura dettagliata dei passi eseguiti e il suo unico limite è di non essere facile da navigare.

E’ presenza anche la funzione sveglia da impostare sull’app. L’Activité Pop non ha uno schermo touch e fa molto affidamento sul telefono al quale è connesso.

Pro: dispositivo facile da usare e molto affascinante.

Contro: l’app non è molto intuitiva e l’aspetto è quello di un orologio minimalista.

Garmin Vivofit 2

Garmin Vivofit 2

Robusto e con cinturino in gomma, la fascia Vivofit 2 presenta notevoli qualità. Lo schermo del Vivofit 2 è grande, nitido e luminoso. Il cinturino si adatta comodamente al polso ed è il più bello tra quelli delle tradizionali fasce fitness. La batteria vanta un’autonomia di circa un anno prima di dover essere sostituita acquistandola nella maggior parte dei supermercati. Le batterie sono due ma il suo costo è molto più economico rispetto a smartband della stessa fascia di prezzo. Sincronizzare il Vivofit 2 con il telefono è un’operazione difficile, ma una volta accoppiati i due dispositivi, la fascia è molto affidabile. L’app Garmin Connect è semplice da usare e mostra dati in una serie di righe.

Consente di scorrere i dati  dei giorni precedenti e di filtrare le informazioni. Il Contapassi è preciso e intuitivo. Nel caso in cui decidi di fermarti per troppo tempo, attento perché il Vivofit 2 con un ronzio ti inviterà a muoverti nuovamente.

Pro: prezzo interessante, autonomia batteria, materiale di qualità.

Contro: il display mostra i dati sempre e solo per la sua lunghezza, l’angolo di lettura dello schermo non è molto comodo.

Huawei Talkband B2

Huawei Talkband B2

Questa fascia fitness integra un modulo rimovibile che può funzionare come auricolare Bluetooth lasciando libere le mani e aumentandone notevolmente il costo di acquisto. La forma rettangolare dello schermo, di 18,5 millimetri, lo rende molto simile al Vivofit 2 con la differenza che la lettura nel Talkand B2 avviene verticalmente. Il display è sensibile al tocco e permette di commutare tra la visualizzazione dell’ora, del contapassi giornaliero e delle calorie bruciate. 

I disegni mostrati, evidenziano quanto si sia vicini agli obiettivi quotidiani e a quanto tempo è passato nei vari cicli di sonno. Purtroppo, il monitoraggio di questi dati non è sempre perfetto. L’autonomia della batteria del B2 oscilla intorno ai cinque o sei giorni d’uso e si riduce se lo usi per eseguire chiamate.

Pro: look perfetto.

Contro: costo elevato, imprecisioni nella misurazione delle attività.

Moov Classic

Moov Classic

E’ una fascia fitness per gli appassionati di esercizi fisici. Ha cinque app abbinabili, ognuna per una specialità diversa: corsa, nuoto, ciclismo, cardio boxe e camminata. Questo permette di mantenere separati i diversi allenamenti e ogni app si adatta alla sua attività.

Non ha interfaccia e al presenza di un normale quadrante d’orologio è una notevole aggiunta. Moov durante gli esercizi comunica di accelerare o rallentare e sa misurare la velocità attuale fornendo informazioni come l’efficienza dell’esercizio e la forma fisica.

Ottimo strumento per un appassionato di fitness, mancano però le normali funzioni quotidiane come il contapassi. L’autonomia dipende dall’uso, ma in generale prima di ricaricarlo dovrebbe passare almeno una settimana. Costo 99€.

Pro: app di alta qualità, porta micro USB

Contro: design non comodo, assenza di alcune informazioni.

FitBit Flex

FitBit Flex

Questo smartband è forse il più popolare e conosciuto tra gli utenti. FitBit Flex è costituito da un piccolo computer, un nocciolo estraibile dal resto del braccialetto, che può essere inserito all’interno di cinturini di diverso colore o nell’apposita basetta per la ricarica.

Il nucleo centrale presenta 5 led che si illuminano per indicare i passi effettuali rispetto all’obiettivo giornaliero impostato e, in fase di ricarica, il livello della batteria. L’accelerometro incorporato si interfaccia con l’apposita applicazione mobile per misurare i passi compiuti, le calorie bruciate, la distanza percorsa e la qualità del sonno. 

Comunica con tutti i dispositivi mobili Android, iOS, Windows Phone attraverso il Bluetooth Low Energy e grazie all’accelerometro riesce a misurare le calorie bruciate, i passi compiuti, la distanza percorsa e addirittura la qualità del sonno.

La batteria dura 5 giorni, e l’impermeabilità lo contraddistingue da tutti gli altri smartband competitor. E’ infine in grado di sincronizzarsi con importanti app per il fitness come Runkeeper e MyFitnessPal.

Pro: il piccolo computer estraibile per essere inserito in cinturini di diverso colore, l’impermeabilità, leggerezza.

Contro: cambi di modalità non sempre veloci.

FitBit Charge HR

Fitbit Charge

Identico al predecessore, il FitBit Charge HR si presenta come un braccialetto con le stesse caratteristiche del Flex, ma con l’aggiunta di un sistema di monitoraggio cardiaco chiamato PurePulse. Questa utility ascolta la frequenza del battito cardiaco sia in allenamento che nelle normali attività quotidiane. Oltre PurePulse, FitBit Charge ha altre feature:

  • Aerobica, per le prestazioni aerobiche
  • Picco, utile per il miglioramento della resistenza nel fitness
  • Grasso bruciato, per bruciare grassi.

Più ingombrante del Flex, il Charge HR ha un piccolo display OLED monocromatico per accedere velocemente ai dati. 

Come il Charge, l’HR presenta anche l’altimetro per registrare i piani saliti, la Funzione chiamate in arrivo, la Batteria della durata di 5 giorni e l’app MobileRun che oltre a raccogliere le informazioni, aiuta a raggiungere gli obiettivi fissati.

Pro: Il sistema di monitoraggio cardiaco chiamato PurePulse.

Contro: leggermente ingombrante, mancata certificazione IP68.

FitBit Surge

Fitbit suger

Il display è ingombrante e poco leggero. Possiede le classiche funzioni della famiglia FitBit ma con qualcosa in più: display touchscreen transflective, accelerometro, compasso digitale, giroscopio, altimetro, sensore luce ambientale e monitoraggio del battito cardiaco GPS. Quando la luce esterna è bassa, il sensore di luminosità interagisce attraverso la retroilluminazione del pannello. La vibrazione del dispositivo è utile per svegliare l’utente o per notificarlo di un messaggio o una chiamata in arrivo. Tra le feature ci sono: la registrazione del sonno in automatico e la possibilità di gestire FitBit Surge attraverso il display integrato.

Oltre al controllo dei battiti del cuore, ai passi compiuti e ai piani di scale effettuati, il Surge ha una modalità Multi-Sport che consente di impostare un’attività fitness (pesi, corsa, bicicletta, escursione, ecc.) da intraprendere. Comunica perfettamente con i dispositivi mobili con sistema operativo Android, iOS, Windows Phone e PC.

Resistente all’acqua, è sconsigliato utilizzare il Surge in piscina. La batteria ha una durata di 7 giorni.

Pro: display visibile in ogni condizione di luce, la modalità Multi-Sport.

Contro: non c’è interazione con le notifiche delle app di terze parti.

Sony Smartband 2 o SWR12

Sony Smartband 2

Evoluzione del predecessore, il Sony 2 presenta nuovi sensori per il battito cardiaco. Il core del bracciale è delle stesse dimensioni del modello precedente, è possibile dunque sfruttare i cinturini del primo smartband. Le funzionalità rilevanti sono oltre al sensore per il battito cardiaco, la batteria dalla durata di 2 o 5 giorni, la Certificazione IP68  che ne permette l’impermeabilità fino a una profondità di 3 metri. 

Qualità, colori e alta tecnologia caratterizzano questo dispositivo, che consente di impostare ad un orario preciso la modalità notte. Sa discernere la corsa dalla camminata, calcolando le calorie bruciate. L’app LifeLog si integra perfettamente con il Sony Smartband 2 e grazie ad una grafica accattivante si può monitorare le attività registrate.

Lo smartband della Sony è dotato di NFC per connettersi rapidamente agli smartphone. La batteria dura circa 5 giorni.

Pro: rilevamento automatico del sonno, sensore battito cardiaco, chip NFC, certificazione IP68, porta microUSB.

Contro: la batteria ha un’autonomia di soli 2 giorni.

Sony SWR30 Smartband Talk

Sony SWR30 Smartband Talk

Dotato di un display E-ink da 1.4 pollici con 296×128 di risoluzione, il Sony SWR30 Smartband Talk ha un microfono integrato e batteria da 70mAh. Oltre ai sensori di altimetro e accelerometro, presenta NFC, Bluetooth 3.0 e micro-USB per la ricarica.

Come il Sony Smartand 2 anche l’SWR30 è impermeabile grazie alla certificazione IP68. Design bellissimo presenta la seguenti dimensioni:  23.5×9.5 ed un peso di 24gr.

Pro: speaker e microfono ne consentono l’utilizzo come un vivavoce da polso, leggero e versatile, porta microUSB, certificazione IP68 e impermeabilità, schermo E-Ink da 1,4″.

Contro: nell’oscurità c’è bisogne di una fonte di luce, batteria discreta ma non ottima.

Xiaomi Mi Band

Xiaomi Mi Band

Simile a molti altri smartband per linee estetiche e funzionalità, lo Xiaomi Mi Band, dell’azienda cinese si propone con un prezzo decisamente irrisorio. Le sue caratteristiche sono, Bluetooth Low Energy per comunicare con i dispositivi Android, Accelerometro per contare i passi e le calorie bruciate. Batteria dalla durata di 1 mese o poco più, impermeabile per la certificazione IP67. Tra le funzionalità smart ci sono: vibrazione per le chiamate ricevute, modalità sveglia (Smart Alarm), percentuale di passi effettuati attraverso tre piccoli led presenti sulla basic land.

Pro: prezzo notevolmente basso rispetto ai competitor.

Contro: non comunica con altre applicazioni di terze parti.

Samsung Gear Fit

Samsung Gear Fit

A metà tra uno smartband e smartwatch, il Gear Fit è un ottimo personal tranier. Oltre all’accelerometro, cardiofrequenzimetro, giroscopio che svolgono il monitoraggio delle distanze percorse, calorie bruciate, passi effettuati, qualità del sonno e frequenza cardiaca, il Gear Fit ha un’autonomia di circa 3 giorni e una certificazione IP67 per l’impermeabilità del dispositivo. Vibrazione e comunicazione con dispositivi Samsung Galaxy Android attraverso il Bluetooth Low Energy, il Samsung Gear Fit ha effettivamente due core: quella smartband, per la visualizzazione delle informazioni provenienti dal telefono, e quella smartwatch

Display curvo Amoled da 1.84 pollici, il Gear Fit puo’ essere immerso ad un metro di profondità fino ad un massimo di 30 mn. 

Pro: notifiche perfette, compatibilità con S-Health, impermeabile e antipolvere.

Contro: non accurato nella misura dei battiti e dei passi.

LG Life Band touch

LG Lifeband

Si tratta di un activity tracker molto smart, ma con feature notevolmente avanzate come l’altimetro, l’accelerometro, per monitorare calorie, passi e distanza, un display OLED full touch per consultare i processi giornalieri e visualizzare le notifiche delle chiamate e messaggi in arrivo. La durata della batteria è di 2/3 giorni e la comunicazione con i dispositivi Android e iOS avviene sempre attraverso il Bluetooth Low Energy (BLE). Oltre a visualizzare data e ora, il Lifeband resiste agli schizzi d’acqua ma non è impermeabile.

Pro: ottimo per la corsa, display touch.

Contro: non è impermeabile, poche funzionalità, non notifica l’ID chiamante, un solo obiettivo riguardante le calorie bruciate, autonomia scarsa, collegandolo al PC non si ricarica.

Nike Fuelband (seconda versione)

Nike Fuelband

Prodotto con cura dei dettagli e per l’estetica. Il Fuelband della Nike presenta diversi colori che rendono più bella la parte interna del bracciale. Il display è intuitivo e consente di visualizzare diversi parametri. Tra le feature abbiamo, un accelerometro per monitorare calorie, passi e durata sonno, il Bluetooth Low Energy per la comunicazione con dispositivi mobili Android e iOS, resistenza all’acqua e durata della batteria purtroppo non indicata. 

Pro: compatibilità con le varie attività sportive e possibilità di aggiungere sessioni di attività

Contro: la durata della batteria è sconosciuta.

Jawbone Up2

Jawbone Up2

Dispositivo innovativo e con un hardware avanzato, il Jawbone up2 è stato lanciato in questo 2015 in sostituzione dell’up3, presentato nel 2014. La casa americana propone un bracciale con le stesse caratteristiche estetiche dell’Up3 e le funzioni tecniche dell’Up24. Rispetto alle versioni precedenti, l’Up2 ha cambiato alcuni aspetti, come i Led posti sulla parte superiore del dispositivo attivabili picchiettando sul dorso del dispositivo e utile per passare dalla modalità notte a quella giorno. Per il resto troviamo l’accelerometro, il Bluetooth Low Energy, un parco sensori per misurare il sonno, i sensori per il controllo del battito cardiaco. La batteria dura circa 7 giorni.

Pro: leggero, bello esteticamente, applicazione all’altezza.

Contro: non è impermeabile, quindi non è possibile portarlo in piscina, non vibra.

Misfit Shine

Misfit Shine

Uno dei più bei bracciali, il Misfit Shine nasce da un intenso lavoro di design e ingegneria. Il cuore o nocciolo, è piccolo e leggero e può essere indossato in vari modi, come una collana, un orologio e via dicendo. Tra le feature troviamo, l’accelerometro a 3 assi per misurare la distanza percorsa, le calorie bruciate, la qualità del sonno e la distanza percorsa.

Non mancano il Bluetotth Low Energy per comunicare con i dispositivi mobili, l’impermeabilità, il cuore metallico con piccoli led, il riconoscimento automatico delle attività fisiche come la bici, il noto, la corsa.

Pro: impermeabilità fino a 50m di profondità, portabilità, eleganza, scelta dei materiali, durata batteria 4 mesi.

Contro: non vibra, non ha un controllo del battito cardiaco, i 12 LED sono leggibili solo al buio o in penombra, batteria non ricaricabile, supporto limitato per il mondo Android.

Fabrizio Cannatelli

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.