Dopo WhatsApp e Instagram Facebook acquisisce Oculus

Dopo l’acquisizione di WhatsApp, Facebook ha spiazzato tutti acquisendo per 2 miliardi di dollari Oculus VR, l’azienda produttrice del visore per la realtà virtuale Oculus Rift.

Facebook si espande, e dopo il mondo della fotografia con Instagram e della messaggistica con WhatsApp, è il turno della realtà virtuale.

Oculus Rift

Oculus Rift, è infatti, un visore pensato esclusivamente per i videogiochi con uno schermo che disegna due immagini, una per occhio, per immergere completamente il giocatore nel mondo virtuale. Sensori e accelerometri riproducono il movimento della testa nell’ambiente di gioco; basterà muovere il capo, come nella realtà, per guardarci attorno.

Ma Oculus Rift non è solo videogame; questo dispositivo sa adattarsi alle tantissime applicazioni consentendo anche la visione di un film o la navigazione sul web.

Come afferma Zuckerberg: “Oculus ha le capacità di creare la piattaforma più sociale possibile, e cambiare il modo in cui lavoriamo, giochiamo e comunichiamo”. E ancora: “Immaginate di poter vedere una partita a bordo campo, di consultarvi con un medico faccia a faccia, oppure studiare in una classe con professori e alunni collegati da ogni parte del mondo“.

Al momento Oculus VR non ha ancora nessun prodotto sul mercato anche se è possibile ordinare la seconda versione del kit di sviluppo a circa 350 dollari; ne sono già stati venduti 75mila e considerando che stiamo parlando di un prototipo non sono poi tanto pochi. Sicuramente con l’acquisizione di Facebook i tempi di produzione cambieranno notevolmente anche perché Sony e Microsoft, che stanno lavorando sullo stesso fronte, non staranno a guardare.

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

Non esitate a lasciare le Vostre impressioni o a porre domande.

Fabrizio Cannatelli

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *