Come recuperare uno smartphone caduto in acqua

0 Condivisioni

Il tuo smartphone si è bagnato? Accidenti se sei certo che il tuo dispositivo mobile non è impermeabile o resistente agli spruzzi d’acqua, allora devi assolutamente correre ai ripari e continuare a leggere questo articolo, perché ti racconterò come recuperare uno smartphone caduto in acqua.

Recuperare uno smartphone caduto in acqua non è sempre facile e non è detto che i consigli che ti darò in questo articolo ti aiuteranno a rianimare il tuo telefono, ma tanto vale provare.

Come recuperare uno smartphone caduto in acqua

Se non sei certo del livello di impermeabilità del tuo telefonino, devi sapere che oggi sono in commercio modelli testati per resistere in acqua fino a 1,5 metri di profondità per un tempo massimo di circa mezz’ora.

Questi modelli indicano sulla confezione, o sul manuale di istruzione che li accompagna, la certificazione IP68. Il primo numero specifica l’impermeabilità alle polveri, il secondo ai liquidi. La specifica immediatamente inferiore è la IP67, in questo caso il modello resiste immerso in acqua per mezz’ora alla profondità massima di 1 metro.

Certificazione IP68

Tutti quei modelli che indicano certificazioni IP inferiori con numeri più bassi, sono invece impermeabili agli spruzzi d’acqua ma non possono essere immersi. In tutti casi va considerato che eventuali sportelli con guarnizioni, che ricoprono le porte USB o di altro tipo, devono essere perfettamente chiusi per garantire la tenuta stagna della scocca.

Va anche detto che, in linea generale, è sempre consigliabile evitare di premere tasti quando il cellulare è bagnato o immerso.

Se dopo questa doverosa precisazione vuoi comunque recuperare uno smartphone caduto in acqua non impermeabile, il primo passo da fare è quello di spegnere subito il cellulare e asciugarlo esternamente con un panno.

Rimuovi tutte le eventuali schede SIM e Micro SD e la batteria. Evita poi di scuoterlo per fare uscire acqua e di utilizzare un fon, perché potresti far penetrare il liquido ancora più a fondo.

Dai vari fori o aperture della scocca cerca di estrarre il liquido con un aspirabriciole oppure con un piccolo aspirapolvere.

Come recuperare uno smartphone caduto in acqua

Per eliminare l’umidità interna, puoi avvalerti del riso: metti il telefonino in una ciotola e ricoprilo di riso per due o tre giorni e buona fortuna.

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.