Una novità nell’allenamento in casa: la bici ellittica

0 Condivisioni

Nella frenesia quotidiana sono sempre di più le persone che non trovano il tempo di frequentare una palestra o praticare una costante attività fisica fuori casa: per questo sta prendendo sempre più piede l’Home Fitness, ovvero l’allenamento praticato tra le mura di casa propria, che consente di continuare a dedicarsi alla cura del proprio corpo pur avendo poco tempo a propria disposizione.

Segui Informarea su Telegram

Tra le novità dell’Home Fitness non possiamo non parlare della bici ellittica, chiamata anche cross trainer, il cui successo arriva direttamente dagli Stati Uniti. Vediamo quindi cos’è l’ellittica e quali benefici porta.

La Bici ellittica

L’ellittica è né più né meno che un’evoluzione della cyclette, alla quale si aggiunge la possibilità di pedalare all’indietro e di allenare anche la parte superiore del corpo (braccia e spalle). In particolare, essa si compone di: due pedane laterali, un volano, due manubri verticali, ed una consolle.

Con la pedalata in avanti si sollecitano in particolare quadricipiti, glutei e addominali; con la pedalata indietro si allenano i muscoli posteriori della coscia, infine con il movimento della parte superiore dell’ellittica si allenano tutti i muscoli delle braccia nonché i pettorali. E’ possibile inoltre effettuare allenamenti cardiovascolari per aumentare la propria resistenza sotto sforzo.

La caratteristica fondamentale dell’ellittica è il movimento fluido e morbido con cui si eseguono gli esercizi: questo comporta un rischio praticamente nullo di infortuni in quanto non sono presenti movimenti o sollecitazioni pericolose. I due tipi di movimento principale sono il movimento circolare (tipo pedalata) e quello di spostamento (tipo sci di fondo). I due movimenti avvengono in contemporanea e in maniera armonica, ed allenano sia i muscoli superiori (braccia, spalle, addominali) sia quelli inferiori (tutti i principali muscoli della gambe).

Muscoli sviluppati con la bici ellittica

I diversi tipi di ellittica si possono distinguere in base alla lunghezza di falcata:

  • Inferiore a 1 metro: spesso la loro lunghezza non è sufficiente per proporre un reale movimento ellittico fluido, quindi il movimento delle gambe resta piuttosto circolare.
  • Tra 1 m e 1,30 m: in questo caso l’ampiezza della falcata risulta più fluida e morbida. Sono ellittiche piacevoli da utilizzare e la parte superiore del corpo (braccia, busto e schiena) viene particolarmente sollecitata durante la seduta, consentendo un allenamento adatto a tutti i livelli.
  • Superiore a 1,30 m: in questo caso si parla di ellittiche di alta qualità dotate di una struttura molto robusta e di un’ampiezza di corsa notevole. In genere si consigliano agli utilizzatori alti più di 1,80 m.

Vediamo quindi quali sono i benefici dell’ellittica:

  • Bruciare una maggiore quantità di calorie rispetto a cyclette e tapis roulant: infatti 10 minuti di ellittica valgono come mezz’ora di tapis-roulant;
  • Allenare tutti i muscoli degli arti inferiori contemporaneamente, grazie alla doppia pedalata, avanti e indietro;
  • Si possono effettuare anche allenamenti cardiovascolari;
  • Può essere utilizzata anche con finalità riabilitative, per esempio in seguito ad un infortunio.
Segui Informarea su Telegram

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.