Come trasferire file di grandi dimensioni fino a 150 MB con WhatsApp

Sei su WhatsApp e vuoi scambiare file di grandi dimensioni ma non sai come fare? Con un piccolo trucco è possibile trasformare l’app più famosa del mondo in un vero e proprio “file transfer” per condividere documenti (doc, PDF, ecc.), applicazioni (exe, APK,ecc.), immagini senza perdita di qualità (senza il ridimensionamento applicato da WhatsApp) e video in HD, il tutto con dimensioni fino a 150MB.

WaSend

Il segreto si chiama WaSend, un’applicazione gratuita che permette di nascondere ogni tipo di file dietro un video e di inviare dimensioni oversize. Ma vediamo come fare.

Apriamo il Play Store di Google dallo smartphone e facendo tap sull’icona a forma di lente di ingrandimento cerchiamo WaSend. Scarichiamo e installiamo l’applicazione per renderla subito operativa. Terminato il procedimento avviamo l’applicazione dalla Home.

All’avvio di WaSend, dalla memoria del dispositivo selezioniamo il file che vogliamo inviare toccando Aggiungi: ricordiamoci che la dimensione massima del file non deve superare i 150 MB. Quest’ultimo verrà spezzettato in tanti file da 15 MB, camuffati da video, per ingannare WhatsApp.

WaSend invia file

Tocchiamo Invia per selezionare il contatto al quale inviare il file. Naturalmente anche il nostro destinatario dovrà installare WaSend, in questo modo potrà ricevere immediatamente il video contenente il file o i files allegati e non dovrà fare altro che aprirlo in WaSend.

File ricevuti in WaSend

L’app ne decodificherà automaticamente il contenuto e salverà i file allegati in una cartella di download (specificata in File Ricevuti e modificabile) accessibile tramite il file manager integrato in Android, oppure con applicazioni di terza parti come ES Gestore File (scaricabile sempre dallo Store di Google).

L’app è gratuita ma con pubblicità, la versione senza pubblicità costa invece 0,99 euro.

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *