Come recuperare filmati da CD/DVD danneggiati

0 Condivisioni

I CD o DVD con il tempo tendono a rovinarsi ed a diventare illeggibili, ecco perché se disponi di questi supporti è sempre consigliabile creare dei backup su hard disk esterni o chiavette USB. Graffi, cadute accidentali e deterioramento sono le cause principali che rovinano un CD/DVD.

Fortunatamente, per recuperare filmati da CD/DVD danneggiati su Windows, esiste un programma chiamato Get My Videos Back!.

Come recuperare filmati da CD/DVD danneggiati

Si tratta di un programma che dispone di diverse funzioni e opzioni per salvare i file multimediali. La sua capacità è quella di identificare automaticamente il tipo di supporto di origine per impostare il miglior risultato possibile. Grazie ad una mappa settoriale potrai vedere il completo progresso della procedura di ripristino. Puoi vedere anche il conteggio degli errori e la dimensione dei dati salvati. Nel software è presente anche un file di registro per identificare il tipo di errore presente nel disco rovinato.

GMVB non necessita di installazione e può essere scaricato direttamente da questa pagina. Cliccando sul pulsante verde Download conferma il salvataggio del file GMVBxxxx.zip e clicca su OK. Al termine del download, apri il file zippato che hai appena salvato e scompattalo in una cartella del computer con un programma di compressione come Winzip o WinRar.

Dopo aver scompattato Get My Videos Back!, clicca due volte sul file GMVB.exe per avviarlo. Inserisci il CD o DVD nel lettore DVD del PC e clicca su Open and Start per selezionare il file audio/video che non riesci più a leggere.

Come recuperare CD/DVD con GMVB

Clicca su Apri, seleziona la cartella in cui vuoi salvare il file recuperato e conferma il tutto cliccando su Salva.

Questo tool utilizza la modalità byte, una funzione in grado di leggere il file da byte a byte consentendo una lettura su quei supporti di origine che presentano graffi di piccole dimensioni. La modalità byte è una funzione molto efficace, ma potrebbe diventare onerosa e allungare i tempi di ripristino poiché utilizza una grande quantità di risorse di sistema.

Get My Video Back! permette di salvare il tuo lavoro e di proseguirlo in un secondo momento in diversi tipi di file come: MP3, MP2, WMA, MKV, AVI, MPEG e tanti altri.

Un’altra soluzione per recuperare filmati da CD/DVD illeggibili è attraverso il software Roadkil’s Unstoppable Copier. Si tratta sempre di un tool gratuito, disponibile anche in italiano, per Windows e Linux e scaricabile da questa pagina. Clicca sul pulsante Download e salva il file UnstopCpy_x_x_Win2K_UP_Setup.exe in una cartella del tuo computer. Al termine del download clicca due volte sul file appena scaricato per far partire l’installazione.

 Roadkil's Unstoppable Copier

Conclusa l’installazione, avvia Roadkil’s Unstoppable Copier ed inserisci il disco rovinato nel lettore del PC. In corrispondenza di Sorgente clicca su Sfoglia e indica la lettera riguardante il lettore DVD. In Destinazione, invece, specifica la cartella in cui vuoi far copiare i file recuperati.

Vai poi in Impostazioni e scegli se effettuare un Recupero dati approfondito oppure un Recupero veloce. Il primo permette di recuperare più dati, ma impiegherà più tempo nell’elaborazione.

Conclusa la configurazione clicca su Copia e attendi la fine del processo.

Come vedi recuperare filmati da CD/DVD danneggiati con i tool indicati è semplicissimo, non ti rimane che provarli e incrociare le dita.

Per altre soluzioni su come recuperare CD/DVD danneggiati puoi dare un’occhiata a:

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.