Come disattivare la schermata di blocco di Windows 10

0 Condivisioni

Se sei passato a Windows 10 e vuoi disattivare la schermata di blocco? Bene, allora è il caso di dedichi a questo articolo alcuni minuti del tuo tempo libero, perché devi sapere che la procedura per rimuovere la schermata di blocco è piuttosto lunga e impegnativa.

Tutto quello che devi fare è leggere attentamente quello che sto per dirti perché al termine capirai come disattivare schermata di blocco Windows 10.

come disattivare la schermata di blocco di Windows 10

Il primo passo da compiere per eseguire la procedura di rimozione della schermata di blocco è quello di andare in Pannello di controllo > Sistema e sicurezza > Strumenti di amministrazione > Utilità di pianificazione.

Nel menu Azione scegli Crea attività. In Nome devi scrivere Blocco schermo e spuntare la voce Esegui con i privilegi più elevati.

In Configura per: applica Windows 10.

Utilità Pianificazione - Come disattivare schermata di blocco

Spostati nella scheda Attivazione. Scegli Nuovo e metti Avvia l’attività: All’accesso.

Spunta Qualsiasi utente. Conferma con Ok e premi ancora Nuovo. Stavolta, in Avvio attività: metti Allo sblocco della Workstation.

Come disattivare blocco schermata windows 10

Passa alla cartella Azioni e anche qui fai clic su Nuovo. In Operazione: lascia Avvio programma.

Sotto Programma o script metti reg. In Aggiungi argomenti (facoltativo) imposta il seguente percorso: add HKLM\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Authentication\LogonUI\SessionData /t REG_DWORD /v AllowLockScreen /d 0 /f.

Conferma con OK.

Come disattivare blocco schermata windows 10

Ora spostati in Condizioni. Spunta Avvia l’attività solo se il computer è alimentato da rete elettrica.

Sei riuscito a disattivare schermata di blocco Windows 10.

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.