Come bloccare l’installazione di programmi indesiderati

0 Condivisioni

Hai inavvertitamente installato un programma che non volevi? Hai scaricato da internet un programma gratuito in inglese e durante l’installazione ti sei accorto di aver installato anche altre applicazioni, come toolbar e antivirus, che non intendevi assolutamente ritrovarti nel PC?

Unchecky

Purtroppo accade spesso, bloccare l’installazione di programmi indesiderati durante la fase di installazione del programma scaricato da Internet non sempre è così facile soprattutto se gli utenti non si accorgono dei programmi proposti.  La superficialità e la mancata spunta delle checkbox, che se non disattivate provvedono ad installare appunto altri software, sono la causa maggiore di questa problematica.

Si tratta spesso, come dicevo prima, di toolbar fastidiosissime e adware che possono essere anche difficili da rimuovere.

Per evitare che questo accada occorre fare attenzione a ciò che si sta scaricando oppure bloccare l’installazione di programmi indesiderati attraverso l’utilizzo di un ottimo software chiamato Unchecky che una volta installato cercherà appunto di bloccare l’installazione di programmi non voluti disattivando automaticamente le checkbox e mostrando un avviso quando si sta per accettare una di queste offerte.

Dai un’occhiata anche a: Come rimuovere le toolbar installate a nostra insaputa.

Come bloccare l’installazione di programmi indesiderati con Unchecky

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.