Presentato il Galaxy Gear, il nuovo smartwatch della Samsung

0 Condivisioni

Il nuovo smartwatch il Galaxy Gear, della Samsung, è stato presentato all’IFA di Berlino, la fiera internazionale dell’elettronica, all’interno dell’evento Samsung Unpacked 2. Con un display da 1,63 pollici il dispositivo è un orologio-pc che interagisce con gli smartphone via Bluetooth attraverso il controllo vocale (non ha il Wi-Fi).

Galaxy Gear lo smartwatch della Samsung

Questo smartwatch, dal display touch e cinturino in gomma e dall’estetica semplice e metallica, oltre a mostrare messaggi, notifche, avvisi di chiamate, permette di rispondere alle chiamate e di parlare, avvicinando il polso all’orecchio, in quanto include speaker e microfono; il tutto è reso ancora più semplice dalla funzione di riconoscimento vocale S Voice, presente anche negli smartphone Galaxy, il quale consente di comunicare con l’orologio per effettuare chiamate, dettare messaggi e chiedere che tempo fa.

Un’altra particolarità del Galaxy Gear è la presenza della fotocamera da 1.9 megapixel per fare foto e video in modo da riprendere quei momenti che potremmo non catturare con normali fotocamere o smartphone. Lo smartwatch legge anche la musica, video e presenta alcune applicazioni come: Glympse, per la condivisione della propria posizione gps, Evernote, eBay, chat e alcune app per il controllo della frequenza cardiaca e il calcolo delle calorie bruciate.

lo smartwatch Galaxy Gear

L’uscita è prevista per il 25 settembre 2013 in 140 paesi al prezzo di 299 dollari.

Non rimane che attendere la risposta dell’azienda di Cupertino con il suo attesissimo iWatch.

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.


0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.