Come possiamo monitorare chi visita le nostre pagine di Facebook e Twitter?

0 Condivisioni

I social Network dal punto di vista della strategia di comunicazione online sono diventati vere e proprie estensioni dei siti tradizionali.

Se vogliamo sapere chi visita ogni giorno la nostra pagina di Facebook , ci segue su Twitter abbiamo a disposizione diversi strumenti di monitoraggio statistico.

Questi strumenti ci permettono di sapere quanti utenti visitano le nostre pagine, come interagiscono con esse, quanti e quali link cliccano e ci aiutano a capire cosa funziona , cosa non funziona, come pianificare strategie di crescita e ottimizzazione.

Facebook, ad esempio, ha uno strumento integrato che permette di monitorare le interazioni che gli utenti hanno con la nostra pagina : Facebook Insights. Il servizio è gratuito e disponibile per le pagine Facebook , per le applicazioni create con la Facebook Platform e per i siti.

Non può essere attivato sulle cosiddette “community page” e viene mostrato solo per quelle pagine che hanno un numero non troppo basso di fans o utenti.

L’interfaccia per facebook Insights è raggiungibile all’indirizzo www.facebook.com/insights  e aggrega in un’unica pagina le visite per le applicazioni per i siti e per le fan page.

facebook insights - Come possiamo monitorare  chi visita le nostre pagine di Facebook e Twitter?

 

La pagina è divisa in due pannelli principali: sopra sono mostrati i dati sui fan, sotto le “interazioni” da loro prodotte. Ognuno dei pannelli può essere visualizzato nei dettagli facendo click sui rispettivi link Vedi Dettagli oppure su Fan o Interazioni presenti nel menu di sinistra.

I fan sono divisi in due categorie principali: i Total Fans sono tutti gli utenti iscritti alla propria pagina, mentre i Daily Active Users (o Dau) sono, invece, gli utenti che hanno visitato la pagina o interagito in qualche modo con i contenuti pubblicati, commentando, cliccando sul link “mi piace” o visitando un link. I dettagli di queste azioni sono indicati , per l’ultimo giorno, nella pagina di dettaglio dei fan sotto la voce Key Sources.

Nella pagina di dettaglio dei fan si trova anche un altro interessante dato: i parametri demografici degli utenti, con informazioni sull’età, sul luogo di residenza e sul sesso. Le interazioni raccolgono le azioni che gli utenti eseguono sulla pagina. Particolarmente significativo è il dato sulle iscrizioni annullate: nel dettaglio delle interazioni, si può visualizzare il numero di utenti che rimuove l’iscrizione alla vostra pagina, dato utilissimo per capire le azioni apprezzate e quelle non apprezzate dai visitatori.

Twitter ha invece uno strumento chiamato Twittercounter. Gratuito, permette di seguire, da un’interfaccia grafica molto chiara l’andamento delle iscrizioni al proprio profilo. Usare il servizio è semplicissimo, basta visitare la pagina www.twittercounter.com  , indicare nella grande casella in alto nella pagina il proprio nome utente di Twitter e premere il pulsante Show per ricevere l’andamento dei follower dell’ultimo mese.

TWitterCounter - Come possiamo monitorare  chi visita le nostre pagine di Facebook e Twitter?

 

Attraverso le linguette che ci sono sopra il grafico, poi, è possibile visualizzare il numero dei following e il numero di tweet inviati. Registrandosi al servizio, l’iscrizione è gratuita , si ottiene una serie di altri vantaggi. Le statistiche possono essere visualizzate non solo per l’ultima settimana o per l’ultimo mese ma anche per i mesi precedenti alla data di verifica. Non solo, agli iscritti verrà attivata, sempre nella pagina di visualizzazione delle statistiche, la linguetta Mixed che mostra il numero di tweet inviati e il numero di iscrizioni in un unico grafico.

Permette cosi di monitorare con estrema efficacia la relazione fra le iscrizioni di nuovi follower e il numero di aggiornamenti del proprio profilo.

Chi invece vuole avere statistiche sulla propria attività all’interno di Twitter, deve, invece usare il tool gratuito TweetStats. Arrivati sull’home page del servizio www.tweetstats.com dopo aver inserito il proprio nome utente , si visualizzeranno una serie di statistiche sul numero di tweet inviati: una timeline con il numero di post mensili dell’ultimo anno, un box con la densità media giornaliera degli aggiornamenti e due grafici di cui vengono aggregati i tweet per giornata e per ora. Gli ultimi due dati, in fondo alla pagina, mostrano il numero di retweet (ossia i tweet citati da altri utenti) e il numero di servizi esterni utilizzati.

tweetstats logo - Come possiamo monitorare  chi visita le nostre pagine di Facebook e Twitter?

 

Tweetstats può anche essere utilizzato per analizzare i post e il numero dei follower. In alto nella pagina delle statistiche ci ono infatti due link. Il primo, Tweet Cloud, permette di mostrare tutti i termini utilizzati all’interno degli aggiornamenti inviati al servizio. La funzione è però non utilizzabile in quanto non filtra i numeri, pronomi e parole inutili al fine dell’analisi. Il secondo link, chiamato Follower Stats, permette di tenere traccia delle persone iscritte al proprio profilo per gli ultimi sette giorni.

Ciao Fab


0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.