Come proteggere una chiavetta USB con password

Hai la necessità di proteggere i dati presenti nella tua chiavetta USB ma non hai idea di come fare? Le chiavette USB sono piccole e capienti e sono molto utilizzate per trasportare documenti, foto e applicazioni per computer. Proteggere una chiavetta USB con password ti aiuterà a mantenere in sicurezza i tuoi dati.

Essendo piccole si possono però facilmente smarrire e spesso è il caso di proteggerle con una password. Se vuoi sapere come proteggere una chiavetta USB con password continua a leggere e capirai come fare.

BitLocker

Per proteggere una chiavetta USB con password devi semplicemente attivare la crittografia tramite BitLocker, uno strumento disponibile su Windows 7 Ultimate ed Enterprise e Windows 8.

Inserisci la chiavetta da proteggere nella porta USB del computer e poi apri il Pannello di Controllo cliccando su Start > Pannello di Controllo e clicca su Sistema e Sicurezza, poi su Proteggi computer crittografando i dati sul disco, che si trova nella sezione Crittografia unità BitLocker.

Trova la chiavetta USB e clicca sulla voce Attiva BitLocker che trovi in corrispondenza.

Nella nuova finestra metti una spunta sulla voce Usa password per sbloccare l’unità e inserisci la password con la quale vuoi criptare i tuoi contenuti.

inserisci password BitLocker

Attenzione, se la perdi non potrai più accedere ai file contenuti nella chiavetta USB.

Presegui con Avanti e poi scegli una delle due opzioni disponibili per evitare di dimenticare la chiave:

  • Salva la chiave di ripristino in un file
  • Stampa la chiave di ripristino

prosegui con Avanti e Avvia crittografia per ultimare il processo.

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

Non esitate a lasciare le Vostre impressioni o a porre domande.

Fabrizio Cannatelli

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *