Come collegare Nintendo Switch alla TV

Sedersi sul divano e godersi un pomeriggio o una serata di fronte alla Tv può aiutare a scaricare lo stress e a staccare la mente per qualche ora. Una delle forme di intrattenimento più interessanti è sicuramente il mondo dei videogiochi, capaci di regalare storie uniche e divertenti.

Negli ultimi anni, tra le console più vendute del mondo figura la Nintendo Switch, piccolo capolavoro di ingegneria che ti permette di giocare sia in mobilità che di fronte il televisore di casa. Non tutti sanno però come collegare Nintendo Switch alla TV e non sfruttano a pieno le sue potenzialità.

Se anche tu non hai ben chiaro come poter collegare la tua console al televisore, sei nell’articolo giusto per risolvere tale problematica. Nelle prossime righe andremo ad analizzare: come collegare la Nintendo Switch alla TV senza dock, senza HDMI, via Bluetooth e alle problematiche che potresti riscontrare in generale.

Leggi anche: Giochi per Nintendo

Indice

Come collegare la Nintendo Switch alla TV con cavo HDMI

console per tv

Se in casa hai già una console da gioco, come Xbox o PlayStation, saprai benissimo come il metodo più semplice per collegare un dispositivo di questo genere sia con il cavo HDMI.

Sebbene possa sembrarti strano non esiste un modo diretto per collegare il tuo televisore alla Nintendo Switch con il cavo HMDI, ma dovrai passare necessariamente dal dock uscito in confezione.

Questa console nasce con lo scopo di essere portatile e non presenta né sui Joi Con né sulla scocca nessun ingresso HDMI o mini-HDMI. Per questo motivo sei vincolato nell’utilizzare il Dock uscito in confezione, per la Nintendo Switch standard o Pro, e connettere questo alla TV.

Nel prossimo paragrafo vedremo nel dettaglio come fare a collegare la miglior console in commercio anche con un cavo mini-HDMI dall’ingresso del jack.

Come collegare la Switch alla TV senza dock

Come collegare Nintendo Switch alla TV

Ma se avessi a disposizione una TV con ingresso HDMI ma ti si è rotto il Dock? In questo caso non potresti collegare il Dock e resteresti senza giocare giusto? In realtà non è proprio così, c’è un sistema per svincolarti dal Dock e collegarti direttamente alla TV, quest’ultima però deve essere munita necessariamente di ingresso HDMI.

Per fare ciò non devi fare altro che acquistare un adattatore da USB-C a HDMI, questo ti permette di collegare con estrema facilità Nintendo Switch al televisore senza utilizzare la base di supporto.

Come ti abbiamo anticipato in precedenza, la console presenta un ingresso USB-C per la ricarica che consente anche il passaggio di dati. Tale tecnologia può aiutarti nel condurre le immagini in gioco direttamente sulla TV, senza passare dal Dock principale. Ovviamente ti servirà un adattatore di qualità per ottenere le massime prestazioni e che puoi trovare su Amazon.

Una volta che ti sarà arrivato l’adattatore a casa vediamo come poterlo installare e utilizzare con la Switch.

Ti troverai di fronte un prodotto dalle dimensioni contenute, con cavo di circa 11 cm, jack USB-C e tre entrate in uscita, precisamente USB 3.0, HDMI e Type-C femmina. Prendi l’adattatore e collega il jack Type-C sulla tua Switch, l’entrata è proprio al centro in alto della scocca frontale. A questo punto prendi un cavo HDMI e inseriscilo al centro dell’adattatore e collegalo a sua volta al monitor o alla TV su cui intendi giocare.

A questo punto dobbiamo solo alimentare il supporto e puoi farlo collegandolo a un caricabatterie, posizionato nella presa di corrente, tramite l’entrata Type-C femmina. Imposta la sorgente sulla TV dove hai installato il cavo HDMI e magicamente vedrai proiettarsi a schermo ciò che c’è sulla console.

Come collegare la Nintendo Switch alla TV senza HDMI

Come collegare Nintendo Switch alla TV

Ti sei accorto di essere a corto di cavi HDMI, ma vuoi lo stesso giocare con Nintendo Switch sulla TV? Oppure hai un televisore così datato che non è proprio presente l’ingresso? Allora devi ingegnarti di più per trovare una soluzione alternativa.

Prima di tutto devi capire quale televisore hai a disposizione, o per meglio dire, che ingressi ti offre. Per fare ciò devi necessariamente dare uno sguardo dietro al televisore e leggere le scritte che sono poste sotto i vari ingressi. Puoi ritrovare cinque tipologie diverse di ingresso con cui collegare la Switch: Scart, RGB, YPbPr, DVI e VGA.

Tra queste soluzioni ti consigliamo gli ingressi Scart, DVI e VGA, sebbene non supportino la risoluzione in 1080P sono quelli con cui troverai facilmente gli adattatori USB-C a un costo contenuto. Munisciti di cuffie poiché questi formati trasmettono solo video e non audio.

Come per il procedimento precedente, ti basterà collegare l’adattatore all’ingresso e avviare la console.

Come collegare la Switch alla TV via Bluetooth

Come collegare Nintendo Switch alla TV

Siamo sicuri che hai storto il naso leggendo che le porte DVI, VGA e Scart non consentono di inviare audio come quelli HDMI, ma solo video. Se non hai alcuna intenzione di munirti di cuffie e collegarle alla console, puoi optare per l’attivazione del Bluetooth e sfruttare la migliore cassa  portatile. L’obiettivo è quello di inviare, attraverso il Bluetooth della Switch, il segnale audio a una cassa o a più casse esterne per consentirti di giocare come se fossi collegato con cavo HDMI.

Per fare ciò, oltre a munirti di una cassa Bluetooth, dovrai accedere alla schermata principale, premere sull’icona dell’ingranaggio e andare nelle Impostazioni di sistema. Verifica che sia attiva l’opzione Audio Bluetooth, se non ci fosse provvedi ad aggiornare la Nintendo Switch e magicamente comparirà tra le opzioni.

Nelle Impostazioni seleziona Aggiungi dispositivo e seleziona la cassa intelligente che intendi abbinare. Dopo aver atteso qualche secondo premi su Ok e avrai collegato la console alla cassa. Premendo sul nome del dispositivo il collegamento verrà disconnesso.

La Switch non si collega alla TV

Ti è sembrato tutto troppo semplice vero? In realtà, il procedimento per collegare Nintendo Switch alla TV è molto facile, anche se non disponi di un cavo HDMI o della Dock originale. Ovviamente nell’informatica e quando ti interfacci con i prodotti tecnologici potresti imbatterti in problemi inspiegabili come una schermata completamente nera e dei disturbi a schermo. Vediamo come risolvere i problemi più frequenti.

  • Nintendo Switch non visualizza immagini anche se inserita nella Dock: in questo caso spegni il televisore e scollega tutti i cavi sia della Switch che del televisore stesso. Togli la spina della corrente e attendi almeno 30 secondi, nel mentre verifica che l’alimentatore utilizzato sia il modello n. HAC-002 e non presenti tagli o segni di usura.
  • Adattatore difettoso: se utilizzi un adattatore per Switch è essenziale che sia di qualità, altrimenti ti ritroverai una bellissima schermata nera e dei suoni in sottofondo gracchianti. Ti consigliamo di utilizzare un adattatore di qualità, come quello suggerito nelle righe precedenti.
  • Sbalzi di tensione: se dopo un brutto temporale non vedi più nulla a schermo non ti spaventare, i picchi di tensione possono fare danni temporanei. Per provare a ripristinare la console scollega tutti i cavi di alimentazione e attendi qualche minuto.

Come collegare Nintendo Switch Lite alla TV

Come collegare Nintendo Switch alla TV

Hai deciso di acquistare una Nintendo Lite pensando di utilizzarla solo in portabilità, ma ti è venuta voglia di escogitare qualcosa per collegarla alla TV? Sebbene sia interessante pensare di sfruttare un adattatore per collegarla alla televisione, purtroppo ciò non porterebbe a nessun risultato. La versione Lite è stata pensata solo per un utilizzo portatile e sono state inibite tutte le tecnologie che consentano l’adattamento allo schermo. Ti consigliamo, quindi, di non acquistare inutilmente un adattatore per poi non poterlo installare.

Offerta
Iscriviti al nostro canale Telegram

Fabrizio Cannatelli

Autore e Founder di Informarea, sono un appassionato di informatica e tecnologia da sempre. La voglia di comunicare e di condividere sul Web le mie curiosità e le mie conoscenze, mi ha spinto a lanciarmi nel progetto di questo sito. Nato un po' per gioco e un po' per passione, oggi è diventato una grande realtà.

Approfondimenti