X Factor 2013: Puntata di giovedì 7 Novembre

0 Condivisioni

Potremmo intitolare questa puntata come la “puntata della svolta”. Dopo un inizio in sordina con una giuria troppo buonista e con i candidati “travestiti forzatamente” da pop star, finalmente la competizione prende “vita” ed i cantanti evidenziano finalmente quella che è la loro vera natura.

Il tema della serata sono gli anni ’90: aprono la puntata gli Ape Escape con un pezzo dei Nirvana. L’esibizione è nettamente superiore a quella della settimana scorsa, i tre ragazzi vestiti di tartan rosso cantano con energia e con stile coinvolgendo il pubblico in un delirio crescente.

Morgan a X Factor 2013 vestito da David Bowie

Però… l’esibizione ben riuscita lascia il dubbio che questa band dia il meglio soprattutto con pezzi rock/heavy metal e che quindi sia poco pop e rivendibile ad un pubblico esteso e che sia stata scelta solo per declamare ad ogni puntata “siete brutti, siete vecchi, avete le ciabatte”: staremo a vedere.

E’ la volta di Fabio, che si cimenta con un gran pezzo dei Rem, Everybody hurts, per rompere con il giudizio negativo emerso nella puntata precedente. Certamente la “sofferenza” del pezzo traspare bene dalle note di Fabio però l’esibizione nel complesso è “scialba” e concordo in questo con il giudizio di Mika: l’esibizione non ha “scaldato i cuori”, oserei dire che è una performance “già sentita”.

Segue Gaia per la quale continua il tentativo, peraltro riuscito, di renderla più sexy e un po’ meno antipatica. Ottima la scelta e l’esibizione, canta I’ll stand by you ed è davvero brava!!! Peccato solo per una piccola defiance sul finale, e per tutti quei piercing sul viso che ipnotizzano e quasi deconcentrano lo spettatore durante la sua esibizione.

Ad Alan viene assegnato un pezzo difficilissimo, Black hole sun deiSoundgarden… e l’interpretazione ne risente, Morgan la definisce “normale” e non potrei dargli torto; rimane il dubbio di quale progetto abbia Elio per lui… certe volte i pezzi scelti sembrano più un’insidia che un’opportunità e con questo pezzo Alan sembra proprio un po’ fuori posto.

Mika sceglie la canzone Getto superstar perValentina, che la canta vestita con un’improbabile vestito/sacco in fantasia optical. Sebbene il pubblico apprezzi molto, a me la performance non piace un granchè… è carina, simpatica e divertente, ma non più di questo, tra l’altro a tratti si notano anche alcune stonature (Morgan non a caso l’ha definita un allegro cartone animato).

Michele canta Cieli Neri

Chiude la prima manche Michele con una canzone dei Bluvertigo che Morgan vive con molta intensità, quasi come un passaggio di consegne con il giovane concorrente, Cieli Neri.

Un trionfo: Michele secondo me è un poeta sul palco e Morgan è stato un genio nell’assegnargli questo pezzo. Bellissima esibizione, toccante, raffinata, emozionante ed interpretata magistralmente da un artista che dimostra molto più dei suoi 18 anni.

Al ballottaggio di questa prima manche finisce Alan, la sua esibizione non ha proprio convinto il pubblico.

Inizia la seconda manche: è la volta di Aba, per la quale Elio sceglie la bellissima canzone Why di Annie Lennox, simbolo certamente della pop music anni ’90.

La sensazione generale è che si sia speso troppo tempo nella cura del look, certamente ricercato ed elegante, piuttosto che nella cura dell’esibizione vocale. Sarà il confronto con la mostruosa Annie Lennox, oppure sarà il tailleur di paillette anch’esso altrettanto mostruoso, ma il pezzo non decolla, Aba appare legata e troppo ingessata oltre che impomatata come un gangster della Chicago degli anni ’20.

Segue Andrea a cui Morgan assegna un pezzo di Peter Gabriel. Morgan vuole rompere con l’immagine “giocattolo” che ne è stata data fino ad ora, basta con i vocalizzi e gli effetti sonori, solo voce ed interpretazione.

L’esperimento riesce ma come già detto per gli Ape Escape e per Alan, forse lo sforzo per stravolgere le aree di confidenza di questi cantanti non viene ripagato a sufficienza dalle loro performance, che rimangono ancorate ai loro “cavalli di battaglia” (per i quali peraltro sono stati scelti per XFactor7).

Violetta canta a X Factor 2013

Si prosegue con Violetta, che ci viene riproposta da Mika con il suo ukulele sulle note di una irriconoscibile Friday i’m in love dei Cure. Ora… il sound di questa ballata è molto adatto a Violetta, però a me rimane il dubbio espresso fin dall’inzio: sarà Violetta la reincarnazione di Chiara Galiazzo?…per carità ne basta una che ci ammorba con i gingle degli spot televisivi delle compagnie telefonichei!!! Eppure anche lei era brava… peccato.

E’ la volta degli StreetClerks per i quali Simona Ventura osa proporre un pezzo di Britney Spears. Dopo un iniziale scoramento di Mika comincia invece un’esibizione curiosa, moderna ed originale. Il gruppo ne esce davvero bene, con coraggio ed umiltà allo stesso tempo.

L’ultima esibizione è quella di Roberta Pompa che canta All that she wants degli Ace of Base. La canzone è molto orecchiabile e ci riporta proprio alle atmosfere delle discoteche anni ’90, però l’esibizione è un po’ “urlata”, come se Roberta avesse voluto “strafare” con una canzone che non lo richiedeva (“Camp” la definisce Mika…traducendolo con stravagante…il dizionario riporta però anche un altro significato ovvero “da baraccone” ….chissà quali dei due volesse veramente intendere).

 Mika e Chiara a X factor 2013

Prima di decretare chi andrà al ballottaggio con Alan, Mika si esibisce sul palco con Chiara Galiazzo vestita con un improbabile abito lungo rosso dalla linea grossolana degno più di una balera della riviera romagnola che non di un palcoscenico di prima serata… ecco adesso ho la certezza di che fine farà Violetta con il suo ukulele.

La meno votata della seconda manche è Aba che va quindi allo scontro con Alan, suo compagno di squadra.

Scontro finale Aba e Alan

Nina Simone è la cantante scelta da Aba, This Time di John Legend invece il pezzo scelto da Alan.

La scelta delle canzoni dimostra come i concorrenti, nel momento del bisogno, si affidino a ciò che li fa sentire più a loro agio: la canzone “confidenziale” per Alan con un sound caldo e dall’atmosfera lounge, la potenza vocale per Aba.

Dallo scontro alla fine esce Alan e Alessandro Cattelan ci lascia con la novità della prossima puntata: una doppia eliminazione!

Per adesso, a mio modestissimo parere, il vincitore morale di questa puntata è senza dubbio Michele con la sua interpretazione magistrale di Cieli Neri.

 

Arrivederci alla prossima puntata!!!

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

Non esitate a lasciare le Vostre impressioni o a porre domande.

0 Condivisioni

Alessandra

Non è propriamente una appassionata di informatica, ma si diletta con piacere in questo ambito grazie anche al suo lavoro spesso legato al mondo web. In questo blog vuole parlare quindi di tutto un po’ (tranne che di informatica!), di ciò che la circonda e di ciò che la appassiona, sperando di poter creare materiale di confronto sugli ambiti più disparati, dal matrimonio alle ricette, dalla lettura alla dolce attesa ai viaggi… e tanto altro ancora!

Alessandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.