Wimbledon 2012: il trionfo dei 30enni terribili

E’ finita un’edizione di Wimbledon pazzesca: per livello di gioco, per sorprese ed emozioni.
A vincere sono state il Re e la Regina degli ultimi anni del tennis professionistico: Roger Federer (al successo numero 7 all’All England Tennis Club) e Serena Williams (quinta affermazione come la sorella Venus).
Nel mezzo l’incredibile successo della coppia Marray – Nielsen nel doppio maschile e tante altre grandi sorprese…
Ma procediamo per punti:

Le offerte a tempo di Amazon

SINGOLARE MASCHILE
Non vinceva un Grande Slam da gennaio 2010 (Australian Open – finale vinta in 3 set proprio contro Andy Murray): Re Roger è tornato e lo ha fatto nel suo giardino di casa: un giardino “indoor” visto che buona parte della finale si è giocata al coperto, con il tetto a riparare dalla pioggia.
Semifinale e finale giocate da #1 del mondo qual è da questa mattina: 286 settimane da primo al mondo – come Pete Sampras – altro record eguagliato e pronto ad essere riscritto.

federer - Wimbledon 2012: il trionfo dei 30enni terribili

Poche le “pause” nel torneo di Federer: ha rischiato contro Benneteau ai sedicesimi dove ha recuperato 2 set di svantaggio; ha sofferto nei primi due set contro Murray: ha perso il primo concedendo due break allo scozzese; ha annullato due break-point sul 4 – 4 del secondo set prima di salire in cattedra sul 6 -5 per lo svizzero e 30 – 30 sul servizio di Murray: pazzeschi i due punti giocati da Federer nel momento decisivo…

Poi la solita pioggia londinese, l’interruzione e la chiusura del tetto. Al rientro in campo terzo set spettacolare… e deciso nel sesto game con il break di Federer in un game durato oltre 15 minuti. Nel quarto e decisivo set il break per lo svizzero arriva presto e strappare il servizio per il britannico è praticamente impossibile.
Le gemelle nel box con la mamma, il padre con la coppa in mano ed emozionato: l’ultima immagine di Wimbledon 2012 è questa… ed è molto emozionante come il saluto ed il ringraziamento commosso, al pubblico e alla sua panchina, di Andy Murray: il primo britannico ad andare vicino alla vittoria in casa dal lontano 1936 (ultimo successo di Fred Perry).

DOPPIO MASCHILE
La grande sorpresa di Wimbledon – più dell’eliminazione di Nadal ai danni di Rosol – è stata l’affermazione nel torneo di doppio di una coppia wild-card: il duo in questione è quella formata dal britannico Jonathan Marray e dal danese Frederik Nielsen.

Vera e propria sorpresa questa visto e considerato che i due giocano assieme da pochissimo e non avevano assolutamente mostrato capacità tali da poter impensierire i propri avversari – in particolare i fratelli americani Bryan (#1 nella classifica di doppio) eliminati dal duo britannico/danese in semifinale in 4 set.
La finale è stata molto equilibrata ed emozionante: vittoria in 5 set per Marray/Nielsen contro la coppia Lindstedt/Tecau (alla loro terza sconfitta consecutiva in finale al Championship).

marray - Wimbledon 2012: il trionfo dei 30enni terribili

La storia “strappalacrime” di questa edizione è sicuramente quella di Nielsen: il nonno – grande appasionato e giocatore di tennis – Kurt Nielsen ha giocato tre finali a Wimbledon con altrettante sconfitte nel 1953 e 1955 (in singolare) e nel 1958 nel doppio misto. Commentatore per Eurosport Danimarca fino al 2006 è scomparso l’anno scorso. Dall’alto avrà sicuramente gioito per la vittoria del nipote.

TORNEO FEMMINILE
La regola del 5: Serena Williams vince tutto; quinto titolo singolare in finale contro la polacca Agnieszka Radwanska (in tre set 6-1 5-7 6-2), quinto titolo in doppio in coppia con la sorella Venus (in finale contro le ceche “ammazza italiane” Hlavackova e Hradecka che avevano eliminato ai quarti Vinci/Errani e in semifinale Pennetta/Schiavone).
Guardando le statistiche, la vittoria di Serena è arrivata grazie al servizio.

williams - Wimbledon 2012: il trionfo dei 30enni terribili

Totale numero di servizi vincenti superiore a tutti – uomini compresi con 24 aces in un solo incontro e golden game (4 aces consecutivi) in finale. Con questa vittoria è tornata #4 del ranking WTA, ma giocando con questa costanza e sarà difficile privarle la posizione #1.

Fra meno di 20 giorni sarà di nuovo Wimbledon… questa volta in versione Olimpiadi: tutti pronti a vivere nuove emozioni!
Trap_85


Trap85

Trap85

Vincenzo Marino alias Trap85, è un grande appassionato dello sport in generale ma soprattutto del mondo calcistico. Segue la sezione Calcio e Sport e cura contemporaneamente anche altre sezioni. Le sue pillole sportive sono vere e proprie pillole di saggezza e di grande esperienza alla Mario Sconcerti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *