Truffe su Amazon: come evitarle e proteggersi

Le truffe su Amazon rappresentano una crescente preoccupazione nell’ambito degli acquisti online. Ecco una guida su come evitarle e proteggersi al meglio.

Milioni di persone acquistano quotidianamente su Amazon, tra gli eCommerce più celebri del mondo soprattutto in Italia dove è il punto di riferimento per chi vuole ricevere a casa in pochissime ore il prodotto di cui ha bisogno. Per saperne di più puoi consultare le nostre guide su Amazon Prime e Amazon Prime Student.

Però, come ogni piattaforma online che utilizza come strumenti di comunicazione telefonate ed e-mail, può diventare il mezzo perfetto per i malintenzionati che vogliono effettuare truffe online. In questa guida analizzeremo come evitare e proteggerti dalle truffe Amazon, dando uno sguardo anche a come comportarsi nei casi peggiori.

Indice

Come funzionano le truffe su Amazon

Truffe su Amazon: come evitarle e proteggersi

I consumatori che si imbattono in una truffa su Amazon spesso hanno difficoltà a capire come sia possibile, infatti, nella gran parte dei casi i truffatori si spacciano per Amazon o per i venditori ufficiali al fine di ingannare i clienti. Potresti ricevere una telefonata e visualizzare sul tuo smartphone la scritta Amazon oppure acquistare un prodotto sul sito ufficiale ed essere indirizzato al pagamento tramite bonifico invece di affidarti ai protocolli di sicurezza della piattaforma. Ci sono, quindi, diversi approcci per una truffa su Amazon, ma lo scopo è sempre quello di indurre il consumatore all’invio di denaro verso una persona terza.

Quali sono le truffe su Amazon più comuni

truffe amazon

Sebbene tu possa imbatterti in truffe molto diverse tra loro, le principali sono sicuramente: e-mail phishing, account falso del venditore, false chiamate e buoni regalo.

E-mail Phishing

Uno degli approcci più ricorrenti è la ricezione di un messaggio Amazon truffa tramite posta elettronica. All’interno dell’e-mail, molto simile nella grafica a quelle usualmente scritte da Amazon, vengono inseriti dei link che ti indirizzano a un’altra pagina online Amazon fake oppure ti inducono a scaricare un file allegato. Alcuni truffatori potrebbero scriverti che c’è un problema con il tuo ordine, con l’indirizzo di spedizione o semplicemente che il tuo account non è accessibile. Diffida da tali messaggi e non cliccare su nessun link al suo interno. Puoi approfondire l’argomento con la nostra guida sulle top truffe via email.

Account falso del venditore

Ulteriore truffa creata dai malintenzionati è generare un account venditore completamente fasullo con prezzi dei prodotti molto bassi. Una volta che avrai completato l’acquisto, il venditore scomparirà, così come il suo annuncio. Spesso i venditori con profili falsi tendono ad applicare anche la truffa Amazon resi, cioè non ti permettono di restituire un prodotto difettoso anche se ne avresti diritto entro i tempi stabiliti dalla piattaforma.

False chiamate

Negli ultimi mesi è frequente anche la truffa delle chiamate Amazon, grazie alla quale i truffatori si spacciano per il servizio di assistenza clienti. Nella gran parte dei casi la telefonata proviene da un numero non rintracciabile che comparirà sul display dello smartphone proprio come “Amazon“, aggirando anche gli utenti più attenti. In alternativa potrebbero anche telefonare senza far vedere il numero. La finta assistenza clienti potrebbe segnalarti un problema all’account o un acquisto non previsto sul tuo profilo utente. Lo scopo di questo tipo di truffa è carpire più informazioni possibili per accedere al tuo computer.

Buoni regalo

Dovresti fare molta attenzione anche alla truffa dei buoni regalo. Tale raggiro consiste nel convincere i consumatori ad acquistare dei buoni su piattaforme terze per poi condividerne i codici. In questo caso i malintenzionati potrebbero fingersi dipendenti Amazon o venditori. Ricorda che su questo eCommerce non c’è una richiesta diretta di pagamento con buoni, sarai sempre tu a scegliere se applicare o meno il codice. Per siti sicuri dove ottenere coupon Amazon, puoi dare un’occhiata alla guida su come avere un buono Amazon gratis.

Come identificare e prevenire una truffa su Amazon

truffe amazon

La difficoltà maggiore nel non imbattersi nelle truffe Amazon è riuscire a identificarle e a prevenirle. Affinché tu possa identificare una potenziale truffa dovresti prima di tutto controllare l’indirizzo e-mail del mittente e l’URL del sito di riferimento. Verifica che la ricezione provenga da Amazon.it, Amazon.com oppure simili e che non siano presenti errori ortografici o link sospetti all’interno del testo. Cerca di evitare assolutamente di cliccare su link e allegati sospetti così come è consigliabile evitare di comunicare i tuoi dati personali quando ti chiama un numero sul cellulare. Se stai acquistando da un venditore nuovo, dai uno sguardo alle recensioni degli utenti sui prodotti commercializzati, se non ci sono feedback positivi è meglio virare su un altro venditore, sicuramente più affidabile.

L’identificazione di una truffa non è semplice lo sappiamo, in questo caso è opportuno prevenire piuttosto che curare. Affinché tu possa prevenire a monte le truffe Amazon ti consigliamo di attivare l’autenticazione a due fattori (2FA) sul tuo account Amazon. A ciò puoi aggiungere una password di Login molto più complessa, che ti permette di dare del filo da torcere ai malintenzionati. Se non ami cambiare spesso la password o non vuoi generarne una complessa, potresti provare un password manager come NordPass.

Tra i fattori principali per prevenire le truffe figura una maggiore attenzione per le e-mail ricevute. Puoi ignorare completamente i messaggi di posta elettronica legati ad Amazon, dato che nella gran parte dei casi sono e-mail informative sullo stato dei tuoi ordini. Per quanto concerne i buoni Amazon, acquistali solo dalla piattaforma ufficiale o dai link indicati nella guida che ti abbiamo proposto nel capitolo precedente..

Cosa fare se si è vittima di una truffa Amazon

truffe amazon

Se dovessi essere vittima di una truffa su Amazon, modifica subito la tua password dell’account e contatta l’assistenza clienti Amazon per segnalare l’incidente. Contatta anche la banca per bloccare la carta di pagamento se ne hai una collegata al profilo e segnala la truffa alle autorità competenti se le somme di denaro detratte sono rilevanti.

Un modo efficace per monitorare l’andamento della truffa è tenere traccia di ogni comunicazione e transazione, così facendo potrai avere un quadro più chiaro di ciò che dovrai esporre agli organi competenti. Ma come segnalare una truffa ad Amazon? Puoi richiedere di parlare con l’assistenza clienti sia dal sito ufficiale che dall’app Amazon Shopping, per Android e iOS.

  • Da Amazon.it: dopo esserti loggato clicca su Account e Liste > Il mio account > Contattaci.
  • Dall’app Amazon Shopping: accedi al tuo Profilo e tappa prima sull’icona con le tre lineette orizzontali ,e poi scorrendo la pagina, sull’opzione Servizio clienti.

Amazon tiene molto alla sicurezza dei propri utenti mentre stanno acquistando sulla piattaforma, quindi, fornisce anche due guide ufficiali per le truffe sul Phishing e sui Pagamenti.

Come proteggersi con NordPass

truffe amazon

Ti abbiamo anticipato che cambiare le password o gestirle al meglio ti permette di evitare che il tuo account digitale venga in qualche modo violato, ma quale software utilizzare? Tra le soluzioni migliori c’è sicuramente NordPass, funzionalità integrata in NordVPN con cui puoi gestire in pochi clic le tue credenziali di accesso.

Nello specifico, NordPass non è altro che un password manager creato da Nord Security che ti consente di memorizzare le password complesse all’interno dei siti web in cui stai navigando. Ti permette di condividere facilmente le tue parole chiave con altri contatti e di beneficiare di più livelli di sicurezza. Per maggiori informazioni sulle sue funzionalità puoi leggere la nostra guida su Come funziona NordPass.

Prova GRATIS NordPass per 30 giorni

Altri articoli utili

Fabrizio Cannatelli

Autore e Founder di Informarea, sono un appassionato di informatica e tecnologia da sempre. La voglia di comunicare e di condividere sul Web le mie curiosità e le mie conoscenze, mi ha spinto a lanciarmi nel progetto di questo sito. Nato un po' per gioco e un po' per passione, oggi è diventato una grande realtà.

Fabrizio Cannatelli