The Commitments il film

0 Condivisioni

 

Girato nel 1991, The Commitments è un film musicale diretto da Alan Parker, lo stesso regista del film Pink Floyd The Wall, e tratto dal romanzo di Roddy Doyle del 1987.

La storia è quella di un gruppo di giovani squattrinati irlandesi che si impegnano a creare un gruppo musicale soul per raggiungere la strada del successo.

The Commitments di Alan Parker

Il giovane Jimmy Rabbitte (Robert Arkins) decide di fondare un gruppo chiamato i “The Commitments” per suonare musica soul con i neri d’Europa: gli irlandesi. La ricerca dei componenti per il nuovo gruppo diventa estenuante per il giovane manager, che dopo aver assoldato i suoi due amici di sempre: Derek al basso e Outspan alla chitarra, decide prendere e farsi abbindolare da un misterioso Joey “Labbra” Fagan, un trombettista che sostiene (senza averne mai dato prova) di aver suonato con i più grandi della musica soul e che darà il nome al gruppo.

The Commitments - foto di gruppo

A loro si uniscono il batterista Billy, il pianista Stephen, il sassofonista Dean e tre coriste inizialmente impacciate: Nathalie, Imelda e Bernie.

Noto per il carattere rissoso, chiude il cerchio della band Mickah Wallace, un bordeline pazzo e con il ruolo di proteggere la band durante le esibizioni in capannoni e locali super affollati.

La svolta nella band è data dalle manie di protagonismo e dal talento del cantante Deco, ciccione e istrione ma bravissimo a cantare.

Treat Her Right

I rapporti tra i membri del gruppo, però, non sono così idilliaci. La strafottenza e la volgarità di Deco non piacciono a nessuno, come anche il carattere scontroso del batterista Billy, che dopo i successi iniziali abbandona la band per essere poi sostituito dal bodyguard Mickah.

Inoltre, le doti da stallone di Joey “Labbra” che alimentano le gelosie tra le tre coriste, l’amore per il jazz che distoglie dal soul Dean e la promessa mai mantenuta da “Labbra” di far suonare la band insieme a Wilson Pickett provocano lo scioglimento del gruppo.

Mustang Sally

In conclusione è la storia di una band dilettantesca e provinciale lanciata verso il successo (un po’ il sogno di tanti musicisti) che, però, finisce nel farsi trascinare in dissapori, gelosie, inconcludenza e rivalità per arrivare al fallimento.

Il patrimonio che la band aveva tra le mani e che poteva portare soldi a palate, finisce come d’incanto nel nulla. Anche il finale del film lascia quell’amaro in bocca che nessuno avrebbe mai presagito: Derek e Outspan finiscono nel fare i musicisti di strada, Stephen diventa medico, Billy colpito da un cavallo alla testa diventa matto, Imelda sposa il suo fidanzato geloso. Deco e Nathalie come anche Dean riusciranno ad incidere i loro dischi, mentre Bernie e Mickah continueranno la loro carriera di musicisti in gruppi dal genere completamente diverso.

The Commitments - scena del film

Raccontato con humor e sfrontatezza da Alan Parker, il film rappresenta uno spaccato generazionale e musicale della gioventù irlandese. Dei 12 attori solo 2 sono professionisti. I restanti interpreti vengono scovati nei diversi pub ascoltando più di 60 band. Parker riesce a mettere in piedi un gruppo di perfetti sconosciuti tra cui il solo cantante, Deco, considerato il Joe Cocker europeo, intraprenderà una vera e propria carriera di cantante solista.

Le ambizioni della band “The Commitments” sono raccontate con la voce fuori campo del protagonista Jimmy Rabbitte, il quale si troverà ad affrontare lo scontro generazionale con il padre Darren Rabbitte amante in modo ossessivo della musica di Elvis.  

Jimmy Rabbitte e Labbra

Il film vero e sincero, riesce a mettere in primo piano la musica dei grandi del soul graffiata dalla voce “divina” di Deco. Tantissimi vecchi successi e canzoni scritte per il film costituiscono la bellissima colonna sonora che fa rivivere artisti dal calibro di Aretha Franklin, Wilson Pickett, Otis Redding e tanti altri.

Se non avete visto questo film e non siete in possesso della sua colonna sonora, e avete voglia di fare un passo negli anni del soul, ve lo consigliamo vivamente.

The Commitments - Colonna Sonora 

The Commitments (Original Motion Picture Soundtrack)

  1. Mustang SallyMack Rice 4:02
  2. Take Me To The River – Al Green 3:36
  3. Chain Of FoolsDon Covay 2:58
  4. The Dark End Of The StreetDan Penn, Chips Moman 2:34
  5. Destination Anywhere – Niamh Kavanagh 3:08
  6. I Can’t Stand The RainAnn Peebles, Don Bryant, Bernard Miller 3:12
  7. Try A Little TendernessJimmy Campbell, Reg Connelly, Harry M. Woods 4:31
  8. Treat Her RightRoy Head & the Traits 3:35
  9. I Never Loved a Man the Way I Love You – Niamh Kavanagh 3:15
  10. Mr. Pitiful – Otis Redding, Steve Cropper 2:07
  11. I Never Loved A ManRonny Shannon 3:09
  12. In The Midnight Hour – Wilson Pickett 2:21
  13. Bye Bye Baby – Mary Wells 3:21
  14. Slip AwayWilliam Armstrong, Marcus Daniel, Wilbur Terrell 4:27

Try a Little Tenderness – The Commitments

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

 

0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.