Serie A 2012-2013 – 2a giornata: il commento

Tre squadre in testa alla classifica dopo due giornate e prima della sosta per la Nazionale in programma nel prossimo weekend.
Sono la Juventus del duo Conte-Carrera che ha espugnato Udine per 4 – 1 (non senza le solite polemiche), il Napoli dopo la vittoria da “beach soccer” contro la Fiorentina (2 – 1 il risultato finale) e la Lazio di Petkovic (asfaltato per 3 – 0 il Palermo di Sannino).

Giovinco show a Udine

Al Friuli dopo 15 minuti, rosso di difficile spiegazione per Brkic (il fallo eventualmente è di Danilo ed il rosso è frutto di una regola sbagliata ma che nessuno vuole cambiare) e rigore realizzato da Vidal che spiana la strada ai bianconeri di Torino. A cavallo dell’intervallo salgono in cattedra Giovinco (doppietta per il piccolo #12) e Vucinic. Goal della bandiera di Lazzari per la squadra di Guidolin.
Un’autorete di Borja Valero ed un sinistro di Dzemaili sugli sviluppi di calcio d’angolo hanno consentito alla squadra di Mazzarri di superare una buona Fiorentina che fatica a concretizzare l’ottimo gioco espresso. Nota stonata il manto erboso del San Paolo apparso in condizioni davvero pessime.
All’Olimpico di Roma il palcoscenico è tutto per Miroslav Klose: doppietta per il tedesco che sembra un ragazzino in mezzo alla difesa ferma dei siciliani. Il secondo goal nel 3 – 0 finale lo firma Antonio Candreva con una sassata dai 30 metri.

Pablo Daniel Osvaldo e Francesco Totti

Nelle gare di domenica sera l’acuto principale è quello della Roma di Zeman che espugna San Siro: vittoria convincente e sprazzi di Zemanlandia. 3 – 1 per i giallorossi grazie alle reti del baby Florenzi, Osvaldo e Marquinho (Cassano per il momentaneo 1 – 1 dei nerazzurri). Man of the match però è stato Francesco Totti: esterno alto a sinistra – regista arretrato in caso di necessità – ha smistato palloni e inventato calcio per 90 minuti (vedi l’assist per il 2 – 0 di Osvaldo).

I PERSONAGGI DELLA GIORNATA
Indiscusso protagonista della giornata è stato Giampaolo Pazzini. Tripletta per l’ex interista nella vittoria esterna del Milan al Dall’Ara (ai felsinei non basta il rigore di Diamanti): primo goal su rigore conquistato con furbizia (il prmo a commettere fallo era stato proprio il Pazzo su Cherubin), il secondo d’opportunismo alla Pippo Inzaghi (erroraccio di Agliardi in uscita), il terzo con un colpo di tacco su una conclusione di Nocerino.

Giampaolo Pazzini: hat trick a Bologna

Secondo hat trick in campionato per Pazzini dopo Lecce – Sampdoria datata 2007. La tripletta più celebre però rimane quella di Wembley nel 3 -3 contro la rappresentativa U21 nel giorno dell’inaugurazione del nuovo tempio del calcio inglese.

Andrea Consigli

Altro personaggio di giornata è indubbiamente Andrea Consigli: il portiere dell’Atalanta si è eretto come autentico baluardo insuperabile per il Cagliari. Nella partita a porte chiuse giocata nel nuovo stadio (con una tribuna ancora a metà e molto lavoro ancora da fare) in 8 minuti para due rigori agli isolani: prima su Larrivey, poi su capitan Conti (nell’occasione del secondo rigore espulso Peluso).
Miracoli a destra e a manca per il portiere orobico che finisce anche all’ospedale (nulla di grave per fortuna) a causa di uno scontro di gioco con il compagno Stendardo. All’Is Arenas finisce 1 – 1 con Ekdal che riacciuffa il vantaggio solo nel finale il goal di Denis.

LA SORPRESA DI QUESTO INIZIO CAMPIONATO
Non è in testa al gruppo solo a causa della penalizzazione inflitta dalla giustizia sportiva per lo scandalo scommesse, ma una delle grandi sorprese di questo avvio di campionato è senza dubbio la Sampdoria di Ciro Ferrara: i blucerchiati – dopo il successo a San Siro contro il Milan – si sono ripetuti al Ferraris contro il Siena. Di Maxi Lopez e Gastaldello le reti nel 2 – 1 finale: centrocampo davvero interessante quello di Ferrara dove l’innesto di Enzo Maresca ha dato maggiore fosforo, geometrie ed esperienza in una zona mediana già di ottimo livello (vedi Poli e Obiang).

GLI ALTRI RISULTATI
Il Catania di Maran è praticamente lo stesso della scorsa stagione: partita spettacolare in casa contro il Genoa di De Canio e vittoria 3 – 2 per i siciliani grazie alla doppietta di Bergessio e alla solita punizione di Lodi; non bastano al grifone il vantaggio iniziale di Kucka e la rete di Jankovic. Nel finale si è rivisto in maglia Genoa Marco Borriello.

Lodi e Bergessio

Il Torino di Ventura supera in casa il Pescara di Stroppa per 3 – 0. Gara condizionata dall’espulsione di Terlizzi intorno al 20esimo minuto; nonostante uno strepitoso Perin (un rigore parato a Bianchi e interventi da campioncino) i granata di casa passano con il primo goal in serie A di Alessandro Sgrigna, Matteo Brighi e capitan Bianchi.

Il Parma di Donadoni – grazie al primo goal nel massimo campionato di Belfodil e al raddoppio di Rosi – supera il Chievo di Di Carlo.

Trap_85

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.


Trap85

Trap85

Vincenzo Marino alias Trap85, è un grande appassionato dello sport in generale ma soprattutto del mondo calcistico. Segue la sezione Calcio e Sport e cura contemporaneamente anche altre sezioni. Le sue pillole sportive sono vere e proprie pillole di saggezza e di grande esperienza alla Mario Sconcerti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *