Serie A 2012-2013 – 12a giornata: il commento

0 Condivisioni

La Juventus torna a +4 sull’Inter ad appena una settimana dal big-match dove la Beneamata aveva sovvertito il pronostico e lanciato messaggi da scudetto alla squadra bianconera.
Giornata caratterizzata poi dal derby di Roma e dalla sconfitta casalinga del Milan ai danni di una Fiorentina sempre più lanciata verso le zone importanti di classifica..

La splendida rovesciata di Quagliarella: tripletta per lui a Pescara

Una tempesta di reti dopo la sconfitta
La Juventus torna a segnare 6 goal in campionato dopo 15 anni (l’ultima volta a San Siro contro il Milan il 06/04/1997). Finalmente a segno gli attaccanti, anche se a dare per l’ennesima volta indirizzo al match dell’Adriatico è stato un centrocampista: Arturo Vidal (quinto goal per il cileno in campionato). Dopo la sconfitta casalinga due gare con 10 goal fatti e solamente uno subito (il colpo di testa di Cascione): 4 goal in una settimana li ha messi a segno Fabio Quagliarella (tripletta sabato con tanto di rovesciata).
Per Stroppa la situazione torna ad essere critica anche se la zona retrocessione è lontana 2 punti.

Un brusco risveglio dopo l’impresa
L’Inter di Stramaccioni interrompe a Bergamo la striscia di 10 vittorie consecutive (fra campionato ed Europa League); a fermare la squadra milanese l’Atalanta di Colantuomo (alla terza vittoria consecutiva). Bella partita agli Atleti Azzurri d’Italia con gli orobici subito avanti con la rete di Bonaventura. Nella ripresa il pareggio di Guarin con un terrificante destro da fuori area prima della doppietta di Denis (il secondo su rigore per un fallo dubbio di Silvestre su Maxi Moralez). Il solito Palacio ha chiuso il match sul risultato di 3 – 2.
Il rigore contestato del 3 - 1 di Denis

Napoli forza 4….e che Insigne!!
Altra vittoria per 4 – 2 per i partenopei dopo la rimonta nel finale contro il Dnipro in Europa League: dopo i quattro goal del Matador giovedì in Europa League, il Napoli soffre per ampi tratti della partita ma con il cuore nel finale agguanta i 3 punti che lo spingono a ridosso dell’Inter a -5 dalla Juventus capolista. Protagonisti del match Giandomenico Mesto (goal dell’ex) e Lorenzo Insigne: i due, partiti dalla panchina, hanno dato linfa ad una squadra che nel primo tempo aveva subito a più riprese il Genoa. Poi con Cavani ed Hamsik è tutto più semplice e negli ultimi 10 minuti + recupero si è passati dal 2 – 1 (Immobile e Berolacci, nel mezzo Mesto) al 2 – 4 (Cavani, Hamsik e Insigne).

Milan: poco da stare Allegri… Montella vola!
La Fiorentina espugna San Siro anche senza la stella Jovetic e per il Milan tornano le critiche e le nubi… 3 – 1 per i viola grazie all’ex Aquilani, Borja Valero e El Hammdaoui.
Altro goal dell’ex, quello di Pazzini per il momentaneo 1 – 2 rossonero.
Sullo 0 – 1 rigore per il Milan mandato letteralmente alle stelle da Pato; l’ex baby prodigio che aveva incantato gli appassionati di calcio al suo arrivo a Milano sotto la corte di Ancelotti sembra sempre più un brutto anatroccolo. Galliani ha nuovamente confermato la fiducia a Max Allegri, ma obiettivamente il tecnico livornese sembra aver perso la bussola nella gestione della squadra che continua a stravolgere durante l’intervallo dopo primi tempi difficili (sembrano più tentativi casuali che scelte tecniche…)

Solito derby… solito De Rossi

La scorsa settimana nel commento di Roma – Palermo volevo porre l’accento sull’assenza di De Rossi e sulla ottima prestazione della squadra giallorossa. A distanza di una settimana, De Rossi in campo (nella gara da lui più sentita) e nuovamente Roma in difficoltà.
Dopo il vantaggio iniziale di Lamela (sesto goal consecutivo per il baby-fenomeno che arriva in vetta alla classifica insieme a El Shaarawi), la papera del portiere Goigochea ha consentito a Candreva di pareggiare con un destro da oltre 30 metri. In chiusura di primo tempo il sorpasso biancoceleste firmato Klose. Nell’ultima azione del primo tempo la solita follia di Daniele De Rossi: il #6 giallorosso ha dato un pugno in volto a Mauri durante gli sviluppi di un calcio di punizione. Rosso diretto per lui e 3 turni di squalifica.
Ad inizio ripresa proprio Mauri firma il 3 – 1 sfruttando l’ennesima amnesia difensiva di Piris. Nel finale (in parità numerica per l’espulsione di Mauri) il goal su punizione di Pjanic (errore anche qui del portiere – questa volta Marchetti).
Per il codice etico De Rossi salta anche la Nazionale nella sfida amichevole contro la Francia.

La città di Genova in difficoltà 
Domenica prossima ci sarà forse il derby più sentito della serie A: al Marassi andrò di scena il derby della Lanterna. Ci arrivano con il morale sotto i tacchi e una classifica da dimenticare Genoa e Sampdoria.
I grifoni come già detto hanno perso in casa con il Napoli e sono alla quinta sconfitta consecutiva (la quarta per il neo tecnico Del Neri). I blucerchiati stanno ancora peggio: hanno perso a Palermo (2 – 0 per i rosanero con doppietta del giovane promettente Dybala) la settima gara consecutiva. Ad oggi le fiducia nei due tecnici – nonostante le pessime prestazioni – è stata confermata dalle rispettive società ma, in una piazza calda come quella ligure, l’esito del derby scaturirà in ogni caso delle reazioni.

Le altre gare
Pareggio 0 – 0 fra Siena e Parma. Un punto per i toscani che comunque significa riavvicinarsi alla zona salvezza – ora distante solamente 3 punti – visto le sconfitte di Samp, Genoa e Bologna. Per i felsinei la sconfitta a Torino (rete di D’Ambrosio nella ripresa) è la quinta sconfitta nelle ultime sei.
Chiudiamo con il 2 – 2 pieno di emozioni (e qualche errore arbitrale) fra Chievo e Udinese. I clivensi si sono fatti recuperare due volte dal centrale difensivo friulano Angella; nel primo tempo primo vantaggio di Andreolli, a 2 minuti dal 90esimo Paloschi su rigore (poco prima Luciano aveva fallito un altro penalty).

Trap85 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.


0 Condivisioni

Trap85

Vincenzo Marino alias Trap85, è un grande appassionato dello sport in generale ma soprattutto del mondo calcistico. Segue la sezione Calcio e Sport e cura contemporaneamente anche altre sezioni. Le sue pillole sportive sono vere e proprie pillole di saggezza e di grande esperienza alla Mario Sconcerti.

Trap85

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.