Serie A 2011-2012: Il commento alla 24esima giornata

Sorpasso e controsorpasso…. tutto in 24 ore…. ma sabato sarà Milan – Juventus – il match scudetto (o quasi). Per il terzo posto si fermano tutte tranne Roma e Napoli. Per l’Inter e Ranieri altra figuraccia e timori per la Champions. La Lazio – o meglio Lotito – prende 5 schiaffi dal Palermo. In coda il Lecce vince e prova a riapreire i giochi.

Sabato prossimo per 90 minuti più recupero finiranno le polemiche, gli screzi, le accuse di spionaggio o di favoritismi. La parola al tappeto verde di San Siro, con o senza Ibra ancora non si sa… Ci sarà Milan – Juventus ed il risultato sarà decisivo, magari non direttamente sulla classifica, ma per la testa e lo spirito delle due squadre.
Rossoneri e bianconeri arrivano al big match con il morale alto dopo le vittorie per 3-1, rispettivamente contro Cesena e Catania.

Stesso punteggio ma andamento differente. La squadra di Conte è stata costretta a rimontare un ottimo Catania che per 45 minuti ha messo in seria difficoltà la Vecchia Signora. Primo goal in maglia bianconera per Andrea Pirlo (dopo il vantaggio iniziale di Barrientos) che ha illuminato lo Juventus Stadium con una prestazione da 8 in pagella – condita da due assist per le altre reti di Chiellini e Quagliarella. Antonio Conte ha mischiato un pò i giocatori facendo un leggero turnover in attesa del match di Milano.

pirlo - Serie A 2011-2012: Il commento alla 24esima giornata

Allegri a Cesena non ha avuto la stessa opportunità del suo collega. Infermeria ancora piena in casa rossonera con Boateng, Nesta e Pato fermi (il ghanese è in forte dubbio per la grande sfida di sabato prossimo). Prestazione ugualmente convincente per i rossoneri con il primo goal di Muntari (al debutto), Emanuelson e Robinho (in stato di grazia dopo la doppietta in Champions contro i Gunners).

muntari - Serie A 2011-2012: Il commento alla 24esima giornata

Dietro Milan e Juve il vuoto (o quasi). L’Udinese non va oltre lo zero a zero casalingo contro il Cagliari confermando le difficoltà realizzative quando al centro dell’attacco risulta assente Totò Di Natale. Tonfo a Palermo per la Lazio di Reja (5-1) che si fa raggiungere dai friulani. Problemi nello schierare undici giocatori per l’allenatore biancoceleste che dal mercato si aspettava sicuramente qualcsoa di più del semplice Candreva (ed il giovane Alfaro).

miccoli - Serie A 2011-2012: Il commento alla 24esima giornata


Si ferma la Lazio, pareggia l’Udinese… non ne approfitta l’Inter che perde nuovamente in casa (questa volta per 0 – 3) con il Bologna di Pioli. Emblematico lo striscione del giovane Filippo: “potete vincere altrimenti a scuola mi prendono in giro”. Già… sembrano tornati i momenti degli sfottò nerazzurri. Situazione seria per Ranieri e squadra che si giocano tutto (faccia compresa) mercoledì a Marsiglia.

Clima ben diverso a Napoli… 0 – 3 nell’anticipo a Firenze con doppietta di Cavani e goal di Lavezzi, il trio delle meraviglie sembra in gran forma ed il Chelsea fa meno paura. Da non perdere il match ed il clima del San Paolo nella sfida contro i Blues inglesi.
La Roma vince 1 – 0 sul Parma e si rilancia nella lotta per il terzo posto. Decide Borini – “ex” e vero ragazzo prodigio della banda Luis Enrique.

Nelle altre gare della giornata sconfitta casalinga (e terza gara senza goal) per il Genoa di Pasquale Marino superato 1 – 0 dal Chievo di Di Carlo (decide Thereau), pareggio a reti bianche fra Novara e Atalanta mentre il Lecce supera in rimonta 4 – 1 il Siena con la coppia colombiana Cuadrado – Muriel scatenata. Con questa vittoria Cosmi intravede la possibilità di riaprire il discorso salvezza.

Trap85

Per consultare i Risultati parziali e totali della giornata e le classifiche cliccate qui: Classifiche e Risultati

 

Trap85

Trap85

Vincenzo Marino alias Trap85, è un grande appassionato dello sport in generale ma soprattutto del mondo calcistico. Segue la sezione Calcio e Sport e cura contemporaneamente anche altre sezioni. Le sue pillole sportive sono vere e proprie pillole di saggezza e di grande esperienza alla Mario Sconcerti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.