Rugby: il 6 Nazioni 2013 comincia sabato 2 Febbraio

Sabato 2 Febbraio 2013 parte l’edizione numero 14 del prestigioso torneo fra squadre nazionali del veccho continente: il 6 Nazioni di rugby.
Fondato in Galles nel 1883, al torneo partecipavano solo le 4 nazioni delle isole britanniche, mentre dal 1910 al 2000 è stato denominato 5 Nazioni con l’introduzione in pianta stabile della nazionale francese; dal 2000 è stata invitata anche l’Italia.

Il logo del 6 Nazioni 2013

IL PROGRAMMA DELL’EDIZIONE 2013

Sab 2 Feb – Galles – Irlanda
Sab 2 Feb – Inghilterra – Scozia
Dom 2 Feb – Italia – Francia

Sab 9 Feb – Scozia – Italia
Sab 9 Feb – Francia – Galles
Dom 10 Feb – Irlanda – Inghilterra

Sab 23 Feb – Italia – Galles
Sab 23 Feb – Inghilterra – Francia
Dom 24 Feb – Scozia – Irlanda

Sab 9 Mar – Scozia – Galles
Sab 9 Mar – Irlanda – Francia
Dom 10 Mar – Inghilterra – Italia

Sab 16 Mar – Italia – Irlanda
Sab 16 Mar – Galles – Inghilterra
Sab 16 Mar – Francia – Scozia

La presentazione dell'edizione 2013: i capitani


IL REGOLAMENTO

Il torneo si disputa con un girone all’italiana con gare di sola andata. Ad anni alterni – quindi – ogni squadra disputa 3 gare casalinghe e 2 esterne e/o viceversa.
Per ogni vittoria si conquistano 2 punti, 1 punto in caso di parità, 0 per ogni sconfitta. A differenza di altri tornei di rugby, nel 6 Nazioni non sono previsti punti aggiuntivi in caso di un determinato numero di mete realizzate e/o punti subiti. Vince il torneo chi fa più punti ed in caso di parità chi ha la miglior differenza punti.

GLI STADI
La palla ovale continua ad affascinare sempre più sportivi, soprattutto in Italia.

Lo stadio Olimpico vestito a festa per il rugby

Emblematica la “necessità” di spostare le gare interne degli azzurri dal piccolo stadio Flaminio all’Olimpico di Roma con i suoi 73.000 posti (prima volta nel 2012 e confermata anche per questa edizione).
Tutti gli altri impianti che ospitano le gare sono autentici monumenti del rugby: Twickenham Stadium a Londra (82.000 posti), Stade de France a Parigi (80.000), Millennium Stadium a Cardiff (75.000), Murrayfield Stadium a Edimburgo (68.000) e Aviva Stadium a Dublino (50.000).

I TROFEI ED IL TEMUTO “CUCCHIAIO DI LEGNO
Il 6 Nazioni è diventato famoso anche per un premio che nessuno vuole aggiudicarsi: il famigerato cucchiaio di legno che viene assegnato alla squadra ultima arrivata nel torneo.
I non addetti ai lavori lo abbinano solamente alla squadra che perde tutte e 5 le partite, ma in realtà quello è il “cappotto” (Whitewash) che non è un premio ma il modo peggiore per concludere il 6 Nazioni. In 13 partecipazioni l’Italia ha conquistato 9 cucchiai di legno (di cui 4 whitewash).
Oltre al premio per la vittoria (Trofeo delle 6 Nazioni) ed il cucchiaio di legno, ci sono altri trofei in palio in base alle gare giocate. Ad esempio Francia e Italia giocano per il Trofeo Garibaldi, mentre Scozia e Inghilterra si sfidano per la Calcutta Cup.
Il Millennium Trophy è in palio fra Irlanda e Inghilterra mentre Scozia e Irlanda giocano per la Centenary Quaich.

Di sicuro sarà spettacolo…. e comunque vada tutti pronti per il Terzo Tempo e per fiumi di birra…

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.


Trap85

Trap85

Vincenzo Marino alias Trap85, è un grande appassionato dello sport in generale ma soprattutto del mondo calcistico. Segue la sezione Calcio e Sport e cura contemporaneamente anche altre sezioni. Le sue pillole sportive sono vere e proprie pillole di saggezza e di grande esperienza alla Mario Sconcerti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.