Rincari e nuove tasse per il 2013

E’ appena iniziato questo nuovo anno e già ci troviamo a fare i conti (nel vero senso della parola) con alcune novità. Nel 2013 infatti debutteranno 3 nuove tasse, ma non solo: dovremo aspettarci anche rincari su Iva, multe, bollo dei conti correnti, patrimonialina, francobolli, gas, trasporti, rc auto e infine canone Rai.

Aumento delle tasse nel 2013

Sull’altro piatto della bilancia, le famiglie italiane potranno usufruire di maggiori sconti per i figli a carico; inoltre fino a giugno sarà possibile usufruire di super sconti sui lavori di ristrutturazione (dopo, la detrazione scenderà dal 50 al 36%). Infine c’è l’aspettativa di un calo delle tasse su famiglie e imprese: infatti dal 2013 entrerà in campo il nuovo redditometro, e gli importi della lotta all’evasione saranno utilizzati per rimpinguare il fondo per il calo delle tasse ed abbattere così le imposte a famiglie e imprese.

Facciamo allora il punto della situazione:

Ivie: nuova imposta, che si paga sul valore degli immobili all’estero.

Tobin Tax: nuova tassa sulle transazioni finanziarie che entrerà in vigore da marzo.

Tares: nuova tassa sui rifiuti, che manderà in pensione la vecchia Tarsu e assorbirà la Tassa di Igiene Ambientale. La Uil stima una spesa media di 305 euro, 80 euro in più rispetto allo scorso anno. Si pagherà da aprile sulla base della grandezza degli immobili.

Tares sostituisce la Tarsu

Iva: da luglio arriverà la stangata dell’Iva, che aumenterà dal 21 al 22% su caffè, cioccolato, televisori, abbigliamento.

Canone Rai: il canone sale da 112 a 113,50 euro.

Bollo: dal 2013 andrà a regime l’imposta di bollo sui conti correnti e i libretti di risparmio. Il bollo da 34,20 euro riguarderà tutti i conti correnti, tranne i conti base e i conti con una giacenza inferiore ai 5 mila euro.

Trasporti: aumenteranno di 31 euro (secondo le associazioni dei consumatori) le spese aeroportuali, e di 83 euro quelle per treni e trasporto locale.

Auto: i pedaggi autostradali subiranno un aumento consistente. Inoltre saliranno del 5,7% le sanzioni per le infrazioni del codice della strada. Ad esempio chi passa con il rosso dovrà pagare 163 euo e non più 154.

aumenti tasse pedaggi stradali

Gas: è previsto un aumento dell’1,7% per le tariffe sul gas. In compenso calerà finalmente il costo dell’energia elettrica dell’1,4%.

In generale quindi la pressione fiscale, in base alle ultime previsioni del governo, salirà dal 44,7% del 2012 al livello record del 45,3%. In base alle stime Adusbef, si tratta di una stangata di quasi 1.500 euro a famiglia: un dato allarmante secondo le associazioni dei consumatori, che ritengono questi aumenti “insostenibili”, con possibili pesanti ricadute sulle condizioni di vita delle famiglie italiane, che potrebbero portare ad una ulteriore crisi dei consumi che renderà ancora più difficile la ripresa economica.

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.


Fabrizio Cannatelli

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *