Revisione Auto: via i timbri parte l’era informatica

0 Condivisioni

Da lunedi 14 luglio si cambia, grandi novità in materia di revisione auto in applicazione di una circolare dello scorso 20 giugno 2014. Anche in questo settore, da tempo legato a carte e  “timbri”, partirà l’era informatica, a garanzia della legalità e per scongiurare truffe e irregolarità che purtroppo sono il malcostume del nostro paese.

Motorizzazione Civile

Segui Informarea su Telegram

Andando nello specifico vediamo cosa cambierà: precedentemente alla riforma chi doveva fare la revisione della propria auto si recava presso la sua officina di fiducia che, dopo i controlli effettuati, apponeva il timbro sul libretto. Da lunedì, invece, il revisore dopo l’esito positivo dei controlli dovrà inserire entro un’ora tutti i dati del controllo nel sistema informatico della Motorizzazione.

Solo successivamente verrà stampato un tagliando cartaceo da applicare sulla carta di circolazione che verrà consegnato all’automobilista.

Per le autofficine autorizzate alla revisione c’è addirittura l’obbligo preventivo di inserire, nel sopracitato sistema della Motorizzazione, l’elenco di tutte le prenotazioni delle sedute di revisione.

Revisione auto presso officine autorizzate

Questa nuova procedura farà si che le prenotazioni dovranno essere obbligatoriamente associate ad un pagamento su conto corrente, secondo la tariffa prevista, in modo da evitare i così detti “trucchi” sia fiscali che di altro tipo.

La norma prevede, inoltre, che la revisione deve essere fatta dopo 4 anni dalla prima immatricolazione e successivamente ogni due anni e in tale occasione è stato abbinato anche il così detto bollino blu. Tale scadenza vale per autovetture e autocaravan, motoveicoli e ciclomotori, autoveicoli adibiti al trasporto di cose e autoveicoli al trasporto promiscuo. Per le autovetture adibite al servizio taxi, noleggio con conducente, autobus, autoambulanze e veicoli atipici (es. auto elettriche) la scadenza per la revisione è annuale.

La Revisione può essere fatta sia direttamente presso la  Motorizzazione Civile o in una delle sue sedi distaccate, oppure in una officina autorizzata. E’ chiaro che i costi variano da 45 a 65 euro a secondo se si va alla Motorizzazione o in officina.
 

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

Segui Informarea su Telegram

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.