Parole… pericolose

0 Condivisioni

Spesso ci dicono di parlare, di non tenere tutto dentro, che parlare aiuta, molti studi di psicologia addirittura invitano a scrivere quando si hanno dei problemi, perché comunicare scrivendo fa bene. Ok ma bisogna scrivere bene, rispettare la punteggiatura, scegliere bene le parole anche in base alle circostanze altrimenti le frasi diventano equivoche e pericolose e possono dare effetti diversi da quelli che si volevano ottenere.

scrivere - Parole… pericolose

 

Come quando nel 1998 il Giornale di Sicilia uscì con il titolo “Si è spento l’uomo che si è dato fuoco”, o come quando nel 1995 il Mattino di Napoli dopo l’ennesimo infortunio sul lavoro titolò: “Uomo in fabbrica perde il braccio destro, la polizia indaga sul sinistro” e da non dimenticare anche l’equivoco suscitato dal Corriere della Sera nel 1981, allorquando titolò in 20° pagina “Falegname impazzito tira una sega ad un passante”: la notizia fece il giro della città e molti si recarono sul posto speranzosi di provare.

Non meno folcloristico il titolo del Corriere del Mezzogiorno che all’ennesimo servizio sul maltempo scrisse ”Tromba marina per un quarto d’ora” e tutte le signore di Napoli protestarono invidiose dal momento che la durata media dei loro mariti era di 6 minuti. Da non dimenticare anche il titolo di cronaca nera: “In 500 contro un albero , tutti morti”.

Molto ironico fu il Messaggero che titolò: “Incredibile! In aeroporto spariscono le valige di Silvan”, al che ci verrebbe da dire Sin in Sala Check in.

MAGO SILVAN - Parole… pericolose

 

Non meno gravi sono gli equivoci creati nei necrologi come quella volta che nella piazza di un paesino siciliano fu esposto: “Si è spento il Cavalier Luigi Fotte, inconsolabile la moglie Giuseppina Fotte con i parenti tutti”, oppure quando in un paesino calabrese con la stessa superficialità fu affisso: “Ci ha lasciato Immacolata Bellina, donna instancabile ha amato la vita,  il marito e tutto il paese” ed ancora “E’ morta Monica Gallini, ne danno il triste annuncio la figlia Addolorata ed il genero Felice”. Ma uno dei più stravaganti fu: “Ad un anno dalla sua dipartita la moglie ricorda suo marito Felice Uccello. Ha lasciato dentro di me un vuoto incolmabile”.

Ma l’apoteosi degli equivoci avviene negli annunci e avvisi fai da te. Come quello affisso in una scuola romana in presidenza: “Tutti coloro che hanno un buco libero lo devono mettere a disposizione del Preside” non vi dico il traffico di buchi liberi in presidenza tant’è che il preside ha dovuto istituire le targhe alterne : buchi pari e buchi dispari. Da segnalare il cartello affisso davanti ad una ferramenta di Bologna: “Qui chiavi in 5 minuti” , la gente corse in massa!

chiavi - Parole… pericolose  chiavi 2 - Parole… pericolose

Oppure davanti ad una macelleria “Questa macelleria la domenica è aperta solo per i polli”, così molti in paese capirono il perché i prezzi la domenica raddoppiavano. Poi davanti ad una pelletteria scrissero “Si fanno giacche di pelle anche con la pelle dei clienti”. Per chiudere segnaliamo un cartello di affitto su un portone di un palazzo:  “Si affitta l’abitazione  del terzo piano, la signora del secondo la fa vedere a tutti”. Inutile dire che le visite a quell’appartamento sono state tantissime e quasi tutte erano dirette al secondo piano!

cartello affittasi - Parole… pericolose        fila - Parole… pericolose

 

 

Ogni riferimento a fatti o persone, genti, uomini, donne  è puramente casuale, tutto nasce dalla fantasia dell’autore di cui sono tutti i diritti d’autore ai sensi dell’Art. 2575 del codice civile http://www.studiolegale-online.net/diritto_informatica_09.php


0 Condivisioni

DoctorsTrucco

Angelo Grasso alias DoctorsTrucco, ha svolto per anni l’attività di cabarettista nel duo DoctorsTrucco esibendosi presso i più svariati locali d’Italia. In questo sito si occuperà della sezione Cabaret regalandoci delle verie e proprie pillole di comicità e di risate a crepapelle (garantito) e, grazie alle sue capacità innate, della sezione Fantacalcio (nel suo palmares Fantagazzetta ci sono già 4 premi).

DoctorsTrucco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.