Notte degli Oscar 2013: tutti i trionfatori

0 Condivisioni

Ieri sera si è tenuta l’85^ edizione della cerimonia degli Oscar, al Dolby Theatre di Los Angeles. La serata è stata condotta per la prima volta dal comico Seth MacFarlane.

Oscar 2013

 

Il 10 febbraio 2013 erano state annunciate le nomination delle varie categorie, e già allora era risultato evidente come questa edizione fosse equilibrata, senza i classici “super favoriti”.

Le preziose statuette infatti sono state ben distribuite. Argo di Ben Affleck ha raccolto una delle statuette più ambite, quella di Miglior film: l’annuncio è stato fatto nientemeno che dalla First Lady Michelle Obama, collegata via satellite direttamente dalla Casa Bianca. “Non avrei mai immaginato di tornare su questo palco” ha esordito Ben Affleck “Ringrazio tutti coloro che mi hanno aiutato. Non succede nulla se si viene buttati giù, quello che conta è sapersi rialzare”. Altri due premi per Argo: Miglior montaggio (William Goldenberg) e Migliore sceneggiatura non originale (Chris Terrio).

Argo vince agli Oscar

La Miglior regia è andata invece ad Ang Lee per Vita di Pi, il film che ha raccolto più riconoscimenti (4: anche Miglior fotografia, effetti speciali e colonna sonora).

Tre statuette per Les Miserables, tra cui quella ad una commossa Anne Hathaway come Migliore attrice non protagonista.

L’Oscar per il Migliore attore non protagonista invece è andato, per la seconda volta in tre anni, e sempre grazie a un film di Tarantino, a Christoph Waltz, per Django Unchained.

Il plurinominato Lincoln ha raccolto due statuette, tra cui il previsto riconoscimento come Miglior attore protagonista a Daniel Day-Lewis per la sua straordinaria interpretazione del presidente americano.

Daniel Day-Lewis Oscar come miglior attore protagonista

Il premio come Miglior attrice protagonista è stato assegnato a Jennifer Lawrence per la sua interpretazione nel film Il lato positivo: per la grande emozione l’attrice è anche inciampata al momento di ritirare la statuetta. 

L’Oscar come Migliore sceneggiatura originale è andato a Quentin Tarantino (Django Unchained), che ha descritto questa edizione come “l’anno delle grandi sceneggiature”. 

Migliore film d’animazione il cartoon Disney Pixar Ribelle – The Brave; migliore film straniero l’austriaco Amour di Michael Haneke.

Confermati i pronostici per quanto riguarda la statuetta della Miglior canzone originale, andata ad Adele per il brano Skyfall legato all’ultimo film di James Bond. Durante la serata la cantante inglese si è anche esibita dal vivo. 

Adele vince Oscar con Skyfall

Ecco tutti i premi:

Miglior film: Argo di Ben Affleck

Migliore attrice protagonista: Jennifer Lawrence per Il lato positivo

Miglior attore protagonista: Daniel Day-Lewis per Lincoln

Migliore attrice non protagonista: Anne Hathaway per Les Misèrables

Migliore attore non protagonista: Christoph Waltz per Django Unchained

Miglior regista: Ang Lee per Vita di Pi

Migliore sceneggiatura originale: Quentin Tarantino per Django Unchained

Migliore sceneggiatura non originale: Chris Terrio per Argo

Miglior film in lingua straniera: Amour (Austria)

Miglior film d’animazione: Ribelle – The Brave di Mark Andrews e Brenda Chapman

Miglior fotografia: Claudio Miranda per Vita di Pi

Migliori effetti speciali: Bill Westenhofer, Guillaume Rocheron, Erik-Jan De Boer e Donald R. Elliott per Vita di Pi

Migliori costumi: Jacqueline Durran per Anna Karenina

Miglior montaggio: William Goldenberg per Argo

Miglior sonoro: Andy Nelson, Mark Paterson e Simon Hayes per Les Misérables

Miglior montaggio sonoro: Per Hallberg e Karen Baker Landers per Skyfall; e Paul N.J. Ottosson per Zero Dark Thirty

Migliori trucco e acconciatura: Lisa Westcott e Julie Dartnell per Les Misérables

Migliore colonna sonora: Mychael Danna per Vita di Pi

Miglior canzone originale: Adele Adkins e Paul Epworth per Skyfall

Miglior scenografia: Rick Carter e Jim Erickson per Lincoln

Miglior cortometraggio: Curfew di Shawn Christensen

Miglior cortometraggio animato: Paperman di John Kahrs

Migliore documentario: Searching for Sugar Man di Malik Bendjelloul e Simon Chinn

Migliore cortometraggio documentario: Inocente di Sean Fine e Andrea Nix Fine.

Vincitori Oscar 2013

Come l’anno scorso, vediamo anche qualche statistica sul rapporto tra vittorie (primo numero sotto riportato) e candidature (secondo numero sotto riportato) per le principali pellicole:

4/11 – Vita di Pi

3/8 – Les Misérables

3/7 – Argo

2/12 – Lincoln

2/5 – Skyfall

2/5 – Django Unchained

1/8 – Il lato positivo – Silver Linings Playbook

1/5 – Amour

1/5 – Zero Dark Thirty

1/4 – Anna Karenina

1/1 – Searching for Sugar Man

1/1 – Curfew

1/1 – Paperman

1/1 – Inocente

1/1 – Ribelle – The Brave

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.


0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.