Nick D’Aloisio e Summly: storia di un teenager milionario

0 Condivisioni

Riassumere in 400 caratteri le notizie trovate online.
Selezionare le news più rilevanti e consentire agli utenti di rimanere in linea con gli avvenimenti del giorno (il tutto in poco più di 2 tweet). Un’idea non certo sconvolgente – nata durante delle ricerche scolastiche sul web – ma che è diventata una miniera di dollari.

Nick D'Aloisio


Questa in poche parole l’app che ha ideato un allora 15enne australiano che vive in Inghilterra (a Wimbledon) e che ha reso milionario Nick D’Aloisio.
Ideata 2 anni fa, l’app per iPhone Summly ha ricevuto fin da subito 1 milione di sterline di investimenti per essere migliorata (fra gli altri a finanziare il progetto anche la cantante Yoko Ono, moglie di John Lennon, e la NewsCorp di Murdoch).

Summly. l'app del momento


Poche ore fa è arrivata la notizia dell’acquisto dell’app da parte di Yahoo! che ha pagato Summly 30 milioni di dollari offrendo al giovane australiano di origini italiane un posto di lavoro nella sede londinese al termine degli studi (Nick deve ancora ultimare il liceo).
Un consuntivo di quanti riassunti sono stati creati? Prima della rimozione dall’AppleStore si vociferano circa 90 milioni di riassunti letti… un vero e proprio boom!

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.


0 Condivisioni

Trap85

Vincenzo Marino alias Trap85, è un grande appassionato dello sport in generale ma soprattutto del mondo calcistico. Segue la sezione Calcio e Sport e cura contemporaneamente anche altre sezioni. Le sue pillole sportive sono vere e proprie pillole di saggezza e di grande esperienza alla Mario Sconcerti.

Trap85

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.