Modello 730/2015: chi deve compilarlo, le novità, le scadenze, chi è esentato

0 Condivisioni

E’ tempo di 730. In questo articolo cercheremo di chiarire chi deve compilare il modello 730/2015, quali sono le novità introdotte nella compilazione, le scadenze, sia per coloro che si avvaleranno dell’assistenza del CAF e sia per coloro che riceveranno assistenza dal proprio sostituto d’imposta, e infine chi è esentato.

Modello 730/2015

Il Modello 730 è il modulo fiscale da compilare per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati, fu introdotto in Italia nel 1993 in sostituzione del modello 740 semplificato, allo scopo di provvedere immediatamente al rimborso delle imposte a credito. In pratica tutti i lavoratori dipendenti pagano con le ritenute una imposta lorda, grazie alla compilazione di questo modello e alle detrazione e rimborsi si arriva a pagare una imposta netta.

 
 

Chi deve compilare il Modello 730?

  • Redditi di lavoro dipendente;
  • Redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente;
  • Redditi dei terreni e dei fabbricati;
  • Redditi di capitale;
  • Redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la Partita Iva;
  • Altri redditi;
  • Alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata.

Le novità:

Da quest’anno il Governo ha inviato ai contribuenti un modello parzialmente precompilato con i dati già noti entro il 15 aprile 2015 a pensionati, dipendenti pubblici e privati compilato con i dati forniti dal sostituto d’imposta  (stipendio o pensione), dall’anagrafe tributaria (familiari a carico e rendite immobiliari) e soggetti terzi (banche, assicurazioni, ecc.). Dal prossimo anno saranno addirittura indicate anche le spese sanitarie note.

La scadenza:

Per coloro che vorranno servizi del CAF la scadenza è il 7 luglio 2015, per coloro che invece riceveranno assistenza dal proprio sostituto di imposta (datore di lavoro o Ente pensionistico), la scadenza varia da ente ad ente ma è sicuramente precedente alla data del 7 luglio.

Una volta completata questa procedura, non è necessario che il contribuente consegni il modulo all’Agenzia delle Entrate poiché questo adempimento spetta o al datore di lavoro, all’ente pensionistico o al CAF (e gli altri intermediari abilitati). In caso di rimborso dell’imposta o di saldo a debito da parte del contribuente, le somme rinvenute vengono versate o trattenute a luglio direttamente dalla busta paga o dalla pensione, a meno che non si richieda esplicitamente che il corrispettivo venga inviato direttamente al contribuente dall’Agenzia delle Entrate.

Chi è esentato

Sono invece del tutto esonerati dalla dichiarazione dei redditi coloro che possiedono esclusivamente i redditi derivanti da:

  • Abitazione principale;
  • Lavoro dipendente o pensione;
  • Lavoro dipendente o pensione con abitazione principale;
  • Rapporti di collaborazione coordinata e continuativa;
  • Alcuni redditi esenti (ad esempio, pensioni di guerra, alcune borse di studio, ecc…);
  • Oppure possiedono esclusivamente redditi soggetti a: imposta sostitutiva o ritenuta alla fonte a titolo di imposta.

Occorrono però altre due condizioni per l’esenzione: i Redditi devono essere  corrisposti da un unico sostituto d’imposta obbligato ad effettuare le ritenute di acconto oppure corrisposti da più sostituti, purché certificati dall’ultimo che ha effettuato il conguaglio; inoltre le detrazioni per coniuge e familiari a carico sono spettanti e non sono dovute le addizionali regionali e comunali.

L’esenzione può scattare anche per motivi di minimo reddituale, ossia per tutti coloro che possiedono esclusivamente determinati redditi, entro specifiche soglie.

Fino a quando conservare la documentazione:


La documentazione tributaria va conservata per eventuali accertamenti futuri fino al 31 dicembre del quarto anno successivo alla presentazione.

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!

 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

I Vostri commenti sono benvenuti!

Non esitate a lasciare le Vostre impressioni o a porre domande.

0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.