Michael Schumacher è uscito dal coma

0 Condivisioni

E’ arrivata la bella notizia che a dire il vero non si aspettava e che tutti avevano paura non dovesse mai arrivare: Michael Schumacher è sveglio.

Dopo il brutto incidente avvenuto il 29 dicembre 2013, finalmente la notizia che sta facendo il giro del Web, diffusa dalla Bild e confermata dalla sua portavoce Sabine Kehm, il pilota tedesco è uscito dal coma. Certo non parla ma risponde alla moglie e ai figli attraverso i movimenti delle palpebre. Sente tutte le voci e appare comunicativo. Adesso tutto il suo quadro clinico cambierà infatti è già stato già trasferito in una clinica riabilitativa dove proseguirà la fase di ripresa. Michael Schumacher è stato trasportato da Grenoble al Centro ospedaliero universitario del Vaud a Losanna, in Svizzera francese.

Michael Schumacher è uscito dal coma

Ecco il comunicato Ufficiale della sua portavoce Sabine: «Michael ha lasciato il CHU di Grenoble per continuare il suo lungo periodo di riabilitazione. Non è più in coma. sua famiglia ringrazia espressamente tutti i medici, infermieri, infermieri e terapisti a Grenoble, perché insieme con i primi soccorritori sulla scena, hanno fatto un ottimo lavoro in questi primi mesi. I ringraziamenti della famiglia vanno anche a tutti le persone che hanno inviato a Michael tanti auguri. Lo avrete certamente aiutato.  Proseguendo su questa strada chiediamo ancora la vostra comprensione affinché il suo nuovo cammino di riabilitazione possa svolgersi al di fuori del pubblico». 

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.