MasterChef Italia 3: 13° e 14° puntata – il ritorno di Beatrice

Dopo essere stati dimezzati, i dieci concorrenti ancora in gara si sono sfidati in una nuova Mystery Box: hanno trovato nove ingredienti già pronti fuori dalla scatola, da utilizzare tutti o solo alcuni, ma gli ingredienti che avrebbero dovuto diventare protagonisti del piatto, nascosti sotto la famosa scatola, sono stati i frutti di mare (vongole, telline, cozze, etc.). “Sulla carta” i più avvantaggiati erano i due aspiranti chef del sud, Almo e Salvatore, che abitualmente hanno a che fare con queste materie prime; in generale i giudici si sono ritenuti molto soddisfatti, hanno fatto i complimenti a tutti i concorrenti, che hanno saputo cucinare piatti vivi, colorati e belli, ma i tre migliori sono stati Enrica (spesso finita tra i primi tre ma fino ad ora mai vincente), Almo (anche lui temuto dagli avversari pur non avendo mai vinto) e Michele (partito alla grande ma poi un po’ calato). La scelta per i giudici è stata ardua, trovandosi di fronte a tre piatti validissimi, ma alla fine il vincitore della prova è stato Almo, per la prima volta.

 

I Giudici di MasterChef Italia 3

 

Almo ha seguito i giudici nella dispensa di MasterChef, in vista del successivo Invention Test, trovandosi di fronte però un tavolo delle scelte vuoto: infatti questa volta non ci sarebbe stata alcuna scelta da fare, ed inoltre Almo ha avuto il privilegio di sapere che non avrebbe dovuto cucinare, e che sarebbe stato il capitano della propria squadra nella successiva prova in esterna. Dopodiché i giudici hanno avvisato anche gli altri nove concorrenti che nessuno di loro avrebbe dovuto cucinare, in quanto sarebbe stato qualcun’altro a farlo: infatti si sono sfidati tra i fornelli di MasterChef gli ultimi sei aspiranti chef eliminati (Giorgio, Jessica, Ludovica, Beatrice, Michele G. e Laura), che hanno avuto una nuova chance per rientrare in gara, riservata ovviamente soltanto al migliore dei sei. Ognuno di loro ha potuto scegliere due ingredienti per la prova, per un totale di 12 ingredienti, da usare tutti o solo alcuni; inoltre alle loro postazioni hanno trovato una dotazione base composta da ingredienti come uova e farina.

Ovviamente i 10 aspiranti chef ancora in gara non sono stati contenti di questo ripescaggio, in quanto a loro parere gli eliminati hanno comunque commesso errori e non meritavano nuove possibilità, dopo essersi tra l’altro rilassati fuori dalla gara. Al momento dell’assaggio, i giudici hanno cercato di capire se alcuni dei sei piatti potevano considerarsi all’altezza dei 10 concorrenti rimasti. Ludovica, Jessica, Giorgio e Laura sono tornati a casa nuovamente, i primi tre per non aver sfruttato al meglio questa seconda opportunità, Laura per non essere stata all’altezza di Beatrice e Michele G.

Questi ultimi, i migliori della prova, hanno proseguito la sfida cucinando un piatto della tradizione, i cannelloni ricotta e spinaci: questa volta però gli assaggiatori non sono stati i tre giudici, ma i dieci aspiranti chef, che si sono accomodati nella sala ristorante. Dopo gli assaggi e il tentativo di capire a chi corrispondessero i piatti X e Y, che ha portato fuori strada alcuni neo giudici, i dieci hanno votato, e la vittoria e’ andata a Beatrice, rientrata in gara dopo esserne uscita con disonore non per eliminazione “tradizionale” ma per “gioco scorretto”, se così si può dire.

 

Beatrice rientra a MasterChef 3

 

Nell’episodio successivo la Prova in Esterna si è svolta in Maremma, dove i giudici si sono presentati a cavallo come veri cowboy. Gli undici concorrenti, divisi come di consueto in squadre, hanno dovuto cucinare per i butteri, gli equivalenti dei cowboys americani, nonché veri esperti di carne grigliata!

Almo, vincitore dell’ultima prova, ha potuto scegliere i componenti delle due squadre, Rossa e Blu, dopodiché ha scelto per se stesso la squadra Rossa, eliminando però Alberto che ha mandato direttamente al Pressure Test. Le squadre hanno dovuto occuparsi dello stesso menù (grigliata mista di carne, acqua cotta e bruschette di pane toscano), e i due capitani hanno subito assegnato i compiti a tutti, anche se nella squadra Blu sono iniziate quasi subito le discussioni, in particolare Rachida con i nervi a fior di pelle è riuscita a farli saltare anche ai suoi compagni, al limite dell’esasperazione! Per non parlare del taglio della carne: un vero massacro per i Blu, e non è mancata qualche difficoltà anche per i Rossi, tra i quali quantomeno regnava un clima di completa calma.

Al momento della grigliata però diversi errori sono stati commessi anche dai Rossi, in particolare Federico ha messo letteralmente troppa carne al fuoco, rischiando di bruciarla; mentre ai Blu alla fine mancava ancora la cottura del pane, e la carne sembrava un po’ troppo cotta. I butteri sono arrivati dopo due ore, e hanno potuto assaggiare i menù di entrambe le squadre, esprimendo poi la loro preferenza. Alla fine, la squadra vincitrice è stata quella Rossa.

 

Cucinare per i butteri - MasterChef 3

 

I componenti della squadra Blu, più Alberto, hanno dovuto affrontare il terribile Pressure Test, per scampare all’ennesima eliminazione. Prima però i 5 componenti della squadra Blu hanno dovuto accordarsi per salvare uno di loro: le discussioni e le accuse sono state tante durante la prova in esterna e dopo (in particolare Rachida ci sembra sempre più presuntuosa ed arrogante), e i giudici hanno voluto obbligarli almeno questa volta a prendere una decisione in comune. La persona salvata è stata Emma.

Gli altri hanno dovuto cucinare un uovo di struzzo facendone tante omelette quante ne consentiva l’uovo stesso. I giudici hanno controllato quantità e qualità delle omelette, e hanno deciso che i due peggiori sono stati Salvatore e Marco: gli altri si sono salvati. Dopo attenta riflessione, i giudici hanno deciso di eliminare Marco.

 

L'eliminato Marco a MasterChef 3

 

E così gli aspiranti chef sono di nuovo 10, e ormai sicuramente ci siamo fatti tutti un’idea di loro, di chi ci sembra più forte e chi meno, di chi ci sta più simpatico e chi proprio non sopportiamo. Chi uscirà nelle prossime puntate? Io so solo una cosa, non ne posso più di sentire Rachida e Beatrice parlare parlare e parlare..!

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

Alessandra

Alessandra

Non è propriamente una appassionata di informatica, ma si diletta con piacere in questo ambito grazie anche al suo lavoro spesso legato al mondo web. In questo blog vuole parlare quindi di tutto un po’ (tranne che di informatica!), di ciò che la circonda e di ciò che la appassiona, sperando di poter creare materiale di confronto sugli ambiti più disparati, dal matrimonio alle ricette, dalla lettura alla dolce attesa ai viaggi… e tanto altro ancora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *