L’Italia di Prandelli non sarà testa di serie in Brasile: ecco i perché

0 Condivisioni

Da circa una settimana – a qualificazione ormai raggiunta – non si è parlato d’altro: l’Italia deve vincere contro la Danimarca o l’Armenia per garantirsi l’accesso come testa di serie al sorteggio dei gironi del prossimo mondiale 2014.

Segui Informarea su Telegram

Dopo il pareggio contro la Danimarca venerdì scorso (doppietta “shock” dell’ex juventino Bendtner) e quello di martedì sera contro l’Armenia al San Paolo di Napoli (sempre 2 – 2 il risultato finale) le speranze di rimanere testa di serie si sono ridotte al lumicino; nella nottata fra martedì e mercoledì le vittorie di Uruguay e Colombia ci hanno trascinato in seconda fascia.

Com’è possibile che – nonostante un girone di qualificazione senza sconfitte ed una finale europea alle spalle – la nostra Nazionale non sia riuscita a raggiungere una delle prime 7 posizioni richieste?

Anche se tutti si soffermano alle ultime due “occasioni sprecate”, in verità le colpe sono da ricercare altrove.

Dal 2006 per il calcolo del ranking FIFA vengono presi in considerazione tutti gli incontri degli ultimi 4 anni assegnando un punteggio in funzione del risultato ottenuto, data della manifestazione, importanza della partita giocata, valore dell’avversario affrontato e valore della confederazione cui si appartiene.

Brasile 2014: la corsa verso il Mondiale

E’ indubbio che una partita di qualificazione conferisce un punteggio più elevato rispetto ad un’amichevole, ma è proprio nelle 17 gare amichevoli svolte negli ultimi 4 anni dalla squadra di Prandelli dove si ritrovano molte altre occasioni non sfruttate dalla nostra Nazionale.
Solo 4 vittorie, 5 pareggi (tra cui Haiti) e 8 sconfitte; non è quindi solamente colpa di Armenia e Danimarca, ma di come troppo spesso prendiamo con superficialità le gare non ufficiali che hanno comunque un peso – spesso decisivo – nella definizione del ranking FIFA.
Ecco perchè Svizzera e Belgio, sicuramente con storia e classe inferiore a quella dell’Italia, sono fra le 8 big del sorteggio e noi saremo in seconda fascia.

Strapparsi i capelli?!? Pensiamo di no, o almeno bisognerà attendere quali avversarie ci darà l’urna di Salvador de Bahia il prossimo 6 dicembre.

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

Segui Informarea su Telegram

Trap85

Vincenzo Marino alias Trap85, è un grande appassionato dello sport in generale ma soprattutto del mondo calcistico. Segue la sezione Calcio e Sport e cura contemporaneamente anche altre sezioni. Le sue pillole sportive sono vere e proprie pillole di saggezza e di grande esperienza alla Mario Sconcerti.

Trap85

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.