Lillo e Greg – Pupazzo Criminale – “Nun me chiamo Secco”

0 Condivisioni
 

Pupazzo criminale è la nuova serie scritta e diretta da Lillo & Greg. Prodotta dalla LSD Edizioni – Mupazzi Show.

Lillo & Greg tornano sul loro canale YouTube con la serie Web “Pupazzo Criminale“. E’ in pratica la storia di due boss di un clan romano di Torpignattara trasformati in calzini. L’ispirazione è arrivata da un cult come il Muppet Show e dal successo della serie italiana Romanzo Criminale.

Pupazzo Criminale

I protagonisti sono membri di un clan della zona di Torpignattara alle prese tra spaccio di droga, richieste di pizzo e sequestri di persona. Ad interpretarli per 16 episodi sono il duo comico Lillo & Greg: “Tutto è accaduto scherzando fra noi quando mi hanno regalato due presine a forma di rana e papero”, racconta Greg, “dopo ho costruito un topo con un calzino e con Lillo abbiamo cominciato ad inventare delle storie“. Così sono nati il sicario Secco, il boss Rana, il compare Primavera e i cugini Calzini. E ancora Greg: “Tanto successo non ce l’aspettavamo nemmeno noi, ma il Web è così“.

Nella serie sono presenti anche due star di Romanzo Criminale: Francesco Montanari e Riccardo De Filippis, trasformati nel Tunisino e il Grissino, che hanno partecipato al primo cortometraggio di 7 minuti di “Pupazzo Criminale“, che chiude lo spettacolo teatrale di Lillo & Greg “La fantastica avventura di Mr. Starr“.

Mentre su Facebook si sta cercando di trovare la fidanzata calzino a Sorciosecco, Lillo & Greg stanno cercando di far crescere la saga per migliorarne la qualità e aumentare gli episodi. Nel frattempo godiamoci l’episodio “I problemi der Secco” e la fatidica frase “Nun me chiamo Seccoooooo“.

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.