L’evoluzione dei metodi di pagamento: dal baratto alle nuove Carte

0 Condivisioni

Nella civiltà moderna, l’utilizzo delle Carte di Pagamento è entrato ormai a far parte delle nostre abitudini quotidiane, tanto che spesso si ricorre al loro utilizzo anche per importi apparentemente esigui. Ma se oggi sempre più spesso le transazioni, piccole o grandi che siano, passano attraverso una Carta, non è sempre stato così.

Per non dimenticare come si è evoluto il commercio dalle origini fino ad oggi, la società BANCOMAT® in collaborazione con Feduf (Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio), ha realizzato un’infografica Bancomat che racconta l’evoluzione dei metodi di pagamento nella storia.

 Evoluzione dei metodi di pagamento

Tutto iniziò, fin dai popoli antichi come Egizi, Cretesi e Greci, con il baratto, ovvero uno scambio di merci: questo metodo di pagamento consentiva lo sviluppo dell’economia in quanto garantiva la soddisfazione nello stesso momento di produttori di merci diverse.

Intorno al VII secondo a.C. fu inventata secondo la tradizione la prima moneta in metallo, in Asia Minore; la carta moneta nacque invece in Cina soltanto nel IX secolo d.C., e successivamente Marco Polo diffuse la notizia del suo utilizzo anche nel Vecchio Continente, anche se soltanto in età napoleonica si diffuse in Europa l’utilizzo delle banconote.

La prima Carta di Credito, che segnò una rivoluzione nei metodi di pagamento, fu emessa nel 1950 da Diners Club Inc. negli Stati Uniti. Inizialmente le carte non erano elettroniche, era quindi necessaria un’impronta dei dati delle Carte su voucher cartacei. Con l’avvento delle prime Carte, che ha dato letteralmente inizio ad una nuova era, divenne anche possibile evitare di portare con sé troppo denaro contante.

La nascita della prima carta di pagamento

In Italia, la diffusione delle Carte di debito è iniziata nel 1983 grazie alle prime Carte del Circuito BANCOMAT®, il più diffuso in Italia. Dopo alcuni anni è nato anche il servizio di pagamento PagoBANCOMAT®, che rende possibile non solo prelevare ma anche pagare, con comodità e sicurezza grazie alla tecnologia a Microcircuito, sui Circuiti domestici, grazie alla capillare diffusione dei terminali POS e ATM sul territorio italiano (si parla di oltre 51 mila ATM BANCOMAT® e circa 1,9 milioni di POS PagoBANCOMAT® al 30/09/2016).

Oggi la situazione si sta evolvendo rapidamente, dalla banda magnetica siamo passati al microchip, ottenendo al contempo due obiettivi: da un lato velocizzare le transazioni rendendo possibile il pagamento con Carte “contactless” anche soltanto avvicinandole al POS, dall’altro consentire ai titolari di mantenere il possesso della Carta e di conseguenza il suo controllo.

Nel futuro sarà anche possibile fare acquisti direttamente con lo smartphone, in cui le Carte di pagamento stesse saranno “virtualizzate”.

 Carte Contactless

Possiamo dire quindi che la rivoluzione digitale sta investendo anche il mondo dei pagamenti: questo comporta indubbiamente innumerevoli vantaggi (comodità, minor rischio di errori rispetto ai contanti, operazioni più sicure e veloci, eliminazione della possibilità di ricevere denaro contraffatto), ma rende necessario ricordare sempre alcune importanti regole di sicurezza (conservare la Carta e il PIN in un posto sicuro e mai insieme, verificare l’importo riportato sul POS, verificare di non essere osservati presso gli ATM, utilizzare i servizi di SMS Alert, bloccare subito le Carte in caso di furto o smarrimento).

Anche per questo motivo l’attività della Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio è molto importante, in quanto nella società moderna le conoscenze in ambito finanziario e informatico sono fondamentali quanto l’italiano e la matematica: si tratta sempre di alfabetizzazione, ma facendo riferimento a nuovi contesti e nuovi linguaggi che vanno appresi fin dai tempi della scuola. Questo perché l’educazione finanziaria è un vero e proprio processo, attraverso il quale i consumatori, risparmiatori e investitori di oggi e di domani migliorano le loro capacità di comprensione dei prodotti e concetti finanziari, conoscenze importanti soprattutto in un mondo in cui i mercati finanziari sono diventati più complessi, e imparano ad avere un rapporto più corretto con il denaro e con il suo valore.

Soltanto in questo modo si potranno sfruttare al meglio le potenzialità degli strumenti finanziari basati sulle nuove tecnologie, utilizzandoli in maniera informata e consapevole.

pixel - L’evoluzione dei metodi di pagamento: dal baratto alle nuove Carte
pixel - L’evoluzione dei metodi di pagamento: dal baratto alle nuove Carte sponsored by - L’evoluzione dei metodi di pagamento: dal baratto alle nuove Carte

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


0 Condivisioni

Alessandra

Non è propriamente una appassionata di informatica, ma si diletta con piacere in questo ambito grazie anche al suo lavoro spesso legato al mondo web. In questo blog vuole parlare quindi di tutto un po’ (tranne che di informatica!), di ciò che la circonda e di ciò che la appassiona, sperando di poter creare materiale di confronto sugli ambiti più disparati, dal matrimonio alle ricette, dalla lettura alla dolce attesa ai viaggi… e tanto altro ancora!

Alessandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.