Larissa Riquelme e la “proposta indecente” di Lionel Messi

0 Condivisioni

La modella e attrice paraguayana, Larissa Riquelme, conosciuta dal mondo intero, durante i Campionati Mondiali di Calcio in Sudafrica del 2010, per essere apparsa, in alcune foto che fecero il giro del mondo, con una maglietta scollata e con un telefonino sostenuto tra i seni, ha rilasciato, durante un reality cileno “Trepadores”, rivlezioni scioccanti riguardanti proposte indecenti ricevute da uomini di spicco nel mondo del calcio e della politica.

Larissa Riquelme e Lionel Messi

Primo fra tutti, Lionel Messi padre da poco tempo di Thiago, avuto dalla sua storica fidanzata Antonella Roccuzzo. Secondo le parole della bella modella paraguayana, Messi avrebbe offerto soldi in cambio di sesso contattandola nel 2010, così come diversi giocatori della nazionale brasiliana, mentre era in Brasile a San Paolo per pubblicizzare il numero di “PlayBoy” in cui appariva senza veli.

Larissa, dopo il calciatore argentino, parla anche, senza fare nomi, di uno dei Presidenti paraguayani che si sarebbe offerto di mandarle un aereo ovunque fosse, “ma io non sono una donna facile, non mi venderei mai per sesso“, queste le parole conclusive di Larissa Riquelme.

C’è da crederci? Non rimane che aspettare la risposta del calciatore più famoso del mondo: querela o divorzio?

Guarda la FOTOGALLERY

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.