La nuova banconota da 5 euro non viene letta dai distributori automatici

Le nuove 5 euro, messe in circolazione il 5 maggio scorso, sono già state rispedite al mittente dalla popolazione europea. In Italia, soprattutto, nelle varie città, è impossibile usare il nuovo taglio per acquistare sigarette, fare benzina, pagare al casello dell’autostrada o il parcheggio, pagare il biglietto della metro.

Le nuove 5 euro non vengono lette dai distributori

Anche Germania e Svizzera hanno lo stesso problema e il tutto è da ricondurre al software che, utilizzato in questi apparecchi, non è in grado di leggere gli elementi antifrode incorporati nella banconota.

La denuncia dei ritardi connessi con l’aggiornamento del software è arrivato dagli operatori del commercio che gestiscono i distributori automatici per l’acquisto di beni e servizi di largo consumo ma anche da associazioni di categoria, ciò ha spinto la Banca d’Italia ad intervenire invitando i possessori dei dispositivi che non riconoscono la nuova banconota da 5 euro a contattare al più presto i fornitori e manutentori per l’aggiornamento del software.

Il costo per aggiornare il software? 500 euro.

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *