La Nokia presenta Lumia 1020, 41 megapixel con sensore Pureview

0 Condivisioni

Dopo il 920 e il 925 la Nokia, famosa azienda finlandese, ci riprova e presenta al mondo il nuovo Lumia 1020 basato sul sistema operativo Windows Phone 8.

Segui Informarea su Telegram

La differenza tra questo nuovo smartphone e i suoi predecessori sono un comparto fotografico unico, con un sensore da 41 megapixel, tecnologia Pureview, e un sistema di stabilizzazione ottica. Il dispositivo è in grado di garantire video ad alta definizione ed immagini nitide e dettagliate. Può scattare immagini da 34 e 38mpx in 16:9 e salvare automaticamente una copia da 5mpx per condividerla sul web.

Nokia Lumia 1020Oltre a scattare foto da 7712 x 5360 pixel e video in Hd, è in grado di acquisire audio esterno attraverso dei microfoni interni.

Lo smartphone ha un display da 4,5 pollici, risoluzione 1280×768 pixel, tecnologia AMOLED PureMotion HD+ ed è stato realizzato in Gorilla Glass 3. Il processore è un Qualcomm Snapdragon S4 dualcore 1,5 GHz, la memoria di massa è da 32GB e altri 7 sono disponibili su Skydrive. Le connettività sono LTE, Bluetooth e Wi-Fi. La batteria è da 2000 mAh (ricaricabile in modalità wireless tramite l’apposita cover opzionale) con durata di 3,3 ore in conversazione e un massimo di 5,5 ore di navigazione. Per quanto riguarda le dimensioni, lo spessore del telefono è 10,4 millimiteri mentre il peso è di 158 grammi.

La serie Nokia Luma 1020

Disponibile nei colori giallo, nero e bianco, il Nokia 1020 arriverà nei negozi USA il 26 luglio al prezzo di 299 dollari, mentre in Europa il prezzo di listino dovrebbe essere tra i 649 e i 699 euro e sarà in commercio nell’arco di questo trimestre.

 

La presentazione ufficiale del Nokia Lumia 1020

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.


Segui Informarea su Telegram

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.