La festa della donna… vista dall’uomo

0 Condivisioni

Oggi è stata la festa della donna, io personalmente sono un fautore della festa della donna, molti dicono che è una festa fuori moda, in realtà io sono estremamente convinto che l’8 marzo la donna ha gli stessi diritti dell’uomo.

Infatti io faccio di tutto per onorare questa ricorrenza, oggi quando ci sarà da fare la spesa, io dirò alla mia donna, “Vado io” perché è l’ 8 marzo; quando arriveremo a casa e sarà ora di cucinare, preparerò io la cena, perché è l’8 marzo; dopo aver cenato ci saranno i piatti da lavare e sarò ancora io a pensarci perché è l’8 marzo , io infatti l’8 marzo , poi il 9 mi risiedo e non “m’arzo” più fino all’anno prossimo.

mimosa - La festa della donna... vista dall'uomo

Molti si ostinano a considerare uomini e donne uguali ma in realtà uguali non sono, ci sono delle profonde differenze, la prima differenza è che una donna intelligente è molto più intelligente di un uomo intelligente, certo mi direte che è difficile trovare una donna intelligente ma quando la troverete vi accorgerete che è molto più intelligente.

In realtà siamo due mondi diversi, basti pensare che la donna conosce più di 250 colori, passando dall’indaco al rosso porpora, dal rosa confetto al blu cobalto , mentre l’uomo ne conosce 6 o 7 fra l’altro imparati sull’album dei calciatori da piccolo.

Proprio per questo motivo, mi viene in mente un’antica leggenda del popolo Incas. La leggenda narra che uno stregone che aveva perso i poteri, si rivolse al Dio Sole il quale gli disse che per recuperare i suoi poteri doveva mangiare un Kilo di cervello umano. Lo stregone va dal sacerdote del tempio che gli offre 2 possibilità: acquistare un Kilo di cervello di donna per 1000 monete d’oro o un Kilo di cervello di uomo per 100 monete d’oro

cervello2 - La festa della donna... vista dall'uomo

Lo stregone chiede al sacerdote se il cervello di donna valesse molto di più e quindi conveniva acquistare quello in modo da recuperare i suoi poteri più velocemente, in realtà il sacerdote gli disse che i poteri magici dei due cervelli erano perfettamente uguali. Lo stregone chiese ma allora perché mai quello della donna costasse molto di più. Il sacerdote gli disse: “A stregò ma lo sai quante donne me tocca sacrificà per fare un Kilo di cervello”.

In realtà non è così, è invece scientificamente provato che il cervello della donna è più sviluppato di quello dell’uomo il problema è che è occupato per il 75% da gossip  scarpe eleganti e vestiti.

Anche quello dell’uomo ha i sui problemi. Una ricerca scientifica ha calcolato che il cervello dell’uomo fa parlare l’uomo per 8 ore al giorno di sesso e di calcio, il problema non sorge in quelle otto ore, ma nel fatto che nelle altre 16 ore l’uomo si esprime liberamente su argomenti di cui è totalmente incompetente.

Molti considerano la teoria del tacco a spillo come la prova della superiorità dell’intelligenza dell’uomo su quella della donna. Infatti se è vero che il tacco a spillo è uno strumento che da la possibilità di aggiungere centimetri allora date questa possibilità agli uomini e vedrete che nessuno  la sprecherà sotto le scarpe.

tacco - La festa della donna... vista dall'uomo

Una leggenda Indiana dice che per conoscere il tuo nemico devi camminare 7 giorni nelle sue scarpe, allora io mi sono chiesto ma cosa farei se domani mattina se mi svegliassi nel corpo di una donna? Prima  di tutto passerei una buona mezz’ora ad accarezzarmi le tette, successivamente riuscirei per la prima volta a fare pipì senza bagnare la tavoletta, poi subito mi renderei conto delle enormi difficoltà che la donna incontra in un mondo ostile, per esempio per parcheggiare, per guidare, per utilizzare tutti i tasti del cellulare che non sono i numeri, nel capire il fuori gioco, e soprattutto per la difficoltà nelle relazioni sociali nei 28 giorni prima e nei 28 giorni successivi al ciclo.

adamo - La festa della donna... vista dall'uomo

Del resto i problemi fra l’uomo e la donna sono antichi quanto il mondo, già Adamo, quando ricevette una donna piuttosto racchia, andò a protestare dicendo che non è che voleva l’Arcuri ma così brutta proprio no. Il Signore lo richiamò e gli disse: “Ma scusa pe na costola che pretendevi?”. Ma l’equivoco era già sorto in precedenza allorquando un Adamo annoiato nel Paradiso Terrestre chiese al Signore un qualcosa di interessante e rosa per poter passare il tempo. Il signore gli diede la donna ed Adamo protestò vivamente dicendo” Scusa Signore io per qualcosa di rosa intendevo tipo la Gazzetta dello Sport”.

gazzetta - La festa della donna... vista dall'uomo

Questo articolo può solo superficialmente essere considerato negativo nei confronti delle donne; in realtà, a scanso di equivoci, l’autore considera la donna fedele, riconoscente, fondamentale, insostituibile nella sua vita, del resto si sa la donna è la migliore amica dell’uomo.

In realtà cogliamo l’occasione per fare sinceri auguri a tutte le donne.

Ogni riferimento a fatti o persone,  è puramente casuale, tutto nasce dalla fantasia dell’autore di cui sono tutti i diritti d’autore ai sensi dell’Art. 2575 del codice civile http://www.studiolegale-online.net/diritto_informatica_09.php

By DoctorsTrucco


0 Condivisioni

DoctorsTrucco

Angelo Grasso alias DoctorsTrucco, ha svolto per anni l’attività di cabarettista nel duo DoctorsTrucco esibendosi presso i più svariati locali d’Italia. In questo sito si occuperà della sezione Cabaret regalandoci delle verie e proprie pillole di comicità e di risate a crepapelle (garantito) e, grazie alle sue capacità innate, della sezione Fantacalcio (nel suo palmares Fantagazzetta ci sono già 4 premi).

DoctorsTrucco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.