La composizione dei tavoli del pranzo di Nozze

Nell’episodio precedente avevi appena risolto il problema delle bomboniere che già ti trovi di fronte ad un’altra tappa delicata nel tortuoso percorso dei preparativi del matrimonio, quella della composizione dei tavoli del ricevimento, ma ancora non sai le difficoltà che stanno per piombarti addosso.

Infatti, questa operazione è solo apparentemente una formalità, in realtà è quanto più difficile si può affrontare, non c’è sudoku, anagramma, o equazione matematica più difficile da risolvere.

Tutto comincia una domenica mattina, prendi l’auto ti dirigi verso il ristorante, ritiri la piantina e con una spensieratezza e un ottimismo che rasentano quasi l’incoscienza decidi che dedicherai un mezzo pomeriggio per risolvere questa incombenza in modo da poterti presentare dalla tua ragazza già con la bozza che lei ti aveva chiesto, visto che siete ad una settimana dal matrimonio e lei è impegnatissima.

Arrivi a casa, appena aperta la piantina dei tavoli e la lista degli invitati, quel sorriso incosciente sul viso tende a scomparire, ti rendi conto che la cosa l’avevi presa un po’ alla leggera. Non sai come uscirne, provi a partire dalla parte più facile: i tavoli degli amici, ti areni subito: due tavoli da 8 per 17 amici, ad istinto trovi subito la soluzione, eliminare Michela, – la migliore amica della tua ragazza, che tu adori come un pulviscolo nella lente a contatto -, ma ti rendi conto che la proposta non passerà mai al vaglio della tua futura moglie.

Passi la mano, e vai oltre ti concentri sui tavoli dei parenti, qui l’impresa è quasi impossibile, per le numerose incognite in questo problema matematico, i famosi “incerti”, quelli che sicuramente te lo faranno sapere la mattina delle nozze mentre ti stai vestendo. Li hai invitati un anno fà, non si capisce perchè non decidono; forse decideranno di venire al pranzo solo se quella mattina avranno “cagato” bene.

Ti viene in mente di creare un tavolo, chiamato il tavoli degli incerti, ma vorrebbe dire mettere nello stesso tavolo tua zia dell’Australia con alcuni parenti anziani di tua moglie di Ariccia, e alcuni tuoi zii di Genova, ma il tavolo rischierebbe di chiamarsi Canguri e Porchetta al Pesto, anche questa la tua donna non te la farà passare.

 

tavolo sposi 2 - La composizione dei tavoli del pranzo di Nozze

Il tempo scorre, la soluzione non arriva, hai un’ora di tempo per trovare un qualcosa di decente da sottoporre alla tua ragazza, che tra l’altro arriverà anche prima perché le darà uno strappo Michela (già, lei quando può darti una mano , c’è sempre, puntuale come una cambiale).

Tra l’altro a Michela piace moltissimo aiutare le sue amiche nei preparativi del matrimonio, visto che probabilmente non organizzerà mai il suo, neanche può sperare in periodi di vacche magre perché lei è una vacca grassa (nota acida dell’autore).

Sei disperato, tenti il tutto per tutto,  ti aggrappi a quello che conosci meglio: usare il metodo dei sorteggi di Champions League. Prendi la Gazzetta, sopprimi il pesce rosso, usi la vaschetta come urna poi dividi gli invitati in fasce: Le teste di serie i parenti stretti; in seconda fascia gli amici, in terza i parenti, ed in quarta gli incerti.

Quando però sorteggi un girone di ferro composto da tuo nonno, la fidanzata di tuo cugino di 17 anni, la madre della sposa e il fotografo, capisci che il metodo non può funzionare.

Entra la tua ragazza tu balbettando cerchi di spiegare che la gazzetta dello sport ti serviva per asciugare l’acqua della vaschetta del pesce rosso che hai rovesciato per sbaglio, ma lei ti interrompe subito, perché ha due notizie, una brutta (Michela sarà testimone) e una buona:  ha gia una sua bozza in mente, tu fingi di arrabbiarti accusandola di non avere mai la sua fiducia, ma dentro di te stai godendo come un caimano.

La soluzione l’ha trovata lei, tu avrai solo il compito di curare fax e e-mail con il ristorante, è un lavoro sporco ma qualcuno dovrà pur farlo, la faccia è salvata, è proprio vero quel proverbio che diceva che dietro ogni grande uomo c’è sempre una grande donna, con un po’ più dietro una grande amica cacacazzi”.

sposa - La composizione dei tavoli del pranzo di Nozze

Ogni riferimento a fatti o persone, mogli fidanzate, cognate, Michela  è puramente casuale, tutto nasce dalla fantasia dell’autore di cui sono tutti i diritti d’autore ai sensi dell’Art. 2575 del codice civilehttp://www.studiolegale-online.net/diritto_informatica_09.php


By DoctorsTrucco

DoctorsTrucco

DoctorsTrucco

Angelo Grasso alias DoctorsTrucco, ha svolto per anni l’attività di cabarettista nel duo DoctorsTrucco esibendosi presso i più svariati locali d’Italia. In questo sito si occuperà della sezione Cabaret regalandoci delle verie e proprie pillole di comicità e di risate a crepapelle (garantito) e, grazie alle sue capacità innate, della sezione Fantacalcio (nel suo palmares Fantagazzetta ci sono già 4 premi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *