Instagram chiude a Naike Rivelli

0 Condivisioni

Alla fine il social network Instagram ha deciso di bloccare l’account di Naike Rivelli perchè ritenuto troppo hot.

Nike Rivelli bannata da Instagram

Nei giorni scorsi la figlia di Ornella Muti, aveva postato, mettendo in bella vista, foto con seni e glutei al vento, con pose osè o completamente nuda.

A quanto pare il motivo è da attribuire alla pubblicazione di un video in cui la Rivelli copre il seno con le mani e con del nastro adesivo lasciandosi andare in un commento dal testo molto esplicito: “Mi state sfidando? Censurate questo!

Naike Rivelli e il video censurato 

Dopo la sua intervista sempre nuda a Lucignolo e dopo essere stata ospite da Barbara D’urso, a Domenica Live, in cui ha spiegato chi effettivamente aveva scattato tutte quelle foto che la ritraevano senza veli, Naike ha scritto dal suo profilo Twitter per esprimere il rammarico del ban di Instagram, affermando, però, che tornerà più agguerrita che mai su Vine, grazie al brillante suggerimento di un follower.

Non perdetevi, quindi, le prossime foto di Naike Rivelli perchè da oggi naikerivellinayked posta su Vine.. 

Guarda la FotoGallery

 

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!


 

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.

Non esitate a lasciare le Vostre impressioni o a porre domande.

0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.