IMU: come e quanto pagare…

L’IMU (Imposta Municipale Unica) è la nuova tassa (l’ennesima…) entrata in vigore dal 1 gennaio 2012. Ha sostituito sia l’Ici (abolita durante l’ultimo Governo Berlusconi) sia l’Irpef sui redditi fondiari .

Prima di capire come e quanto pagare occorre fare una distinzione fra prima e seconda casa.

Cosa si intende per prima casa?
La prima casa è l’abitazione principale, cioè
esclusivamente l’immobile con unica rendita catastale nel quale il proprietario risiede ed è anagraficamente residente. Entrambe le condizioni debbono obbligatoriamente essere rispettate.
I coniugi con due immobili nello stesso comune debbono scegliere quale dei due considerare come prima casa.
Per la prima casa è prevista una detrazione di 200 euro, che è rapportata al periodo dell’anno durante il quale l’immobile è utilizzato come abitazione principale, e in caso di più proprietari spetta in quote uguali. A questa detrazione si aggiunge quella di 50 euro per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni, purché residente anagraficamente nell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale. La detrazione spetta ai genitori in misura uguale ma solo per il numero di mesi per i quali il requisito anagrafico è rispettato.

L’Imu sulla prima casa si paga in tre rate, con scadenze il 16 giugno, 16 settembre e 16 dicembre.  Al momento dell’acconto, il 16 giugno, bisogna pagare un terzo di quanto dovuto se si applicasse l’aliquota base del 4 per mille, tenuto conto delle detrazioni di 200 euro per la prima casa e di 50 euro a figlio, in numero massimo di 4 figli.
Nell’anno solare 2012 la prima rata si può pagare fino al 18 giugno (il 16 è sabato).
La seconda rata – entro il 16 settembre – deve essere uguale all’acconto. La terza rata – entro il 16 dicembre – è a conguaglio e tiene conto dell’aliquota definitiva decisa dal Comune nel quale si trova l’immobile. Nel 2012 seconda e terza rata si possono pagare fino al 17 del mese indicato (il 16 settembre ed il 16 dicembre sono giorni festivi).

IMU

Per il calcolo dell’IMU sulle seconde case – e tutti gli altri immobili diversi dall’abitazione principale – sono prese in considerazione modalità analoghe all’Ici, cioè due sole rate: il 50% entro il 16  giugno, calcolato sull’aliquota base del 7,6 per mille; il rimanente entro il 16 dicembre, calcolato tenuto conto dell’aliquota effettiva stabilita dal Comune.

Il calcolo di quanto pagare può essere fatto su appositi simulatori liberamente accessibili da internet.
Vi basterà inserire la rendita catastale; se è prima casa o meno, il codice fiscale del proprietario e il numero dei figli.
Eccone uno dei tanti:

http://www.riscotel.it/calcimu/comuni_0601/calcimu.html?comune=null

Come pagare l’IMU?
Per il pagamento dell’imposta è necessario usare il modello F24:

  • tramite il servizio di home banking fornito dalla propria banca
  • tramite un intermediario abilitato, come ad esempio un Caf (Centro Assistenza Fiscale).
DoctorsTrucco

DoctorsTrucco

Angelo Grasso alias DoctorsTrucco, ha svolto per anni l’attività di cabarettista nel duo DoctorsTrucco esibendosi presso i più svariati locali d’Italia. In questo sito si occuperà della sezione Cabaret regalandoci delle verie e proprie pillole di comicità e di risate a crepapelle (garantito) e, grazie alle sue capacità innate, della sezione Fantacalcio (nel suo palmares Fantagazzetta ci sono già 4 premi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.