Il saldo IMU, svuota le tasche degli italiani

Entro il 17 dicembre bisognerà versare il saldo dell’Imu che costerà 5 miliardi in più agli italiani per l’aumento delle aliquote da parte dei Comuni e sarà una vera e propria stangata per tutte quelle famiglie proprietarie di uno o più immobili.

Così chi è proprietario di una prima casa pagherà sempre nella maggior parte dei casi il 6 per mille, mentre per le seconde case, si pagherà il 10,6 per mille, come conseguenza di addizionali comunali pari al 2 per mille per la prima casa e al 7 per mille per le seconde case.

imu rate f241 - Il saldo IMU, svuota le tasche degli italiani

A giugno l’acconto era stato versato senza tener conto dell’addizionale comunale che, invece, viene con il secondo versamento, recuperato dal saldo. Il confronto con l’ICI è molto più pesante, proprio perchè, sono state rivalutate le rendite catastali in una misura che varia dal 40% per i fabbricati di categoria B, C/3, C/4 e C/5 e, al 60% per gli immobili di categoria A, C/2, C/6, C/7.

Quindi l’IMU sulla prima casa costerà in media 278 euro a famiglia mentre per le seconde case in media 745 euro.

Purtroppo a pagare di più saranno le famiglie proprietarie di immobili e residenti in città come Milano, Torino, Roma, Bologna, Genova, Verona. Nel passaggio dall’acconto al saldo i rincari più pesanti saranno a carico delle città del Centro (dai 2.190 milioni dell’acconto si passa ai 3.620 milioni del saldo) e del Sud (si stima un aumento del gettito del 63,8% tra prima e seconda rata:2.100 milioni a giugno, 3.440 milioni a dicembre) mentre la fetta più grossa del gettito arriverà, invece, dal Nord, in cui si trova il maggior numero di immobili e di contribuenti (pagheranno 2.140 milioni in piu’ rispetto all’acconto: si passa infatti dai 4.840 milioni di giugno ai 6.980 milioni di dicembre).

Per le case affittate l’IMU aumenterà del 41% da 750 milioni a 1.060. Aumenti anche per l’Imu sui negozi, sugli uffici, sui fabbricati con un incremento del 53,8% per un totale di 4.910 milioni di euro.

Insomma prepariamoci alla stangata di Natale e soprattutto attenzione ai moduli variano da Comune a Comune.

(Fonti: Luca Spoldi – affaritaliani.libero.it – TGCOM.it)

Ecco un sito dove calcolare il saldo IMU: Amministrazionicomunali.it

Fabrizio Cannatelli

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.