Il nuovo chip NFC sulle Carte di Credito e Debito fa tremare i consumatori

0 Condivisioni

Il mondo delle Carte di Credito e di Debito sta cambiando: presto avremo nuove carte dotate di un piccolo chip NFC che non vanno inserite in nessun lettore, ma basterà strisciarle accanto ad uno speciale ricevitore.

La sperimentazione di questo tipo di pagamento, chiamata Girogo, è già attiva ad Hannover, in Germania, e sarà attiva su tutto il territorio tedesco entro il 2015.

carte di credito e di debito con chip NFC

La procedura, seguita attentamente da Mastercard e anche da Paypal, attualmente permette di effettuare pagamenti fino a 20 euro da una prepagata, ma presenta seri rischi legati alla sicurezza dei dati trasmessi dal chip NFC. Secondo il CCC (Chaos Computer Club) sul chip NFC sono presenti in forma non cifrata: l’ID corrente, i dati relativi agli ultimi 15 pagamenti e alle ultime 3 ricariche effettuate. Per ciascun pagamento la carta reigstra anche data, ora, importo e identificazione del terminale sul quale è stata effettuata l’operazione.

Tutti questi dati possono essere letti sia che si utilizzi la scheda come bancomat o carta di credito tradizionale, sia la si utilizzi come carta NFC. Ancora peggio: il lettore di chip NFC e il relativo software speciale sono disponibili gratuitamente su Internet e tutti i dati tra i due dispositivi sono trasmessi in chiaro.

Chip NFC

Per evitare tali inconvenienti basterebbe semplicemente cifrare i dati sulla scheda. Secondo, però, l’associazione dei bancari tedesca i dati utente sono al sicuro. La procedura non registra nè il luogo in cui è avvenuto il pagamento, nè cosa si è acquistato, nè tantomeno il nome del venditore. Inoltre la comunicazione tra la scheda e il lettore può avvenire solo se questi sono a pochi centimentri di distanza l’uno dall’altro e ciò non consente ad estranei di interferire nel trasferimento dei dati.

In ogni caso, c’è ancora tempo per intervenire e per correggere eventuali falle sul funzionamento del chip e soprattutto sperimentare l’effettiva sicurezza di tale sistema.

Speriamo bene..

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.


0 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.