iPad mini e iPad 4 arrivano in Italia

0 Condivisioni

Il 24 ottobre 2012 è stato presentato da Apple il nuovo iPad mini, un dispositivo di 7.9 pollici con risoluzione di 1024 x 768. Lo spessore è di 7.2 millimetri ed è molto più leggero del fratello maggiore (23% più sottile e 53% più leggero). La fotocamera frontale è in HD mentre quella sul retro è di 5 megapixel. La batteria garantisce almeno 10 ore di autonomia e oltre alla presenza di un processore A5 dual-core il dispositivo è dotato anche di un connettore lightning, più piccolo del precedente connettore a 30 pin; non ha però il display Retina.

iPad mini e iPad 4 Retina

Disponibile già da oggi in Italia l’iPad mini è un prodotto facile da tenere in mano e ottimo per navigare, inoltre le tantissime applicazioni create appositamente per l’iPad possono essere utilizzate anche per la versione mini.

I prezzi per la versione Wi-Fi, già in vendita e disponibile in nero e ardesia o bianco e argento, sono 329 euro per il modello 16GB, 429 euro per il 32GB e 529 euro per il 64GB. Mentre per la versione wi-fi + cellular bisognerà attendere circa due settimane e i prezzi sono 459 euro per il modello 16GB, 559 euro per il 32GB e 659 euro per il 64GB.

Ma Apple continua a stupire lanciando sul mercato anche il nuovo iPad 4 Retina da 9,7 pollici in 34 nazioni, in versione Wi-Fi in bianco e nero ai seguenti prezzi: 499 euro per il modello 16GB, 599 per il 32GB e 699 per il 64GB mentre per la versione Wi-Fi + cellular, disponibile tra due settimane, i prezzi sono 629 euro per il modello 16GB, 729 euro per il 32GB e 829 euro per il modello 64GB. 

L’acquisto dell’iPad mini e dell’iPad 4 Retina, che integra un chip A6X e una videocamera FaceTime HD, può anche essere effettuato online su Apple Store evitando così lunghe code presso i negozi Apple.

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.


Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.