I pericoli che nasconde la casa per i più piccoli

0 Condivisioni

Potrebbe sembrare assurdo, ma una statistica dimostrerebbe che per i bambini al di sotto dei 4 anni il luogo più pericoloso è casa loro, questo perché le pareti domestiche possono nascondere rischi inattesi ed imprevedibili per noi genitori: al loro interno si verificano infatti oltre la metà degli incidenti.

A volte molti genitori tendono a sopravvalutare la propria abitazione sottovalutando o non considerando alcuni rischi e ritenendola sicura per il proprio bambino, così può capitare di lasciarlo libero a gironzolare per le stanze mentre ci si trova impegnati in altre attività. Ma i bambini piccoli non hanno ancora la comprensione di ciò che per noi può sembrare ovvio e scontato, ovvero dell’utilizzo che deve essere fatto di determinati oggetti, che pertanto sono normalmente considerati pericolosi (come un forno, le prese elettriche, i prodotti di igiene per la casa): infatti un bambino che non sa come utilizzare qualcosa, potrebbe farne un uso scorretto e ciò potrebbe comportare notevoli rischi.

Incidenti domestici per i bambini


Pertanto è necessario prevenire la possibilità che accadano tali incidenti, prendendo delle precauzioni:

In bagno, non lasciare mai in giro flaconi di detersivi e prodotti vari, che devono invece restare chiusi in un mobile; stesso discorso vale per rasoi, lamette, forbici e altri accessori. Dovrebbe essere buona norma inoltre lasciare nella vasca da bagno o nella doccia un tappetino antiscivolo, e il pavimento dovrebbe essere sempre asciutto.

In cucina, tenere al sicuro detersivi, coltelli, piccoli elettrodomestici come frullatori e caffettiere, e il microonde; davanti ai fornelli potete posizionare una apposita protezione, inoltre la porta del forno dovrebbe avere un vetro termoisolante. Infine quando si cucina e quando si tiene in mano qualcosa di caldo è consigliabile tenere i bambini lontani da voi.

In cameretta, è importante scegliere dei giochi adatti all’età del bambino e coprire tutte le prese libere (questo ultimo consiglio vale per tutta la casa).

Paraspigoli

In camera da letto, come in tutti gli altri ambienti, è necessario prestare attenzione agli spigoli dei mobili, che spesso arrivano proprio all’altezza dei bambini: si possono coprire facilmente utilizzando degli appositi paraspigoli di sicurezza. Inoltre potete bloccare i cassetti o le ante che vostro figlio raggiunge facilmente, con degli appositi strumenti che si trovano in vendita e rispondono proprio a questa esigenza.

Infine non lasciare mai semiaperte porte e finestre, ed utilizzare i fermaporta per evitare che sbattano.

In ogni caso, se vostro figlio ha meno di tre anni, non importa cosa state facendo: è sempre e comunque più importante tenerlo d’occhio!

Se volete seguire i post di www.informarea.it potete iscrivervi al suo feed RSS.


0 Condivisioni

Alessandra

Non è propriamente una appassionata di informatica, ma si diletta con piacere in questo ambito grazie anche al suo lavoro spesso legato al mondo web. In questo blog vuole parlare quindi di tutto un po’ (tranne che di informatica!), di ciò che la circonda e di ciò che la appassiona, sperando di poter creare materiale di confronto sugli ambiti più disparati, dal matrimonio alle ricette, dalla lettura alla dolce attesa ai viaggi… e tanto altro ancora!

Alessandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.