GoDaddy lancia il concorso Vere Imprese per aziende di piccole dimensioni

3 Condivisioni

GoDaddy, la società americana di registrazione di domini Internet e società di Web hosting, ha deciso di lanciare un concorso Vere Imprese dove piccole e medie imprese, imprese individuali e tech startup avranno la possibilità di farsi conoscere e vincere un piano di comunicazione aziendale da 20 mila euro.

Vediamo nel dettaglio quali sono i requisiti per partecipare al concorso Vere imprese: “Raccontaci la tua impresa e vinci“, e soprattutto quali sono i premi in palio.

Come partecipare al concorso Vere Imprese

regolamento concorso vere imprese
In cosa consiste il concorso Vere imprese? Per essere ammessi al concorso le aziende individuali devono:

  1. Avere sede legale o stabile organizzazione nel territorio italiano.
  2. Essere registrate al dominio sul sito it.Godaddy.com.
  3. Essere regitrate al concorso sul sito vereimprese.it entro il 31/07/2019.

Quali sono le fasi del concorso Vere imprese

Il concorso Vere Imprese prevede quattro fasi che si svolgono nel seguente modo:

  1. Le piccole e medie imprese possono iscriversi al contest dal 1 aprile 2019 fino al 31 luglio 2019 dopo aver registrato un dominio su GoDaddy e compilato la scheda presente nel sito vereimprese.it. In essa potranno raccontare la loro storia aziendale con tanto di informazioni, immagini e video.
    • Come registrarsi a GoDaddy? Per registrare un dominio su GoDaddy vai su VereImprese.it e utilizza la barra di ricerca “Comincia con un dominio GoDaddy” che trovi a centro pagina per trovare il nome di dominio perfetto per la tua impresa e premendo sul pulsante Cerca dominio. Dopo averlo scelto, registralo subito. E se il tuo dominio è registrato con un altro provider, non c’è nessun problema! potrai trasferirlo semplicemente visitando questa pagina.
    • Come registrasi a Vere Imprese? Per iscriverti vai sul sito VereImprese.it e premi sul pulsante Iscriviti e racconta la tua impresa. Digita il dominio registrato su GoDaddy e l’email utilizzata per la registrazione. Dopodiché inserisci i dati del proprietario o del rappresentante legale dell’impresa e la password per accedere al concorso. Al termine della registrazione potrai raccontare dov’è nata l’idea per il tuo business e soprattutto com’è nata la tua impresa e quali sono gli obiettivi per il futuro.
  2. Partecipando al concorso avrai l’opportunità di essere intervistato da maggio in poi, quando il GoTeam di GoDaddy inizierà il GoTour in dieci città italiane, tra cui Roma, Milano, Napoli, Verona, Firenze, Torino e Palermo. Potrai raccontare la storia della tua impresa a influencer illustri come: Salvatore Aranzulla, Marcello Ascani e Rudy Bandiera.
  3. Fai conoscere la tua storia a più gente possibile e raccogli voti. Dal 2 settembre fino al 4 ottobre 2019, inizierà la votazione online e le nove storie più votate (tre per ciascuna categoria) potranno proseguire verso la terza e ultima fase del concorso.
  4. A novembre durante l’evento organizzato da GoDaddy a Milano, una giuria tecnica sceglierà la storia più interessante per ciascuna delle categorie in concorso.

I premi in palio

Un rappresentante GoDaddy e l’amministratore delegato di GoDaddy assegneranno i tre premi finali alle storie vincitrici, ognuno del valore di 20 mila euro attribuiti nei seguenti modi:

  • Premio per le piccole e medie imprese.
  • Premio per le tech startup.
  • Premio per le imprese individuali.

I premi in palio consistono in un piano di comunicazione professionale realizzato da GoDaddy e Alkemy per il sito candidato creato su GoDaddy.

Che aspetti? Iscriviti e vai a trovare il GoTeam durante le 10 tappe del suo viaggio attraverso l’Italia e fatti intervistare.

3 Condivisioni

Fabrizio Cannatelli

Fondatore di Informarea.it, è un appassionato di informatica. Ha lavorato per molti anni come Analista Programmatore presso varie aziende utilizzando diversi linguaggi di sviluppo, oggi svolge un lavoro completamente diverso ma la voglia di comunicare e di condividere con il web i suoi studi e le sue curiosità lo hanno spinto a far nascere questo blog non solo per esprimere e mostrare la passione per questo mondo, ma anche per confrontarsi con nuove esperienze di sviluppo.

Fabrizio Cannatelli